ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarno
35 min

Originalità e ambizione: la Cultura è in due parole

Direzione dei Servizi, con il bando uscito ieri la Città di Locarno cerca una figura in grado di ridisegnare l’intera struttura
Ticino
2 ore

Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’

A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
3 ore

Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’

La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
Bellinzonese
3 ore

Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’

Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
3 ore

Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione

Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Mendrisiotto
4 ore

‘Goccia a goccia’, i primi vent’anni di Espérance Acti

Il documentario che testimonia l’attività dell’associazione di Balerna verrà presentato il 14 e 15 ottobre alla Torre dei Forni
Luganese
4 ore

Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr

Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
Bellinzonese
4 ore

Pecore moribonde: ‘Chi avrebbe dovuto tutelare la loro salute?’

I Verdi (primo firmatario Marco Noi) interrogano il Consiglio di Stato in merito al gregge abbandonato a se stesso in zona diga del Lucendro
Locarnese
4 ore

Da ‘Stranociada a Strarisotada’, sempre di successo si tratta

Lasciata alle spalle (si spera) la pandemia, archiviata un’edizione 2022 gettonatissima dalla popolazione, si prepara il futuro dell’evento
Luganese
4 ore

Lugano, lotta alla povertà in tempi di crisi

Simposio con la Federazione delle Ong della Svizzera italiana sabato 22 ottobre nell’auditorio dell’Usi
Luganese
4 ore

Lugano, condividere e conoscere per progettare insieme

Il 25 ottobre al Palazzo dei Congressi un incontro promosso da Autismo Svizzera italiana e Fondazione Ares
Luganese
4 ore

Alambicco in funzione nel nucleo di Astano

La tradizionale sagra sarà proposta sabato 8 ottobre. Ad animare la giornata anche bancarelle, una mostra e l’alambicco in funzione
Locarnese
4 ore

Locarno, incontro in mediateca

Il primo del nuovo ciclo dedicato all’inconoscibilità. Relatore: il filosofo Raffele Scolari
Mendrisiotto
5 ore

Razzismo e social media, tavola rotonda a Mendrisio

Alla Filanda un laboratorio di discussione per produrre nuove riflessioni che contribuiscano allo sviluppo della lotta al razzismo in rete in Ticino
Luganese
5 ore

All’Open di Lugano vince l’ucraino Li Min Peng

Scacchi protagonisti all’hotel Villa Sassa con la quindicesima edizione del torneo internazionale e della competizione under 16
Luganese
5 ore

I Mondiali a Lugano saranno al Centro esposizioni

Pubblicato il bando per organizzare la visione delle partite. Possono annunciarsi esercizi pubblici, associazioni e gruppi con sede in città
27.04.2021 - 18:34
Aggiornamento: 19:04

Chiasso, Dosi: ‘Riprendiamo a lavorare, i temi non mancano’

Parola al nuovo vicesindaco: l'idea di rivendicare la carica è arrivata dopo aver analizzato i risultati del Consiglio comunale

chiasso-dosi-riprendiamo-a-lavorare-i-temi-non-mancano
Definiti i ruoli (Ti-Press)

Davide Dosi (Us-I Verdi) è il nuovo vicesindaco di Chiasso. La legislatura della cittadina di confine inizia quindi con una novità che chiude una settimana di ‘candidature’: tutti e quattro i municipali eletti hanno infatti rivendicato la carica. «Non mi aspetto niente di diverso da ieri – ammette il nuovo vicesindaco –. La scelta è stata fatta, ora si cominci a lavorare sui temi che ci impegneranno veramente perché di temi da sviluppare non ne mancano». Dosi non nasconde comunque di essere «molto contento» per la scelta del Municipio. La spinta a rivendicare il ruolo è arrivata «dal gruppo». L'esponente di Us-I Verdi ammette che «fino ai risultati del Consiglio comunale non ci avevo pensato. Quando siamo diventati il secondo partito del legislativo – uno degli obiettivi fissati dall'assemblea, oltre all'aumento, pure raggiunto, del numero di rappresentanti, ndr – l'idea ha preso piede». Dosi di definisce «molto tranquillo: non credo che il mio ruolo o quello dei colleghi di Municipio cambierà: l'importante è che si lavori bene in gruppo e nella conduzione dei dicasteri». Il nuovo vicesindaco è consapevole che «c'è chi ha fatto un risultato migliore del mio, questo è innegabile». La motivazione di fondo è stata quella che, con una maggioranza relativa (del Plr) in Municipio, «è giusto che nel nostro sistema democratico vengano riconosciute le forze dei partiti minoritari. In quest'ottica – conclude Dosi – è corretto che il vicesindacato sia esterno al Plr». 

Quella ‘legge non scritta’

Non avere scelto un vicesindaco Plr «non è una sorpresa e nemmeno una specialità di Chiasso – commenta il sindaco Bruno Arrigoni –. Se guardiamo a Chiasso e agli ultimi 50 anni, quando il Plr ha avuto la maggioranza relativa, la carica di vicesindaco non è mai stata assunta dal secondo municipale del Plr». Quella andata in scena oggi è stata «una scelta democratica che ha premiato Davide Dosi». Il Municipio di Chiasso, aggiunge il sindaco, ha in sostanza applicato «la legge non scritta di dare un ruolo a un altro partito anche per rafforzare la concordanza dell'esecutivo». Numeri alla mano, numerosi cittadini si aspettavano che ad assumere la carica sarebbe stata la seconda municipale del Plr, Sonia Colombo-Regazzoni, che alle urne ha ottenuto 1'538 voti personali. «Sonia ha fatto una grande votazione – conclude Arrigoni –. Meritava il vicesindacato». La carica è stata ricoperta dal Plr negli anni di maggioranza assoluta in Municipio, l'ultima volta pochi anni fa, con Moreno Colombo sindaco, Stefano Camponovo vice e lo stesso Bruno Arrigoni municipale.

‘Ricominciamo a lavorare’

Sonia Colombo-Regazzoni tiene a ribadire che «la mia candidatura non era legata al voler ‘portare via tutto’ come Plr. Mi sono messa a disposizione alla base del mio risultato personale e per il sostegno, che so di avere, da parte della popolazione: era giusto che i cittadini sapessero che ero pronta ad assumere questo ruolo». La municipale Plr non si sente tradita dal suo partito («che posso solo ringraziare») e, archiviata questa parentesi, auspica di «ricominciare a lavorare, che è quello che mi interessa», conclude Sonia Colombo-Regazzoni.

Cambia solo l'Economia

Nella sua prima seduta ufficiale della legislatura 2021-2024, il Municipio di Chiasso ha attribuito anche i dicasteri, senza particolari rimpasti. L'unico cambiamento riguarda l'Economia, nell'ultima legislatura nelle mani di Roberta Pantani e ora passato sotto la responsabilità del sindaco. «Ci stavamo riflettendo da tempo – commenta la municipale Lega-Udc e vicesindaco uscente («mi sono rimessa a disposizione perché la seconda forza politica aveva l'esperienza per continuare con il mandato») –. L'Economia staccata dalle Finanze non ha tanto senso, per cui abbiamo preferito unire i due settori. Rimarrò comunque la rappresentante del Municipio nell'Ente regionale di sviluppo (Ers)». L'obiettivo di Pantani era quello di «mantenere la Socialità, dicastero che peraltro nessuno ha rivendicato, visto anche l'importanza che il settore avrà in futuro». Nel dettaglio, il sindaco Bruno Arrigoni si occuperà di Istituzioni, Finanze, Relazioni istituzionali-Economia e Azienda comunale Acqua. Il vicesindaco Davide Dosi sarà responsabile dei dicasteri Educazione e Attività culturali; Sonia Colombo-Regazzoni di Territorio e Sicurezza pubblica; Roberta Pantani di Socialità e Davide Lurati di Pianificazione, trasporti pubblici e ambiente e Sport e Tempo libero.

‘La fascia di capitano’

A inizio pomeriggio si è tenuta la proclamazione del sindaco Bruno Arrigoni. Maurizio Cattaneo, Giudice di Pace el Circolo di Balerna, gli ha consegnato le credenziali e, di fatto, «la fascia di capitano di una squadra che ha portato a termine un buon campionato. Qui non si tratta di vincere punti o coppe, ma la fiducia della popolazione dell'opinione pubblica». Per Cattaneo, «Bruno rispecchia bene l'immagine di Chiasso: è una persona attenta, sensibile, responsabile, disponibile e alla mano. Non posso che essere contento di consegnargli la fascia di capitano per questa nuova stagione, forse più dura della precedente, ma da portare avanti con una squadra già ben rodata».

Leggi anche:

Chiasso, il vicesindaco è Davide Dosi

Vicesindaco di Chiasso, spunta l'ipotesi Ppd

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved