una-via-regionale-per-lo-sport-nel-mendrisiotto
Il tema della piscina regionale resta d'attualità (archivio Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
45 min

Arzo ritrova la ‘Fontana dei pesci’. Senza le carpe di Rossi

La Città si appresta a posare di nuovo in paese la vasca in marmo. Ma della scultura dell’artista si sono perse le tracce
Bellinzonese
50 min

Giorgio Lotti nuovo presidente del Lions Club Bellinzona e Moesa

Sostituirà l’uscente Sergio Pedrazzini. Negli ultimi due anni la fondazione ha potuto svolgere un’intensa attività benefica, nonostante la pandemia
Ticino
53 min

‘Ricerca scientifica, il governo tenga conto dei nostri auspici’

La commissione Formazione sottoscrive il rapporto Ermotti-Lepori che ritiene evasa la richiesta di Polli per maggiori investimenti: ‘Ma per il futuro...’
Bellinzonese
1 ora

‘Un problema’ ferma la funicolare del Ritom

L’impianto resterà chiuso fino al 5 luglio. Per i viaggiatori ancora presenti nella regione sarà a disposizione un servizio di bus navetta
Luganese
1 ora

Cadempino, gli aumenti di stipendio tornano in Municipio

Il Consiglio comunale rinvia all’esecutivo la proposta di modifica dell’articolo del Regolamento organico dei dipendenti. Approvato il consuntivo.
Locarnese
1 ora

Bosco Gurin, quei tesori spesso nascosti

Da sabato il via alla stagione estiva, con una ricca offerta di svaghi per il tempo libero. In funzione la seggiovia e la slittovia
Ticino
1 ora

Il Ps: ‘Più assegni per aiutare le famiglie con minori’

L’obiettivo dell’iniziativa parlamentare socialista è togliere chi fa più fatica dalla povertà marcata, ed evitare che finisca in assistenza
Luganese
2 ore

Ucraina, Terre des hommes: salviamo la generazione futura

Alla vigilia della Conferenza di ricostruzione dell’Ucraina a Lugano, l’appello e le testimonianze dell’organizzazione per la protezione dell’infanzia
Bellinzonese
2 ore

Mercalibro in Piazza Buffi a Bellinzona

Appuntamento per mercoledì 6 dalle 11 alle 17. A seguire letture di racconti sulla Beat Generation al Bar Cervo
Mendrisiotto
2 ore

A Chiasso le opere dell’artista ucraino Ivan Turetskyy 

Fino al 24 luglio quattro oli e acrilico su tela saranno esposti a m.a.x. museo, Spazio Officina, Biblioteca e in Municipio
Locarnese
2 ore

‘Inchiesta amministrativa e capacità operativa due cose diverse’

Il capodicastero Sicurezza Zanchi e il comandante della Polcomunale di Locarno Bossalini difendono il proprio operato e quello dei loro agenti.
Luganese
2 ore

Pavimentazione fonoassorbente a Montagnola

I lavori si terranno nelle notti tra il 4 e il 9 luglio nella zona del nucleo, lungo un tratto di 300 metri
Bellinzonese
2 ore

La camminata Bellinzona-Locarno per celebrare Leonardo da Vinci

Il ‘Tour Leonardesco del Canton Ticino’ sarà inaugurato domenica 17 luglio con un facile percorso a piedi nel verde
Ticino
3 ore

‘Alla guida nessuna distrazione!’

Dipartimento istituzioni e Polizia cantonale rinnovano la raccomandazione
Mendrisiotto
3 ore

Coldrerio, in vigore l’ordinanza per gli incentivi energetici

Il documento segue l’approvazione del Regolamento. Un unico documento che permette al cittadino di farsi un’idea chiara sulle facilitazioni comunali.
Bellinzonese
3 ore

Airolo, visitabile il cantiere del secondo tubo del San Gottardo

Diverse possibilità per chi volesse saperne di più su questa ‘opera monumentale’ che trasformerà in parte il territorio comunale
Luganese
3 ore

Birra protagonista nel fine settimana in Capriasca

La quarta edizione di Birra in Capriasca si terrà l’1 e 2 luglio sul piazzale delle scuole elementari di Tesserete
23.02.2021 - 06:00

Una via regionale per lo sport nel Mendrisiotto

Dietro le quinte del percorso che, nei prossimi mesi, porterà alla costituzione dell'Ente regionale per lo sport Mendrisiotto e Basso Ceresio

Vedrà la luce nelle prossime settimane, al più tardi nel corso dell'estate. Il nuovo Ente regionale per lo sport Mendrisiotto e Basso Ceresio è pronto a lasciarsi alle spalle il lungo iter che ha portato alla sua costituzione e a iniziare quella che sarà la sua attività a livello regionale. Il messaggio e lo statuto sta arrivando in questi giorni nei 17 Consigli comunali che dovranno votarlo. Come si legge nello statuto, in una prima fase l'Ente avrà diversi compiti, “inizialmente riconoscibili nella coordinazione e nella gestione di un portale sportivo regionale, nell'identificazione e definizione delle future chiavi di riparto, nonché nella coordinazione dei temi legati allo sport nella regione del Mendrisiotto e Basso Ceresio. A partire dal 2025 l'Ente potrà avere tra i suoi compiti anche la pianificazione, progettazione e gestione degli impianti sportivi di importanza regionale, la programmazione delle opere di manutenzione straordinaria degli impianti e il finanziamento di nuove strutture secondo un preciso programma.

Un percorso lungo quattro anni

La discussione sull'Ente regionale sportivo è stata avviata nel 2017. Con Gianpiero Ceppi, capodicastero Sport di Coldrerio – capofila del progetto con Davide Lurati (Chiasso) e Paolo Danielli (Mendrisio) – entriamo dietro le quinte del progetto. «Sono molto fiducioso – ammette Ceppi –. Il tavolo di lavoro creato tra i capidicastero sport e l'Ente regionale di sviluppo ha portato a una discussione costruttiva tra gli enti pubblici e ha fatto emergere necessità e opportunità sia per i Comuni che per le associazioni sportive». Oggi i Comuni, con la loro gestione corrente, finanziano molti impianti sul territorio. «In alcuni casi questi costi possono essere molto importanti per l'ente pubblico – sottolinea Ceppi –. Trovare possibilità e progetti sui quali collaborare come regione potrebbe portare vantaggi economici sia a favore dei comuni sia delle associazioni, garantendo per quest’ultime le offerte di infrastrutture per riuscire a svolgere al meglio le proprie attività». Grazie all'Ente, «ci sarà una migliore organizzazione dei progetti: quello che si vuole per esempio evitare è la costruzione di palestre solo a fini scolastici senza considerare le necessità delle società. La palestra che abbiamo recentemente rinnovato a Coldrerio entrerà nella rete dell'Ente». Nei rapporti verso le autorità cantonali, inoltre, «ci sarà una maggiore condivisione sui progetti per definirne caratteristiche e funzionalità».

Tre fasi di studio

Il percorso che ha portato al messaggio municipale è stato caratterizzato da tre fasi. La prima ha portato a una raccolta e analisi dei dati di associazioni e strutture sportive. La seconda allo sviluppo degli obiettivi del progetto e la terza alla concretizzazione di questi obiettivi. Quale delle tre è stata la più complicata? «Durante le fasi progettuali ci sono sempre stati entusiasmo e collaborazione – aggiunge Ceppi –. Abbiamo sempre avuto l'avallo dagli esecutivi per proseguire in quanto la via tracciata era quella giusta». Con l'arrivo del messaggio e dello statuto «siamo alla resa dei conti e speriamo che la costituzione dell'Ente possa dare conferma dell'entusiasmo espresso in questi anni». 

Timori finanziari e domande in sospeso

Una delle principali osservazioni presentate durante le fasi di studio è stata quella legata alla gestione finanziaria dell'Ente. «Il tema è sensibile ed evidentemente ci sono timori sui costi – sottolinea il municipale di Coldrerio –. Si chiede che l'Ente, che ricordo essere composto dai comuni e consultivo, possa pianificare al meglio, considerando le peculiarità dei Comuni e coinvolgendo gli stessi in ogni fase. Le associazioni, quasi tutte sorrette dal volontariato, hanno un ruolo fondamentale nella nostra società ed è quindi corretto organizzarci per riuscire come regione a dare delle risposte concrete alle associazioni». Il portale attualmente in fase di sviluppo e che sarà online prima dell'estate, sarà «una prima risposta concreta». Il passo in avanti effettuato è evidente, ma alcuni punti sono rimasti in sospeso. «Il tema della piscina regionale rimane d'attualità e lo si vuole affrontare a corto termine per definire una strategia chiara su come poter procedere verso un futuro impianto natatorio – conferma Ceppi –. Resta aperto il tema del comparto Spai a Mendrisio, ma i tempi stringono per decidere come regione». Alla lista si aggiunge la pista di atletica di Chiasso («l'unica adatta a meeting ma oggi deficitaria»). La palestra multidisciplinare di Genestrerio ha invece segnato un passo avanti grazie alla licenza edilizia e la volontà del Municipio di Mendrisio di concedere il terreno. «Questa struttura, unica nel suo genere, se sostenuta potrà essere un nuovo impianto che risponde alle esigenze di diverse associazioni della regione».

‘Riconfermiamo l'entusiasmo’

Per la nascita dell'Ente regionale per lo sport Mendrisiotto e Basso Ceresio mancano unicamente, come detto in apertura, i voti dei legislativi. «L'ente potrà vedere la luce solo se sostenuto dalla maggioranza dei comuni: sarà banale, ma l'unione fa la forza e come regione potremo senz'altro trovare le giuste vie per rispondere alle esigenze dell'ente pubblico e dello sport – conclude Gianpiero Ceppi –. L'auspicio è che venga riconfermato l’entusiasmo espresso da tutti gli esecutivi in fase di studio».

Leggi anche:

L'ente regionale sportivo del Mendrisiotto nascerà in estate

Nasce l'Ente regionale per lo sport del Mendrisiotto

Staccata la licenza per la SportAcademy a Genestrerio

Tra Mendrisio e la SportAcademy oggi c'è un accordo

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
chiasso coldrerio ente sport gianpiero ceppi mendrisio messaggio municipale statuto
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved