archivio Ti-Press
Mendrisiotto
12.02.2019 - 09:150

Tentato furto alla Loomis di Chiasso, si va in Appello

I cinque imputati condannati lo scorso agosto non hanno accettato le condanne tra i 2,6 e i 3,6 anni stabilite della Corte delle assise criminali di Mendrisio

Il tentato furto alla Loomis di Chiasso sarà ridiscusso oggi e domani dalla Corte di Appello e revisione penale di Locarno. Davanti alla giudice Giovanna Roggero-Will (giudici a latere Rosa Item e Francesca Lepori Colombo) compariranno i cinque pugliesi arrestati a Chiasso nella notte tra il 25 e il 26 febbraio dell’anno scorso. Giudicato in agosto dalla Corte delle Assise criminali di Mendrisio presieduta dal giudice Amos Pagnamenta, il quintetto era stato condannato a pene comprese tra i 2 anni e 6 mesi (inflitta all’imputato che non ha partecipato ai sopralluoghi) e i 3 anni e 6 mesi di detenzione per due tentativi di furto semplici ai danni della ditta attiva nella logistica di valori: un primo tentativo risale al dicembre 2017. Tutti gli imputati sono stati espulsi dalla Svizzera per dieci anni.

L’accusa sarà sostenuta dalla procuratrice pubblica Chiara Borelli che, durante il primo processo, aveva presentato richieste di pena comprese tra i 2 anni e 5 mesi e i 3 anni e 8 mesi. Gli imputati saranno difesi in aula dagli avvocati Costantino Castelli, Deborah Gobbi, Chiara Buzzi, Roberto Rulli e Maurizio Pagliuca. 

6 mesi fa 'Banda del buco': cinque pugliesi alla sbarra
6 mesi fa 'Volevamo sistemare noi, i nostri figli e i nostri nipoti'
6 mesi fa Tre anni e mezzo per la “banda del buco” di Chiasso
3 mesi fa Furto alla Loomis, uno dei capi banda si costituisce
2 mesi fa Estradata la banda del colpo alla Loomis a Chiasso
1 mese fa Tentato colpo alla Loomis, estradati altri due membri della banda
Tags
© Regiopress, All rights reserved