laRegione
Nuovo abbonamento
si-torna-al-divieto-di-assembramenti-per-piu-di-30-persone
Il consigliere di Stato Raffaele De Rosa (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
foto
Luganese
1 ora

Quattro veicoli in fiamme a Gandria, un arresto

Poco dopo l'una di notte le guardie di confine sono intervenute per spegnere un principio d'incendio. Arrestato un 24enne italiano, si teme il dolo
Locarnese
1 ora

Aeroporto, 'luci' della pista accese correttamente

La risposta dei responsabili dello scalo alle affermazioni, critiche, contenute nell'interpellanza del consigliere nazionale Bruno Storni al Consiglio federale
Luganese
3 ore

Giorno 9, la tappa più breve ma tabella di marcia 'messa bene'

Per Soccorso Cresta e il figlio Gabriele percorsi sotto un gran caldo 41,68 chilometri fra Rimini e Pesaro.
Mendrisiotto
7 ore

InterCity, il Mendrisiotto fuori gioco fin dal 2009

L'Ufficio federale dei trasporti risponde alle rivendicazioni del Distretto: 'Tocca al Cantone cambiare idea, inserendo la regione fra gli agglomerati da collegare'
Ticino
7 ore

'Lega identitaria, non a rimorchio dell'Udc'

Chiesa verso la presidenza democentrista, Foletti:'Area di destra rafforzata'. Quadri: 'Il nostro futuro dipende solo da noi'. Censi: 'Occhio alla nostra storia'
Luganese
7 ore

Stelle cadenti, l'Osservatorio del Lema anticipa San Lorenzo

All'Osservatorio astronomico questa sera l'associazione Le Pleiadi apre la possibilità di gettare uno sguardo al firmamento e alla costellazione di Perseo
Ticino
16 ore

Andrea Pronzini capo del Centro di formazione di polizia

Coordinerà le attività di selezione dei candidati aspiranti agenti. Subentra a Manuela Romanelli Nicoli
Luganese
17 ore

Gandria e Morcote, aumentano le corse in battello

La Società di navigazione ha potenziato l'offerta pomeridiana
Bellinzonese
18 ore

Nessun complotto: costrinse la figliastra a fare sesso

La Corte di appello conferma la sentenza emessa in primo grado: il 69enne della regione è colpevole di violenza carnale. Dovrà scontare cinque anni di carcere.
Luganese
18 ore

Tram Treno, le associazioni ambientaliste: si deve fare di più

I tre sodalizi chiedono al progetto del Dipartimento del territorio: riassetto dello snodo di Cavezzolo e mantenimento della linea di collina
Luganese
19 ore

I City Angels di Lugano distribuiranno 4000 mascherine gratis

Iniziativa di aiuto per combattere la pandemia, grazie al sostegno di due società ticinesi
Ticino
19 ore

Tutti i controlli radar della prossima settimana

Ecco l'elenco completo delle località in cui verranno svolti dei controlli della velocità mobili e semi-stazionari
Luganese
19 ore

Balneabili le acque di Porto Ceresio

Soddisfatta la sindaca, Jenny Santi che negli ultimi mesi era stata presa di mira da minoranza e ambientalisti
Ticino
03.07.2020 - 13:290
Aggiornamento : 16:51

Si torna al divieto di assembramenti per più di 30 persone

Dopo la lieve ripresa dei contagi, il Consiglio di Stato ha adottato nuove misure in vigore da subito. Merlani: 323 persone in quarantena

Sono cinque le misure decise oggi dal Consiglio di Stato per cercare di contenere la diffusione del coronavirus, dopo il caso della recluta positiva al locale 'Woodstock' di Bellinzona, che ha costretto alla quarantena un elevato numero di persone. Le disposizioni adottate dal governo, che entrano in vigore immediatamente e saranno valide fino al 19 luglio, sono le seguenti:

  • Si torna al divieto di assembramenti per più di 30 persone nei luoghi pubblici
  • Gli ospiti di ristoranti, bar e locale notturni potranno essere al massimo cento
  • Le strutture dovranno raccogliere i dati degli avventori, e dovranno inoltre verificare la veracità dei dati richiedendo la presentazione di un documento d'identità ed effettuando una chiamata telefonica di controllo ai numeri di cellulare forniti dagli avventori.
  • Negli esercizi pubblici è fortemente raccomandato l’uso della mascherina
  • Le persone che rientrano dall’estero con l’obbligo di quarantena, così come stabilito ieri dalle autorità federali, dovranno annunciarsi entro due giorni alla hotline cantonale 0800 144 144

Quarantena per 323 persone

Come noto, i nuovi casi d'infezione riguardano prevalentemente dei giovani. «È probabile che la combinazione della riapertura delle frontiere e le riaperture del 6 giugno abbiano portato alla trasmissione del virus – afferma il medico cantonale Giorgio Merlani –. Attualmente sono 323 le persone in quarantena, due le persone che hanno mostrato sintomi sospetti. Mentre ci sono ancora altre 35 che finora non hanno risposto al cellulare». Tra le persone poste in quarantena dalle autorità vi sono anche una studentessa e un bambino (che a sua volta ha determinato altre cinque quarantene).

Locali, cento persone dall'apertura alla chiusura

Il divieto per più di 30 persone riguarda gli assembramenti «non le manifestazioni – spiega il capitano Elia Arrigoni –. Queste potranno continuare a svolgersi nel rispetto di quanto previsto dalle ordinanze federali». Arrigoni poi chiarisce come funzionerà il limite di cento presenze all'interno dei ristoranti e locali notturni: «Dal momento dell'apertura i gestori potranno accogliere fino a cento ospiti e soltanto cento. Ciò vuol dire che una volta raggiunto il numero massimo, anche se qualche cliente lascia il locale, non potranno essere accolti altri».

Per il Consigliere di Stato Raffaele De Rosa è chiaro che in questi giorni vi è in corso un cambiamento delle tendenze: «Avevamo già espresso qualche settimane fa le nostre perplessità in merito alla velocità con la quale il Consiglio federale ha proceduto all’allentamento delle misure sanitarie – osserva De Rosa –. Oggi queste perplessità si traducono nella necessità di agire a livello cantonale». «Si tratta – interviene Merlani – di porre dei correttivi per quelle situazioni che hanno dato prova di aver bisogno di certe misure, affinché si possa convivere con le riaperture senza dover affrontare una seconda ondata epidemica».

Il Woodstock al momento non è un focolaio

Al momento in Ticino, indica il medico cantonale, ci sono due focolai «piuttosto sotto controllo». Tali focolai non riguardano il caso della recluta positiva al Woodstock di Bellinzona, bensì «due feste private, collegate tra di loro, di studenti rientrati da Oltralpe». Il medico cantonale aggiunge che le conseguenze, dal punto di vista dei contagi, di tutto quanto avvenuto in questi giorni «lo scopriremo fra dieci giorni». 

 

 

 

Allegati
© Regiopress, All rights reserved