ristoranti-eventi-e-incontri-privati-si-riapre-piu-del-previsto
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
3 ore

Quasi 43mila firme contro l’importazione di pellicce

Consegnata oggi a Berna una petizione che chiede il divieto di importare prodotti ottenuti infliggendo sofferenze agli animali
Svizzera
3 ore

Giovani e pubblicità del tabacco, ‘no’ all’iniziativa

Il testo è stato respinto anche dal Consiglio degli Stati. Stöckli (Ps): revisione della legge insufficiente, si deve andare a votare.
Svizzera
3 ore

Trasporto merci sotterraneo, legge approvata

Anche il Consiglio nazionale si esprime a favore del progetto ‘Cargo sous terrain’. La rete di tunnel dovrebbe essere terminata entro il 2045.
Svizzera
3 ore

Validità del certificato per chi è guarito verso l’estensione

La Confederazione sta esaminando i risultati di nuovi studi sulla durata della protezione immunitaria dopo aver contratto il Covid-19
Svizzera
4 ore

‘Nessuno sarà obbligato a donare gli organi’

Ok del Consiglio degli Stati al controprogetto. Dittli (Plr): ci avviciniamo all’obbligo. La replica di Marina Carobbio, presidente di Swisstransplant.
Svizzera
10 ore

Berna dice stop alle manifestazioni contro le misure anti Covid

La Città ha annunciato che non tollererà altre proteste non autorizzate. La decisione in seguito alle violenze di giovedì scorso davanti a Palazzo federale
Svizzera
12 ore

In Svizzera calano i contagi: 4’032 in 72 ore, 15 decessi

Il dato è inferiore di oltre 2’000 unità rispetto al weekend scorso a fronte di un numero maggiore di test effettuati. Scende anche il tasso di riproduzione
Svizzera
13 ore

In Svizzera meno casi di meningoencefalite da zecche e borreliosi

Lo riferisce l’Ufsp. I casi tornano ai livelli del 2019 dopo il boom dello scorso anno, dovuto probabilmente al tempo favorevole per le attività outdoor e al lockdown
Svizzera
14 ore

Indagine Seco: disoccupati e aziende soddisfatti degli URC

Le persone in cerca di impiego valutano positivamente i servizi offerti da uffici di collocamento e casse disoccupazione
Svizzera
14 ore

A Lucerna e Zurigo studenti in protesta contro il Covid pass

Al centro delle contestazioni l’uso del certificato Covid per l’accesso agli atenei che secondo gli studenti limita il libero accesso all’istruzione
Svizzera
14 ore

Frodi assicurative, la Suva ha evitato pagamenti per 12,6 milioni

Esaminati 2’236 casi sospetti su oltre 222’000. Fra i nuovi modelli di truffa, la fatturazione di ore e prestazione fittizie da parte di medici e ospedali
Svizzera
17 ore

Da oggi in Svizzera solo se vaccinati, guariti o con test negativo

Entrano da oggi in vigore le nuove regole per l’ingresso nella Confederazione. Previste eccezioni per le zone di confine: attenzione però alle norme italiane
Svizzera
1 gior

San Gallo, 78enne muore sull’autostrada A3

L’uomo, di cittadinanza belga, per ragioni ancora da chiarire, ha sbandato più volte ed è finito contro la barriera di protezione
Svizzera
1 gior

Soletta, polizia seminata durante un inseguimento sulla A1

L’auto sportiva, che risultava rubata, è stata successivamente ritrovata in un parcheggio a Derendingen
Svizzera
1 gior

Guy Parmelin non incontrerà Emmanuel Macron a novembre

Secondo fonti diplomatiche, l’incontro sarebbe saltato a causa dell’acquisto da parte della Svizzera degli aerei americani F-35 invece dei francesi Rafale
Svizzera
1 gior

Berna, gravemente ferite due adolescenti con e-monopattino

Hanno 13 e 15 anni le due giovani che, con il loro monopattino elettrico, sono entrate in collisione con un’auto
Svizzera
1 gior

Zurigo, uomo trovato morto vicino a un centro comunitario

Le autorità ipotizzano si tratti di omicidio e cercano testimoni. Un sospetto è stato arrestato
Svizzera
1 gior

Argovia, 17enne esce fuori strada con l’auto e scappa

Il giovane, positivo all’alcol test, disponeva di una licenza per allievo conducente, ma non era accompagnato al momento dell’incidente
Svizzera
26.05.2021 - 13:450
Aggiornamento : 17:26

Ristoranti, eventi e incontri privati: si riapre più del previsto

Le riaperture vanno oltre le proposte poste in consultazione: da 30 a 50 persone per gli eventi privati, via i limiti per gli assembramenti in spazi pubblici

 Riapertura degli spazi interni dei ristoranti, nessuna quarantena per i vaccinati, telelavoro solo raccomandato per le aziende che testano, ed aumento del numero di persone ammesse in vari ambiti.

Sono questi alcuni degli allentamenti annunciati oggi dal Consiglio federale in ambito sanitario che entreranno in vigore lunedì prossimo. Visto il miglioramento della situazione epidemiologica, l'Esecutivo va oltre quanto proposto in consultazione.

Il numero di casi di Covid-19 sta diminuendo e alla fine del mese la maggior parte dei cantoni avrà completato la vaccinazione delle persone particolarmente a rischio, sottolinea il Governo in una nota, aggiungendo che questo traguardo coincide con la fine della fase di protezione, la prima delle tre previste dalla strategia adottata per uscire dalla crisi. Ha ora inizio la seconda fase, quella di stabilizzazione, nella quale viene data a tutta la popolazione adulta la possibilità di farsi vaccinare.

Alain Berset: «Siamo ottimisti: la campagna vaccinale funziona, i vaccini sono efficaci. Inoltre le regole di protezione continuano a essere rispettate. Non c'è stata un'evoluzione dei contagi, anzi c'è stata una riduzione nell'ambito delle riaperture che abbiamo iniziato a fare. Abbiamo deciso quindi di fare un passo avanti sostanziale più importante di quello lanciato in consultazione due settimane fa. È conclusa la fase 1, quella di protezione e ora passiamo a quella di stabilizzazione: non è un ritorno totale, non ancora, alla normalità, ma ogni giorno, se restiamo focalizzati sull'obiettivo, ci avvicina all'uscita dalla pandemia». Riguardo le vaccinazioni, Berset ha precisato che ci si aspetta un'omologazione, e successivamente una raccomandazione, anche per bambini e adolescenti.

Eventi

Per gli eventi con pubblico, anche religiosi, si passa da 50 a 100 persone all'interno e da 100 a 300 all'esterno. I posti per le manifestazioni non devono più essere assegnati in modo definitivo; la mascherina e la distanza sono sufficienti. 

Eventi senza pubblico, come le visite guidate, saranno possibili dentro e fuori con un massimo di 50 persone invece di 15. Non ci sono inoltre più restrizioni per i raduni di persone in spazi pubblici. Aumenta anche il limite per le riunioni private, che passa da 10 a 30 all'interno e da 15 a 50 all'esterno, come richiesto da una maggioranza dei cantoni.

Ristoranti

Da lunedì, via libera anche alla riapertura degli spazi interni dei ristoranti. Obbligatori spaziatura o divisione, un massimo di quattro persone per tavolo, raccolta dei dati di contatto di tutti gli ospiti e posti a sedere. All'esterno possibili i tavoli da sei. Viene inoltre abolita la chiusura tra le 23 e le 6 del mattino. Mascherine obbligatorie per chi si muove in un ristorante e per il personale. Possibili anche concerti nei ristoranti, a patto che vengano rispettate le norme sopra descritte e che non ci siano più di 100 persone all'interno e 300 di fuori. 

Sport e cultura amatoriali

Nello sport amatoriale si passa da 15 a 50 persone autorizzate a praticare insieme. Il pubblico è ammesso e si applicano le regole per gli eventi pubblici. Le competizioni di sport di squadra sono permesse solo all'aperto. Quelli di contatto, come il ballo di coppia, sono permessi all'interno senza mascherine solo in gruppi di quattro persone. Stesse regole per la cultura amatoriale. Le esibizioni di artisti dilettanti sono di nuovo possibili, così come i concerti delle corali all'aperto.

Università e bagni termali

Nelle università, la restrizione a un massimo di 50 persone per i corsi in presenza viene eliminata, a patto che il cantone approvi un sistema di test. L'obbligo di indossare una mascherina e di distanziamento continua ad essere applicato.

Riaprono anche i bagni termali, dove devono essere garantiti 15 metri quadrati per persona. Le attività possono essere praticate senza mascherina ma a distanza. Regole analoghe per le piscine coperte.

Telelavoro e quarantena

L'obbligo del telelavoro viene modificato in una raccomandazione per le aziende che fanno test una volta alla settimana. Il ritorno in ufficio deve essere graduale, sottolinea il Consiglio federale. Non appena chi lo desidera sarà vaccinato, la regola sarà allentata senza necessità di test ripetitivi.

Chi è guarito è esentato dalla quarantena da contatto e da quella da viaggio per sei mesi. Idem per chi è vaccinato; non dovrà inoltre più sottoporsi all'obbligo di test e all'obbligo di fornire informazioni di contatto all'ingresso. La misura vale anche per i minori di 16 anni, ma non a coloro che rientrano da paesi con varianti di virus preoccupanti. L'eccezione

Grandi manifestazioni

Nella sua seduta odierna, il Governo ha pure deciso il calendario per il ritorno dei grandi eventi e come vanno indennizzati in caso di annullamento per motivi epidemiologici dopo che sono stati autorizzati dai cantoni. Dal primo giugno saranno permesse cinque manifestazioni pilota per cantone con un massimo di 1000 persone all'esterno e 600 all'interno. Per quelle all'aperto, l'obbligo di indossare una maschera al posto sarà abolito.

Dal primo luglio si passerà a 3000 spettatori all'interno e 5000 all'esterno. Per gli eventi all'aperto con posti in piedi, come i festival all'aria aperta, sarà permesso un massimo di 3000 persone, a metà capacità e con maschere. L'ammissione sarà limitata alle persone completamente vaccinate, guarite o che hanno un risultato negativo del test. Dal 20 agosto via libera agli eventi con un massimo di 10'000 persone.

Scudo protettivo

Per sostenere le manifestazioni d'importanza sovracantonale, il Parlamento ha introdotto un cosiddetto "scudo protettivo", che permette di pianificare eventi pubblici prima che sia chiaro se la situazione epidemiologica ne permetterà lo svolgimento. Confederazione e Cantoni partecipano ai costi non coperti di quelle che devono essere annullate.

Per avere diritto a questa indennità, una manifestazione pubblica deve essere stata autorizzata dal Cantone e assoggettata allo scudo protettivo. La cerchia dei visitatori deve inoltre provenire anche da Cantoni diversi da quello in cui si svolge e alle singole giornate devono partecipare almeno 1000 persone. L'organizzatore dovrà pagare fino a 5000 franchi di franchigia e il 10% dell'importo restante.

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved