NJ Devils
2
PHI Flyers
2
3. tempo
(1-1 : 1-0 : 0-1)
CHI Blackhawks
0
SJ Sharks
1
2. tempo
(0-0 : 0-1)
BOS Bruins
1
VAN Canucks
2
2. tempo
(1-1 : 0-1)
ANA Ducks
0
TOR Leafs
0
1. tempo
(0-0)
ristoranti-eventi-e-incontri-privati-si-riapre-piu-del-previsto
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
consiglio di stato
8 ore

Friburgo: la destra mantiene la maggioranza

Dopo un primo turno favorevole a socialisti e Verdi, con quattro candidati tra i primi sette, alla fine il risultato è stato ribaltato
votazioni cantonali
9 ore

A Zurigo legge sull’energia pulita, in Vallese stop ai predatori

A Ginevra si potranno destituire i consiglieri di Stato, eredità del caso Maudet. A Basilea Campagna nuovo piano di integrazione per gli stranieri
Svizzera
10 ore

Sì a Legge Covid e cure infermieristiche. Giustizia, secco No

La modifica della Legge Covid passa con il 62%; 61% e maggioranza dei cantoni per le cure infermieristiche. No al 68,1% per il sorteggio dei giudici
Svizzera
13 ore

Nasce ‘Aufrecht Schweiz’, il movimento politico corona-scettico

Gli oppositori alle misure anti-Covid, fra cui gli ‘Amici della Costituzione’, si uniscono in un movimento con l’obiettivo di entrare nelle istituzioni
Svizzera
14 ore

Verso il Sì alla Legge Covid-19. Segui i risultati in diretta

Secondo le prime tendente, si profila un Sì per Legge Covid-19 e cure infermieristiche, No al sorteggio dei giudici federali
Svizzera
15 ore

Votazioni, polizia erige protezioni attorno a Palazzo federale

Nei giorni scorsi i contrari alle misure anti-Covid avevano lanciato sulle reti sociali appelli per una manifestazione davanti al Parlamento
Svizzera
16 ore

‘La nuova variante si diffonderà anche in Svizzera’

A dirlo è la presidente della task force Covid-19 del Consiglio federale Tanja Stadler
Svizzera
17 ore

Giornata di votazioni federali e cantonali

A livello svizzero gli oggetti in votazione sono la Legge Covid-19, l’iniziativa ‘Per cure infermieristiche forti’ e l’iniziativa sulla giustizia
Svizzera
17 ore

Svizzera, la maggioranza è a favore dell’obbligo di vaccinazione

Lo rivela un sondaggio pubblicato dal SonntagsBlick. Il 63% degli interrogati vorrebbe l’introduzione della regola 2G (vaccinato o guarito)
Svizzera
1 gior

Grigioni, è morto il parapendista caduto domenica ad Arosa

L’uomo era precipitato da un’altezza di una decina di metri ed era in seguito scivolato lungo un ripido pendio
Svizzera
1 gior

Covid, nuove misure a Neuchâtel e San Gallo

Nel cantone romando il livello d’allerta è passato ad arancione, mentre il governo sangallese chiede più controlli nelle aziende e nella ristorazione
Svizzera
1 gior

Invito a sottoporsi al test tornando dal Sudafrica

Tutti i test PCR positivi saranno esaminati approfonditamente sul tipo di variante, rispettivamente sequenziati
Svizzera
1 gior

Cassis telefona al ministro degli esteri cinese

Il direttore del DFAE aveva dovuto rinviare la visita prevista per oggi a causa di un guasto al jet del Consiglio federale
Svizzera
1 gior

Argovia, con 2,6 per mille finisce su terrazza ristorante

La conducente è rimasta illesa. Le hanno ritirato la patente e sarà denunciata al ministero pubblico
Svizzera
1 gior

La selezione dei pazienti da curare è “eticamente devastante”

Lo afferma la sociologa Tanja Krones, secondo cui il triage indica che le risorse limitate non sono utilizzate in modo ottimale
Svizzera
1 gior

Rifiutano di vaccinarsi: l’esercito li licenzia

È successo a cinque militari professionisti del Comando forze speciali. Diversi di loro hanno presentato ricorso al Tribunale amministrativo federale
Svizzera
2 gior

Associazioni economiche svizzere stilano agenda ‘ricostituente’

Economiesuisse, Usam e Unione svizzera degli imprenditori delineano i contorni della politica economica post-Covid
Svizzera
2 gior

Covid, i Cantoni reagiscono con mascherine, certificati, booster

Dopo la decisione del governo federale di mercoledì 24 novembre di non introdurre restrizioni a livello nazionale, le autorità cantonali si attivano
Svizzera
26.05.2021 - 13:450
Aggiornamento : 17:26

Ristoranti, eventi e incontri privati: si riapre più del previsto

Le riaperture vanno oltre le proposte poste in consultazione: da 30 a 50 persone per gli eventi privati, via i limiti per gli assembramenti in spazi pubblici

a cura de laRegione

 Riapertura degli spazi interni dei ristoranti, nessuna quarantena per i vaccinati, telelavoro solo raccomandato per le aziende che testano, ed aumento del numero di persone ammesse in vari ambiti.

Sono questi alcuni degli allentamenti annunciati oggi dal Consiglio federale in ambito sanitario che entreranno in vigore lunedì prossimo. Visto il miglioramento della situazione epidemiologica, l'Esecutivo va oltre quanto proposto in consultazione.

Il numero di casi di Covid-19 sta diminuendo e alla fine del mese la maggior parte dei cantoni avrà completato la vaccinazione delle persone particolarmente a rischio, sottolinea il Governo in una nota, aggiungendo che questo traguardo coincide con la fine della fase di protezione, la prima delle tre previste dalla strategia adottata per uscire dalla crisi. Ha ora inizio la seconda fase, quella di stabilizzazione, nella quale viene data a tutta la popolazione adulta la possibilità di farsi vaccinare.

Alain Berset: «Siamo ottimisti: la campagna vaccinale funziona, i vaccini sono efficaci. Inoltre le regole di protezione continuano a essere rispettate. Non c'è stata un'evoluzione dei contagi, anzi c'è stata una riduzione nell'ambito delle riaperture che abbiamo iniziato a fare. Abbiamo deciso quindi di fare un passo avanti sostanziale più importante di quello lanciato in consultazione due settimane fa. È conclusa la fase 1, quella di protezione e ora passiamo a quella di stabilizzazione: non è un ritorno totale, non ancora, alla normalità, ma ogni giorno, se restiamo focalizzati sull'obiettivo, ci avvicina all'uscita dalla pandemia». Riguardo le vaccinazioni, Berset ha precisato che ci si aspetta un'omologazione, e successivamente una raccomandazione, anche per bambini e adolescenti.

Eventi

Per gli eventi con pubblico, anche religiosi, si passa da 50 a 100 persone all'interno e da 100 a 300 all'esterno. I posti per le manifestazioni non devono più essere assegnati in modo definitivo; la mascherina e la distanza sono sufficienti. 

Eventi senza pubblico, come le visite guidate, saranno possibili dentro e fuori con un massimo di 50 persone invece di 15. Non ci sono inoltre più restrizioni per i raduni di persone in spazi pubblici. Aumenta anche il limite per le riunioni private, che passa da 10 a 30 all'interno e da 15 a 50 all'esterno, come richiesto da una maggioranza dei cantoni.

Ristoranti

Da lunedì, via libera anche alla riapertura degli spazi interni dei ristoranti. Obbligatori spaziatura o divisione, un massimo di quattro persone per tavolo, raccolta dei dati di contatto di tutti gli ospiti e posti a sedere. All'esterno possibili i tavoli da sei. Viene inoltre abolita la chiusura tra le 23 e le 6 del mattino. Mascherine obbligatorie per chi si muove in un ristorante e per il personale. Possibili anche concerti nei ristoranti, a patto che vengano rispettate le norme sopra descritte e che non ci siano più di 100 persone all'interno e 300 di fuori. 

Sport e cultura amatoriali

Nello sport amatoriale si passa da 15 a 50 persone autorizzate a praticare insieme. Il pubblico è ammesso e si applicano le regole per gli eventi pubblici. Le competizioni di sport di squadra sono permesse solo all'aperto. Quelli di contatto, come il ballo di coppia, sono permessi all'interno senza mascherine solo in gruppi di quattro persone. Stesse regole per la cultura amatoriale. Le esibizioni di artisti dilettanti sono di nuovo possibili, così come i concerti delle corali all'aperto.

Università e bagni termali

Nelle università, la restrizione a un massimo di 50 persone per i corsi in presenza viene eliminata, a patto che il cantone approvi un sistema di test. L'obbligo di indossare una mascherina e di distanziamento continua ad essere applicato.

Riaprono anche i bagni termali, dove devono essere garantiti 15 metri quadrati per persona. Le attività possono essere praticate senza mascherina ma a distanza. Regole analoghe per le piscine coperte.

Telelavoro e quarantena

L'obbligo del telelavoro viene modificato in una raccomandazione per le aziende che fanno test una volta alla settimana. Il ritorno in ufficio deve essere graduale, sottolinea il Consiglio federale. Non appena chi lo desidera sarà vaccinato, la regola sarà allentata senza necessità di test ripetitivi.

Chi è guarito è esentato dalla quarantena da contatto e da quella da viaggio per sei mesi. Idem per chi è vaccinato; non dovrà inoltre più sottoporsi all'obbligo di test e all'obbligo di fornire informazioni di contatto all'ingresso. La misura vale anche per i minori di 16 anni, ma non a coloro che rientrano da paesi con varianti di virus preoccupanti. L'eccezione

Grandi manifestazioni

Nella sua seduta odierna, il Governo ha pure deciso il calendario per il ritorno dei grandi eventi e come vanno indennizzati in caso di annullamento per motivi epidemiologici dopo che sono stati autorizzati dai cantoni. Dal primo giugno saranno permesse cinque manifestazioni pilota per cantone con un massimo di 1000 persone all'esterno e 600 all'interno. Per quelle all'aperto, l'obbligo di indossare una maschera al posto sarà abolito.

Dal primo luglio si passerà a 3000 spettatori all'interno e 5000 all'esterno. Per gli eventi all'aperto con posti in piedi, come i festival all'aria aperta, sarà permesso un massimo di 3000 persone, a metà capacità e con maschere. L'ammissione sarà limitata alle persone completamente vaccinate, guarite o che hanno un risultato negativo del test. Dal 20 agosto via libera agli eventi con un massimo di 10'000 persone.

Scudo protettivo

Per sostenere le manifestazioni d'importanza sovracantonale, il Parlamento ha introdotto un cosiddetto "scudo protettivo", che permette di pianificare eventi pubblici prima che sia chiaro se la situazione epidemiologica ne permetterà lo svolgimento. Confederazione e Cantoni partecipano ai costi non coperti di quelle che devono essere annullate.

Per avere diritto a questa indennità, una manifestazione pubblica deve essere stata autorizzata dal Cantone e assoggettata allo scudo protettivo. La cerchia dei visitatori deve inoltre provenire anche da Cantoni diversi da quello in cui si svolge e alle singole giornate devono partecipare almeno 1000 persone. L'organizzatore dovrà pagare fino a 5000 franchi di franchigia e il 10% dell'importo restante.

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved