Ti-Press
Giornalista al lavoro
Ticino
06.05.2019 - 16:540

Il corso di giornalismo in una nuova veste

Rinnovato il programma formativo e aggiunta l'opzione 'operatore dei media' aperta alle nuove figure professionali attive nel mondo dell'informazione

Il corso di giornalismo della svizzera italiana si rinnova. E lo fa per provare a stare al passo delle "trasformazioni che stanno investendo il mondo dell’informazione e della comunicazione" e per tenere conto delle "nuove figure professionali che intervengono nel prodotto giornalistico".

L'edizione 2019/20 del corso che prenderà avvio il prossimo autunno proporrà, per la prima volta, due percorsi in contemporanea: il primo di durata annuale che porta al conseguimento del diploma cantonale di giornalista. Il secondo, la novità, durerà circa quattro mesi e rilascerà ai partecipanti un certificato di perfezionamento professionale quale operatore dei media. Questa opzione è stata pensata per aprire il corso a tutte le nuove professioni che oggi fanno parte del mondo dell'informazione: videomaker, social media editor, fotografi, assistenti di redazione, data journalist e altri ancora. 

L’idea, presentata stamattina da Gianni Gaggini e Aldo Sofia, è quella di dare al percorso formativo un’impronta incentrata sul lavoro pratico, senza tuttavia trascurare gli aspetti teorici, in particolare il confronto con altre realtà nazionali e la conoscenza delle leggi che regolano l’attività giornalistica.

Per informazioni è possibile rivolgersi al Segretariato dei Corsi di giornalismo della Svizzera italiana, tel. 091/803 94 95

Potrebbe interessarti anche
Tags
corso
giornalismo
informazione
mondo
media
mondo informazione
© Regiopress, All rights reserved