laRegione
Nuovo abbonamento
Ti Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
32 min
Due nuovi casi di Covid-19 in Ticino
Nelle ultime 24 ore il totale delle persone testate positive è salito a 3'367. Ieri il cantone aveva altato il grado di allerta da blu ad arancione.
Ticino
1 ora
Scattano i controlli di polizia contro i motori molesti
Molte segnalazioni: via ai controlli per scovare auto e moto eccessivamente rumorose, soprattutto perché modificate illegalmente
Locarnese
1 ora
Maggia, mano tesa alle attività commerciali locali
Agli abitanti del Comune in omaggio un buono acquisto dal valore di 25 franchi da spendere nei ristoranti e nei negozi del paese e delle sue frazioni
Locarnese
1 ora
Brissago, tiro in campagna e tiro obbligatorio
Domani duplice appuntamento con la Società tiratori delle Isol, nel pieno rispetto delle orme sanitarie
Mendrisiotto
4 ore
‘Se si chiude lanciamo una petizione popolare’
Si annuncia battaglia per la difesa del reparto di ostetricia all'Obv. Matteo Muschietti: 'Il Mendrisiotto non merita un ospedale zoppo'
Luganese
4 ore
Vezia: non passa (a sorpresa) la residenza per la terza età
Dopo un iter lungo e condiviso, ma segnato da un ricorso, il legislativo non ha approvato il progetto da 34 appartamenti per anziani autosufficienti di Aila
Bellinzonese
4 ore
Liceo di Bellinzona e lockdown, 'bilancio in chiaro-scuro'
Il Sisa conferma l'esistenza di docenti che non hanno seguito le disposizioni del Decs. Zeno Casella: 'Ma in generale la scuola ha reagito bene'
Locarnese
4 ore
Scuola-lavoro, un sondaggio per capire e aiutare
Un questionario alle famiglie di Terre di Pedemonte, Onsernone e Centovalli per riorientare i servizi e le risorse finanziarie
Luganese
13 ore
Lugano, 100 candeline per Magdalena Ambrosetti-Castelberg
La signora, residente in via Vignola, raggiungerà l'ambito traguardo sabato circondata dall'affetto dei famigliari
Luganese
13 ore
La Posta di Comano sarà... alla Rsi
Lo ha comunicato il Gigante Giallo, informando che la nuova sede sarà operativa dal 27 luglio
Ticino
24.09.2018 - 10:160

Salasso Cassa Malati

In Ticino l'anno prossimo aumenterà del 2,5%, superiore alla media svizzera. Alle 12.30 la conferenza stampa.

I premi dell’assicurazione malattia di base aumenteranno in media dell’1,2% l’anno prossimo in Svizzera: un rincaro inferiore alla media degli anni precedenti che cela però differenze regionali importanti: il Ticino presenta il terzo aumento più consistente del paese, con un +2,5%. E per i minorenni e gli ultra 26enni la progressione sarà ancora più forte.

La fattura a sud delle Alpi sarà particolarmente più salata se si considera la categoria degli adulti da 26 anni: stando ai dati diffusi oggi dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) per loro il premio mensile 2019 sarà di 410 franchi, il 4,0% in più del 2018.


A titolo di comparazione, sia per l’anno in corso che per quello seguente l’inflazione elvetica è attesa sotto l’1% dalla Banca nazionale svizzera. E sul fronte dei salari l’ultimo studio di Credit Suisse ha ventilato un +0,3 reale nel 2019.


Aumenti del 4,0% saranno messi a carico in Ticino anche ai minorenni (0-18 anni), che saranno chiamati a pagare – in media – 107 franchi. In netto calo per contro (-16,2%) è l’entità dei premi dei giovani adulti (19-25 anni), che scenderanno in media di 56 franchi a 347 franchi, dopo che il parlamento federale ha deciso di ridurre l’onere per questa categoria, a scapito degli adulti, nell’ambito della compensazione dei rischi.


A livello nazionale le variazioni delle tre categorie di premi sono del +2,4% a 372 franchi (ultra 26enni), -15,6% a 274 franchi (19-25enni) e +2,4% a 101 franchi (0-18 anni). Nei Grigioni gli aumenti sono più forti che nella media nazionale, ma in cifre assolute i premi rimangono inferiori: i dati sono rispettivamente +2,9% a 321 franchi, -12,5% a 245 franchi e +3,0% a 87 franchi.


Considerando tutti i cantoni, il premio medio pagato da un adulto in Ticino è superato solo da Ginevra (480 franchi), Vaud (419) e Neuchâtel (415). I meno sollecitati dai costi sanitari nel loro portafoglio sono invece gli abitanti di Appenzello Interno (264) e di Zugo (299). La media di premio nazionale per tutte le classi di età è di 315 franchi.


L’UFSP fa inoltre sapere che vi è un cambiamento nella presentazione dei dati: si punta ora sul premio medio, che prende in considerazione i premi effettivamente pagati da tutte le categorie di età, vale a dire tenendo conto anche delle franchigie adottate e delle opzioni come la scelta limitata del medico. Viene invece abbandonato il cosiddetto premio standard, vale a dire quello pagato dagli adulti con franchigia di 300 franchi e copertura incidenti: non viene più considerato rappresentativo, perché oggi solo il 20% degli adulti è assicurato in tal modo:


L’aumento di quest’anno di 1,2% è inferiore a quello medio annuo degli ultimi dieci anni (che, calcolato secondo i nuovi parametri, è del +3,5%) e di quello medio dall’introduzione dell’assicurazione obbligatoria nel 1996 (+3,9%).


I costi della spese sanitarie e quindi i premi continuano ad aumentare, riconosce l’UFSP. Secondo l’ufficio federale l’evoluzione in atto negli ultimi anni è dovuta a un maggiore ricorso alle cure, la cui portata non può essere spiegata da un punto di vista medico. Al fine di limitare la crescita degli oneri sanitari a carico dell’assicurazione malattia di base il Consiglio federale ha inviato in consultazione a metà settembre una prima serie di misure. Una seconda seguirà nel 2019. I provvedimenti si basano sulle raccomandazioni di un gruppo di esperti internazionali.

© Regiopress, All rights reserved