ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
5 ore

Minusio, Lyceum club da Pedro Pedrazzini

Visita all’atelier dello scultore locarnese giovedì prossimo. A seguire, la merenda
Gallery
Locarnese
5 ore

La Rega decolla nei consensi e nella simpatia

Ben 14’000 visitatrici e visitatori hanno approfittato dell’opportunità di gettare uno sguardo dietro le quinte della base e dell’hangar
Luganese
6 ore

Inaugurato il nuovo Consorzio depurazione acque della Magliasina

Entrato in servizio a Purasca nel 1987 è stato oggetto di ampliamento e ottimizzazione generale fra il 2018 e il 2022
Luganese
10 ore

Precipita mongolfiera: fra curiosi e passanti... la sorpresa

Si è trattato di un’esercitazione congiunta fra la Società svizzera di salvataggio di Lugano e il Gruppo aerostatico Ticino
Mendrisiotto
13 ore

Case ‘Greenlife’, il Municipio nega la licenza edilizia

A Novazzano l‘esecutivo boccia il progetto del complesso abitativo in zona Torraccia. ’Non è in sintonia con il paesaggio’
Locarnese
17 ore

Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere

Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
17 ore

‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’

Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
1 gior

Tra l’Alabama e il Ticino

L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
1 gior

Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico

Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
1 gior

Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi

Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Luganese
1 gior

‘Per il Decs è permesso fare propaganda politica nelle scuole?’

In un’interrogazione Robbiani e Guscio (Lega) contestano una lettera recapitata alle famiglie nella quale si invita a manifestare al taglio alle pensioni
Luganese
1 gior

Castagnola, credito di 3,5 milioni per via Cortivo

Il progetto intende sostituire le canalizzazioni comunali come pure realizzare un posteggio per cicli e motocicli
Ticino
1 gior

Un ottobre da... radar

Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
Bellinzonese
1 gior

Camorino, servono 2,5 milioni in più per il Centro polivalente

Il Consiglio di Stato chiede un credito suppletorio ai già stanziati 11 milioni: ‘Necessario aumentare le superfici degli alloggi’ per richiedenti l’asilo
Luganese
1 gior

Lugano, disavanzo di 5,3 milioni nel Preventivo 2023

Dato positivo, ma da relativizzare, spiega Foletti, considerando il nuovo sistema di calcolo. Moltiplicatore d’imposta: si propone di lasciarlo al 77%
Luganese
1 gior

A Lugano e Mendrisio la Biennale svizzera del territorio

Si terrà dal 6 all’8 ottobre. Il pubblico verrà confrontato con il tema ‘(non)finito’, legato alla continua necessità di materie prime
27.04.2021 - 18:34
Aggiornamento: 19:04

Chiasso, Dosi: ‘Riprendiamo a lavorare, i temi non mancano’

Parola al nuovo vicesindaco: l'idea di rivendicare la carica è arrivata dopo aver analizzato i risultati del Consiglio comunale

chiasso-dosi-riprendiamo-a-lavorare-i-temi-non-mancano
Definiti i ruoli (Ti-Press)

Davide Dosi (Us-I Verdi) è il nuovo vicesindaco di Chiasso. La legislatura della cittadina di confine inizia quindi con una novità che chiude una settimana di ‘candidature’: tutti e quattro i municipali eletti hanno infatti rivendicato la carica. «Non mi aspetto niente di diverso da ieri – ammette il nuovo vicesindaco –. La scelta è stata fatta, ora si cominci a lavorare sui temi che ci impegneranno veramente perché di temi da sviluppare non ne mancano». Dosi non nasconde comunque di essere «molto contento» per la scelta del Municipio. La spinta a rivendicare il ruolo è arrivata «dal gruppo». L'esponente di Us-I Verdi ammette che «fino ai risultati del Consiglio comunale non ci avevo pensato. Quando siamo diventati il secondo partito del legislativo – uno degli obiettivi fissati dall'assemblea, oltre all'aumento, pure raggiunto, del numero di rappresentanti, ndr – l'idea ha preso piede». Dosi di definisce «molto tranquillo: non credo che il mio ruolo o quello dei colleghi di Municipio cambierà: l'importante è che si lavori bene in gruppo e nella conduzione dei dicasteri». Il nuovo vicesindaco è consapevole che «c'è chi ha fatto un risultato migliore del mio, questo è innegabile». La motivazione di fondo è stata quella che, con una maggioranza relativa (del Plr) in Municipio, «è giusto che nel nostro sistema democratico vengano riconosciute le forze dei partiti minoritari. In quest'ottica – conclude Dosi – è corretto che il vicesindacato sia esterno al Plr». 

Quella ‘legge non scritta’

Non avere scelto un vicesindaco Plr «non è una sorpresa e nemmeno una specialità di Chiasso – commenta il sindaco Bruno Arrigoni –. Se guardiamo a Chiasso e agli ultimi 50 anni, quando il Plr ha avuto la maggioranza relativa, la carica di vicesindaco non è mai stata assunta dal secondo municipale del Plr». Quella andata in scena oggi è stata «una scelta democratica che ha premiato Davide Dosi». Il Municipio di Chiasso, aggiunge il sindaco, ha in sostanza applicato «la legge non scritta di dare un ruolo a un altro partito anche per rafforzare la concordanza dell'esecutivo». Numeri alla mano, numerosi cittadini si aspettavano che ad assumere la carica sarebbe stata la seconda municipale del Plr, Sonia Colombo-Regazzoni, che alle urne ha ottenuto 1'538 voti personali. «Sonia ha fatto una grande votazione – conclude Arrigoni –. Meritava il vicesindacato». La carica è stata ricoperta dal Plr negli anni di maggioranza assoluta in Municipio, l'ultima volta pochi anni fa, con Moreno Colombo sindaco, Stefano Camponovo vice e lo stesso Bruno Arrigoni municipale.

‘Ricominciamo a lavorare’

Sonia Colombo-Regazzoni tiene a ribadire che «la mia candidatura non era legata al voler ‘portare via tutto’ come Plr. Mi sono messa a disposizione alla base del mio risultato personale e per il sostegno, che so di avere, da parte della popolazione: era giusto che i cittadini sapessero che ero pronta ad assumere questo ruolo». La municipale Plr non si sente tradita dal suo partito («che posso solo ringraziare») e, archiviata questa parentesi, auspica di «ricominciare a lavorare, che è quello che mi interessa», conclude Sonia Colombo-Regazzoni.

Cambia solo l'Economia

Nella sua prima seduta ufficiale della legislatura 2021-2024, il Municipio di Chiasso ha attribuito anche i dicasteri, senza particolari rimpasti. L'unico cambiamento riguarda l'Economia, nell'ultima legislatura nelle mani di Roberta Pantani e ora passato sotto la responsabilità del sindaco. «Ci stavamo riflettendo da tempo – commenta la municipale Lega-Udc e vicesindaco uscente («mi sono rimessa a disposizione perché la seconda forza politica aveva l'esperienza per continuare con il mandato») –. L'Economia staccata dalle Finanze non ha tanto senso, per cui abbiamo preferito unire i due settori. Rimarrò comunque la rappresentante del Municipio nell'Ente regionale di sviluppo (Ers)». L'obiettivo di Pantani era quello di «mantenere la Socialità, dicastero che peraltro nessuno ha rivendicato, visto anche l'importanza che il settore avrà in futuro». Nel dettaglio, il sindaco Bruno Arrigoni si occuperà di Istituzioni, Finanze, Relazioni istituzionali-Economia e Azienda comunale Acqua. Il vicesindaco Davide Dosi sarà responsabile dei dicasteri Educazione e Attività culturali; Sonia Colombo-Regazzoni di Territorio e Sicurezza pubblica; Roberta Pantani di Socialità e Davide Lurati di Pianificazione, trasporti pubblici e ambiente e Sport e Tempo libero.

‘La fascia di capitano’

A inizio pomeriggio si è tenuta la proclamazione del sindaco Bruno Arrigoni. Maurizio Cattaneo, Giudice di Pace el Circolo di Balerna, gli ha consegnato le credenziali e, di fatto, «la fascia di capitano di una squadra che ha portato a termine un buon campionato. Qui non si tratta di vincere punti o coppe, ma la fiducia della popolazione dell'opinione pubblica». Per Cattaneo, «Bruno rispecchia bene l'immagine di Chiasso: è una persona attenta, sensibile, responsabile, disponibile e alla mano. Non posso che essere contento di consegnargli la fascia di capitano per questa nuova stagione, forse più dura della precedente, ma da portare avanti con una squadra già ben rodata».

Leggi anche:

Chiasso, il vicesindaco è Davide Dosi

Vicesindaco di Chiasso, spunta l'ipotesi Ppd

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved