la-svizzera-omologa-il-vaccino-di-moderna
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 ora

Collina d’Oro, ‘l’acqua vogliamo gestirla noi’: è referendum

Lanciata la raccolta delle firme contro il messaggio municipale sulla cessione alle Aziende industriali di Lugano della gestione globale dell’acquedotto
Mendrisiotto
1 ora

PoLuMe, dalla Sinistra di Stabio una risoluzione contraria

Il Gruppo ha consegnato in cancelleria una dichiarazione da far passare al prossimo Consiglio comunale, per ribadire il proprio no al progetto
Mendrisiotto
2 ore

Campi piccoli e spogliatoi vecchi, ‘mancano le strutture’

Nel Mendrisiotto diverse squadre di calcio costrette a cambiare paese per giocare le partite. ‘Una riflessione da fare a livello regionale’.
Luganese
2 ore

Adria Costruzioni, comunque vada sarà un maxi processo

Almeno 7 gli imputati in attesa del rinvio a giudizio alle Assise criminali di Lugano per il crac milionario dell’impresa edile scoperto nel 2015
Mendrisiotto
2 ore

Aggregazione Basso Mendrisiotto, una serata per parlarne

La sezione momò del Ps organizza un evento che avrà luogo a Balerna il 1° giugno, con ospiti i vicesindaci di Chiasso e Vacallo
Luganese
2 ore

Taverne: liberato un capriolo dalla vasca di contenimento

L’animale è stato soccorso dai guardiacaccia e dalla Società di protezione animali di Bellinzona, dileguandosi nel bosco
Luganese
2 ore

Lugano, estate in arrivo: che sicurezza alla Foce?

Un’interrogazione socialista domanda al Municipio cosa è stato messo in campo per la stagione balneare alle porte
Luganese
2 ore

Lugano, per il Municipio con la Gipi Sa tutto in regola

L’esecutivo sottolinea di non essere a conoscenza di criticità riguardo all’operato e agli immobili in mano alla Gestioni Immobiliari per Istituzionali
Mendrisiotto
3 ore

Riva San Vitale, serata pubblica sulle Fornaci

L’evento si terrà l’8 giugno. Inoltre, nel Palazzo comunale è stata posata un’opera evocativa dell’artista Pierino Sulmoni
Luganese
3 ore

Francesco Hoch ricevuto a Savosa

Il Municipio ha organizzato nei giorni scorsi un ricevimento per il compositore di fama internazionale
Luganese
3 ore

Lugano, spettacolo delle Forze aeree svizzere

Il gruppo acrobatico PC-7 Team inscenerà delle dimostrazioni di volo sopra all’aerodromo di Agno
Luganese
3 ore

Filarmonica di Castagnola in concerto

Domenica 19 giugno al Lac il secondo concerto per gli ottant’anni del sodalizio, rinviato più volte a causa della pandemia
12.01.2021 - 13:38
Aggiornamento : 14:27

La Svizzera omologa il vaccino di Moderna

Il Dipartimento della sanità e della socialità (DSS): con il nuovo vaccino aumenta di più del doppio la disponibilità per il Canton Ticino

Swissmedic ha comunicato oggi di aver omologato il secondo vaccino anti Covid in Svizzera. Si tratta del vaccino di Moderna, per il quale la Confederazione ha prenotato complessivamente 7,5 milioni di dosi. Le prime saranno consegnate a breve alla Farmacia dell’esercito, che si occuperà dello stoccaggio alle condizioni richieste. In seguito procederà alla prima distribuzione ai Cantoni.

Il Dipartimento della sanità e della socialità (DSS) accoglie con piacere la notizia dell’omologazione del secondo vaccino in Svizzera da parte di Swissmedic. Il via libera consente di proseguire con la pianificazione della campagna di vaccinazione come previsto dalla strategia federale, secondo precisi gruppi target prioritari. La disponibilità di dosi accresciuta, possibile grazie alla fornitura di Moderna, permetterà un’accelerazione della campagna di vaccinazione.

Seppure contingentata, con l’arrivo di Moderna la disponibilità di vaccino per il Canton Ticino già nel corso del mese di gennaio aumenterà più del doppio: alle 16’575 dosi in parte già ricevute da Pfizer e in parte attese nelle prossime due settimane, entro fine mese si aggiungeranno 23’600 dosi annunciate per Moderna. Da febbraio i quantitativi di Moderna aumenteranno progressivamente e nel corso della primavera, secondo quanto previsto dalla Confederazione, si potrà disporre delle dosi necessarie per aprire la vaccinazione a tutta la popolazione.

È importante ribadire che questo obiettivo rimane per ora secondario: la strategia della Confederazione, attuata di riflesso dal Cantone, impone di raggiungere prima i gruppi a rischio. Occorre pertanto procedere progressivamente, coinvolgendo uno dopo l’altro questi gruppi in funzione della disponibilità in questa fase ancora limitata dei vaccini Pfizer e Moderna.

Rispetto al vaccino di Pfizer/BioNTech, quello di Moderna richiede una procedura di manipolazione meno complessa. In particolare sarà possibile conservare le dosi (confezionate in ordine di 100 per scatola) in un normale frigorifero per 30 giorni. Questa gestione meno rigida del preparato consente al Cantone di affiancare alla possibilità di vaccinazione in uno dei tre centri (Rivera, Ascona o Tesserete) anche quella della vaccinazione di prossimità grazie al coinvolgimento degli studi medici e dei Comuni. La raccolta dei dati degli studi medici disponibili ad offrire questo servizio è in corso, così come la raccolta da parte delle cancellerie comunali dei nominativi delle persone over 85 a cui in questo momento è consentito l’accesso al vaccino. Nei prossimi giorni, sulla scorta delle conferme da parte della Confederazione in merito alle forniture di vaccino Moderna, l’Ufficio del farmacista cantonale terminerà di pianificare la distribuzione sul territorio.

Raccomandazione di non rinviare la seconda dose

Il vaccino anti-Covid-19 di Moderna può essere somministrato a persone di età pari o superiore a 18 anni. La vaccinazione consiste in due dosi somministrate per via intramuscolare a intervalli di 28 giorni. Secondo gli studi clinici, le persone vaccinate sono protette in modo affidabile quattordici giorni dopo la seconda dose.

Sulla base dei dati attuali, Swissmedic raccomanda di rispettare l'intervallo di vaccinazione e di non rinviare la seconda dose. Si raccomanda inoltre di non combinare tra loro vaccini diversi in quanto non si dispone di dati sull'intercambiabilità dei vaccini.

Effetti collaterali al centro dell'attenzione

Swissmedic assicura di sorvegliare attentamente la sicurezza dei vaccini. Gli effetti collaterali più comuni sono paragonabili a quelli osservati dopo una vaccinazione antinfluenzale. L'ottenimento dell'omologazione vincola il titolare al rilevamento continuo delle informazioni su sicurezza, efficacia e qualità del vaccino.

Le domande di omologazione per gli altri vaccini pandemici continueranno a essere esaminate mediante la procedura di rolling review con la massima priorità utilizzando tutte le risorse a disposizione.

Swissmedic deciderà l'omologazione degli altri vaccini pandemici non appena avrà a disposizione dati a sufficienza. A tal fine l'istituto intrattiene uno scambio di informazioni a intervalli brevi con le autorità partner.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
moderna vaccino anti-covid
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved