tra-le-10-e-le-20-ditte-interessate-al-ccl-di-tisin
Appuntamento sabato a Mendrisio
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
18 min

Il temporale lascia ‘muto’ internet a Gudo

Ha provocato qualche disagio il fronte di maltempo che nella notte ha attraversato il nostro cantone
Ticino
31 min

Guasto tecnico alla linea Flüelen-Biasca, treni soppressi

Interrotto fino a nuovo avviso il traffico ferroviario da e per il Ticino sulla linea ad alta velocità. Convoglio dirottati su quella vecchia
Luganese
2 ore

Lidi e piscine nel Sottoceneri: dov’è l’acqua più ‘salata’?

Famiglie, persone in Avs, studenti: quanto pagano per una giornata di tuffi? Dall’economica Riva San Vitale alla chic Riva Caccia, viaggio fra le tariffe
Ticino
2 ore

‘Due milioni di franchi per proteggere gli allevamenti dal lupo’

Li chiede al Cantone una mozione di Gardenghi (Verdi), firmata anche dal Ps. Donati (Protezione dai grandi predatori): ‘Non servono soldi, ma meno lupi’
Bellinzonese
2 ore

Ricca offerta culturale del Centro Pro Natura Lucomagno

La rinnovata infrastruttura di Acquacalda proporrà delle escursioni guidate nella regione e delle colonie estive
Locarnese
9 ore

Quasi 6mila franchi, il debito pro capite della Città di Locarno

Il Consiglio comunale ha approvato il consuntivo 2021: pesante deficit di 5’428’560 franchi e capitale proprio abbassato da 11,3 a circa 5,8 milioni.
Bellinzonese
12 ore

Manupia in concerto alla Spiaggetta di Arbedo-Castione

La collaudata coverband ticinese si esibirà alle 21
Locarnese
12 ore

Formazza-Rovana, sul confine i lupi uccidono un vitello

All’alpe di Cravariola azzannato a morte un bovino. I cani mettono in fuga i due predatori. Anche il vescovo emerito da Mogno difende la pastorizia
Ticino
12 ore

Polizia unica, Dafond in commissione: demolendo non si migliora

Il presidente dell’Associazione comuni (Act) in audizione alla ‘Giustizia e diritti’ ribadisce: ‘Prossimità, le polcomunali hanno un ruolo fondamentale’
Bellinzonese
13 ore

Abusò del figlio e di altri bambini, 4 anni e 6 mesi di carcere

Condannato un uomo sulla settantina: tra le mura di casa ha approfittato di una dozzina di ragazzini, la maggior parte durante sedute di massaggi
Bellinzonese
13 ore

Porte aperte al Teatro Sociale di Bellinzona

Durante l’estate, per cinque sabati, in concomitanza con il mercato cittadino, sarà possibile visitare la struttura dalle 10 alle 13
Bellinzonese
13 ore

Per valorizzare le ‘Ville’ della Val Malvaglia

Il Cantone ha promosso un incontro con le autorità federali in modo da assicurare le opere di recupero e trasformazione della regione
Locarnese
13 ore

Il BaseCamp 2022 del Festival si terrà alle Elementari di Losone

Il Comune ha confermato che l’Istituto scolastico accoglierà dal 3 al 13 agosto i giovani che nel 2019 e nel 2021 si erano ritrovati all’ex caserma
Bellinzonese
14 ore

Introduzione dei 30 km/h sulla strada principale a Daro

Il progetto, in pubblicazione fino al 29 agosto, ha lo scopo di migliorare la sicurezza dei pedoni e in particolare del percorso casa-scuola
Locarnese
14 ore

Locarno, Colonia estiva aperta ai Comuni

Al Parco della Pace cinque pomeriggi di animazione con ‘Tutti al circo’, rivolti ai bambini dai 5 ai 12 anni
Ticino
14 ore

Como, il neosindaco: salto di qualità dell’elettorato

Le prime dichiarazioni di Alessandro Rapinese dopo la sua elezione a primo cittadino. Quando scrisse di multe non pagate e di ‘precisetti elvetici’
Bellinzonese
14 ore

A fine agosto la quinta edizione del Greina Trail

Oltre alle consuetudinarie competizioni, da quest’anno in calendario anche il percorso ‘Walking’ e il ‘Kids Trail’
Luganese
14 ore

Passaggio di consegne al Lions Club di Lugano

In occasione dell’annuale cerimonia di fine anno l’uscente Luca Maria Gambardella ha ceduto il testimone al neopresidente Paolo Lamberti
05.10.2021 - 15:57
Aggiornamento: 22:02

‘Tra le 10 e le 20 ditte interessate al Ccl di TiSin’

Ocst e Unia fanno il punto sul ‘caso TiSin’ e presentano la manifestazione popolare in programma sabato 9 ottobre a Mendrisio

“In futuro non saremo più noi che caleremo dall’alto un contratto collettivo, ma sarete voi che deciderete chi devono essere le persone che vi rappresentano”. La frase è quella pronunciata durante un’assemblea del personale da un dirigente di una delle tre industrie del Mendrisiotto – Plastifil a Mendrisio, Ligo Electric a Ligornetto e Cebi Micromotors a Stabio – dove è stato siglato un contratto collettivo di lavoro proposto da Ticino Manufacturing e avallato dall’organizzazione TiSin, che blocca lo stipendio minimo ben al di sotto dei 19 franchi orari fissati dalla nuova normativa che entrerà in vigore a dicembre. In vista della manifestazione di sabato 9 ottobre a Mendrisio, i sindacati Ocst e Unia hanno voluto fare il punto della situazione, anche alla luce delle sempre più frequenti voci che indicherebbero che altre aziende del Distretto stiano seguendo la stessa via.

Spunta un quarto nome

Le indiscrezioni stanno trovando conferma. «Dopo la manifestazione all’esterno della Cebi di Stabio, sappiamo che ci sono altre aziende che si stanno affacciando – commenta Nenad Jovanovic, vice segretario regionale dell’Ocst e responsabile del settore industria nel Mendrisiotto –. Siamo stati contattati da lavoratori della Helios Quartz di Novazzano, preoccupati perché sembrerebbe che la procedura sia già in corso e ci hanno chiesto come questa dovrebbe funzionare, se dovranno firmare qualcosa, se ci saranno contratti nuovi e come verrà introdotto questo salario più basso rispetto a quello previsto dal Cantone». Seppur non ancora confermato, o smentito, dai diretti interessati, quello dell’azienda di Novazzano non sarebbe un caso isolato. «Ce ne sono altre, tra le 10 e le 20 – aggiunge Vincenzo Cicero, cosegretario responsabile Unia Sottoceneri –, ma fintanto che non avremo segnali più chiari, preferiamo tenere un profilo basso». Il punto di partenza è stato chiaro fin da subito. «Quello che possiamo sicuramente dire – commenta Cicero – è che il fenomeno si estenderà. Se non lo ha ancora fatto è solo grazie a tutto il rumore che siamo stati in grado di fare».

La radiografia delle aziende

Ma chi sono le aziende che si stanno avvicinando a questo Contratto collettivo di lavoro? «Sono tutte aziende che più o meno conosciamo – risponde ancora Cicero –. Le tre che lo hanno già firmato sono tra quelle che hanno presentato ricorso al Tribunale federale, mentre Helios Quartz non si è caratterizzata particolarmente per la tutela dei lavoratori durante il periodo della pandemia». Quelle che hanno preso contatto con Ocst e Unia sono «aziende che hanno chiesto di lavorare, e lavorato, durante il lockdown – annota Cicero –. Bisogna sfatare il mito che si tratta di aziende che in questo particolare momento di crisi stanno cercando un sindacato ‘compiacente’ per cercare di attraversare questo periodo. Sono aziende che riescono a campare perché possono contare su un 95% di lavoratori frontalieri che possono pagare meno di un residente».

‘C’è molta rabbia, ma anche paura’

In vista della manifestazione di sabato, Ocst e Unia stanno lavorando con tutte le industrie del Distretto. «C’è molta rabbia ma anche molta paura – spiega ancora Vincenzo Cicero –. Tanti lavoratori ci dicono che parteciperebbero, ma hanno paura di essere visti, e hanno paura di prendere il nostro volantino perché sanno di essere guardati». Stando a quanto appreso dai sindacalisti, «in queste aziende viene fatta una grandissima pressione sui lavoratori affinché si iscrivano a TiSin. Il direttore della Plastifil sta esortando i lavoratori a iscriversi, mentre alla Ligo Electric c’è la promozione di un anno di iscrizione gratuita con il materiale del sindacato sparso in tutta la fabbrica quando generalmente un nostro volantino viene sequestrato all’entrata». I sindacati hanno registrato anche delle lettere di disdetta «con il nome della ditta come mittente» e sono venuti a conoscenza di sondaggi interni «con indicazioni chiare ai capireparto di inserire tutti i lavoratori nella classe 1, ovvero quella più bassa».

‘Il problema non è risolto’

Il nuovo Contratto collettivo di lavoro e il coinvolgimento di TiSin ha fatto molto rumore nelle ultime settimane. «Crediamo che questa sovrastruttura data da TiSin e Ticino Manufacturing non sia conforme alla legge, nel senso che non siamo confrontati a un sindacato e quindi a un contratto collettivo – sono le parole di Giangiorgio Gargantini, segretario di Unia –. L’impegno dell’autorità a svolgere rapidamente dei controlli mirati dovrebbe portare abbastanza in fretta a una chiarificazione anche dal punto di vista giuridico». Una cosa è certa. «Il problema non è risolto: lo dimostrano le pressioni sui lavoratori e nelle altre fabbriche. E non lo sarà a breve con la struttura legale e giuridica che abbiamo in questo momento».

‘Poro TiSin’, in piazza a Mendrisio

L’appuntamento per dire ‘no’ al dumping salariale è per questo sabato, a partire dalle 10, sul piazzale esterno del Centro manifestazioni Mercato coperto di Mendrisio. Durante l’evento ci saranno una serie di interventi pubblici, di personalità e no, legati al tema del dumping salariale e in merito a quello che sta succedendo nel Mendrisiotto. «Al di là degli aspetti politici, stiamo affrontando una tematica salariale – aggiunge Gargantini –. Ci sono centinaia di lavoratori ai quali si stanno rubando 4-5 franchi dalla busta paga». La scelta di Mendrisio come luogo della manifestazione non è stata casuale. «È il territorio maggiormente coinvolto da tutto quello che sta succedendo – commenta Giorgio Fonio, segretario regionale dell’Ocst –. Siamo tutti ticinesi, mi sento particolarmente momò e questo territorio non merita quello che sta succedendo».

Leggi anche:

In tre industrie si vira sul Ccl. 'Aggirato il salario minimo'

Salario minimo e Ccl, altre aziende alla finestra

Ocst e Unia fuori dai cancelli della Cebi: 'Adesso si lotta'

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved