vivere-lambertenghi-aperto-il-concorso-di-architettura
Ti-Press
L’area su cui sorgerà la nuova proposta architettonica e sociale
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
22 min

PerBacco! è già tempo di Festa della vendemmia a Bellinzona

La manifestazione invaderà il centro storico cittadino dal 1° al 4 settembre
gallery
Bellinzonese
34 min

L’alpe Arami di Gorduno diventa ‘un patrimonio di tutti’

Inaugurato l’importante lavoro di recupero e ristrutturazione della baita con ristorazione, dotata di dormitorio, e dei pascoli
Mendrisiotto
35 min

Otr Mendrisiotto forma altri due selvicoltori

L’Organizzazione turistica regionale dà anche il benvenuto alle nuove leve. Ci sarà per la prima volta anche una donna
Bellinzonese
1 ora

La musica di montagna al lavatoio di Mascengo

Appuntamento giovedì 11 agosto col folclore ticinese e italiano
Luganese
1 ora

Viganello, grave un inquilino caduto nel palazzo

Nella notte un uomo è rimasto ferito sul balcone tetto dello stabile. Sul posto l’intervento degli agenti della Polizia cantonale e cittadina
Locarnese
2 ore

Ascona, Campionato ticinese di lancio del sasso

Uomini e donne in gara sabato prossimo, sulla pedana allestita presso l’autosilo comunale
Locarnese
2 ore

Pre-asilo Pardy, iscrizioni sempre aperte

Vi sono ancora alcuni posti disponibili per bimbi dai due anni in su
Locarnese
6 ore

Centovalli, pompieri ancora al lavoro

Un fulmine sabato sera ha innescato un rogo boschivo sopra il Monte Sauree. Militi ed elicottero in azione. In corso la bonifica
Locarnese
7 ore

Hotel Arcadia, la Sinistra vuole vederci chiaro

Interrogazione al Municipio di Locarno sul clima di lavoro e le tensioni all’interno della nota struttura ricettiva
Bellinzonese
23 ore

Reintrodotto il limite di visite allo Iosi

Nei reparti di oncologia medica, ematologia e radioterapia potrà entrare un solo visitatore al giorno per massimo 30 minuti.
Bellinzonese
1 gior

Cassis incontra a Bellinzona la prima ministra estone

Durante i colloqui si è parlato di relazioni bilaterali e guerra in Ucraina, come pure dell’utilizzo delle nuove tecnologie nella politica estera.
Luganese
1 gior

Incidente a Lugano, deceduto un 72enne

È successo questa notte. L’uomo ha perso il controllo dell’auto mentre entrava in un garage.
Mendrisiotto
1 gior

La Ferrovia Monte Generoso si rilancia con agosto

Dopo i numeri record del 2021, i mesi clou dell’attuale stagione ha visto una diminuzione del volume. Il mese corrente sembra però di buon auspicio
Ticino
1 gior

‘Non siamo riusciti a fidelizzare tutti i turisti svizzeri’

Forte aumento dei pernottamenti, eccezion fatta per il nostro cantone. Trotta (Ticino Turismo): ‘Cifre comunque più alte rispetto a prima della pandemia’
Bellinzonese
1 gior

Gottardo, code uguali ma al portale sud si sta fermi più a lungo

Ustra ha tentato di spiegare il fenomeno senza riuscirci. Un’ipotesi: chi si reca in vacanza tende a guidare più velocemente, anche in colonna
laR
 
05.08.2022 - 05:25
Aggiornamento: 15:05

‘Vivere Lambertenghi’, aperto il concorso di architettura

Il progetto mira a edificare un villaggio solidale entro il 2026: appartamenti a pigione moderata, centro diurno, asilo nido e portineria di quartiere

Ventitré appartamenti a pigione moderata, un asilo nido, un centro diurno per anziani, una portineria di quartiere. Insomma, detto in tre parole: un progetto sociale. Che potrebbe vedere la luce nel 2026 in uno dei più preziosi quartieri della Città. Compie un decisivo passo avanti la Cooperativa di abitazione Vivere Lambertenghi che dopo essersi aggiudicata il diritto di superficie dal Municipio di Lugano per 53 anni ha indetto un concorso di architettura (il bando sarà pubblicato sull’edizione di oggi del Foglio ufficiale del Canton Ticino e sul sito Internet www.simap.ch nonché all’indirizzo del sodalizio).

Una primizia nel panorama luganese

Si tratta di una primizia nel panorama luganese "che sta riscuotendo interesse e apprezzamenti dai quali emerge una rete di collaborazioni in ambito sociale a favore del quartiere" – si evidenzia in un comunicato stampa–. Da noi interpellato, il copresidente della Cooperativa, Marco Treichler, sottolinea: «Intendiamo offrire la possibilità di raccogliere molte idee, aprendo un concorso pubblico a livello svizzero e non già un concorso a invito per dare l’opportunità magari a giovani architetti di profilarsi». Il progetto Vivere Lambertenghi è promosso dal sindacato Ocst, dalle associazioni GenerazionePiù, Gruppo di Solidarietà e alcuni privati. Sin dall’inizio dell’iniziativa l’intento della Cooperativa era di dare impulso alla realizzazione di una sorta di "villaggio solidale" attorno ai servizi dell’Ocst. Le iscrizioni al bando di concorso sono aperte fino a settembre.

Il comparto di proprietà della città di Lugano su cui sorgerà la costruzione è quello di via Bertaro Lambertenghi 3, sull’ampio spiazzo arretrato in faccia alla scuola elementare, dove attualmente sorge un posteggio pubblico e un’area dismessa. Si tratterà di un edificio in verticale – il piano regolatore prevede un’altezza R6/7 – e la creazione di una piazza interna aperta al pubblico. «L’idea è quella di giungere a febbraio al progetto vincitore che sarà scelto da una apposita giuria già nominata» – fa sapere Treichler. Committente e promotore del concorso è la Cooperativa stessa, riconosciuta quale ente di pubblica utilità ai sensi della legge sulla promozione dell’alloggio. Il copresidente spiega quanto l’obiettivo del progetto sia quello di individuare una proposta adeguata dal profilo dell’inserimento nel territorio, architettonico, costruttivo, economico, sostenibile e concettuale, sulla base delle esigenze formulate sul programma di concorso. Inoltre, i destinatari degli alloggi, oltre alle famiglie con bambini, saranno anziani e famiglie monoparentali a basso reddito. Il piano terreno ospiterà il centro diurno per anziani di GenerazionePiù con funzione di portineria di quartiere e l’asilo nido per l’infanzia, Piccoli Passi.

Ma come sarà finanziato il progetto? Ancora il copresidente: «Per il momento abbiamo ottenuto garanzie bancarie. L’investimento complessivo del progetto si aggira attorno agli 11-12 milioni di franchi. Siamo in trattativa con una fondazione, che sarebbe disposta a sostenerci con un contributo a fondo perso, ma l’accordo non è ancora stato raggiunto. Inoltre, potremo contare sugli introiti derivanti dagli affitti. Chiaro che se ricevessimo delle donazioni, andrebbero a beneficio del progetto e a favore degli inquilini che potranno contare su pigioni più ridotte. La costruzione sarà a vocazione sostenibile, stiamo pensando fra l’altro a una centrale a termopompa a beneficio del quartiere, in tal senso abbiamo già avuto contatti con le Aziende industriali di Lugano».

All’indirizzo Internet della Cooperativa di abitazione Vivere Lambertenghi www.viverelambertenghi.ch si trovano nel dettaglio tutte le informazioni sull’ampio e ambizioso progetto che si prefigge di restituire una dimensione sociale al celebre quartiere cittadino di Molino Nuovo, a poche decine di metri dall’università. Nonché i dettagli riservati agli architetti che intendono partecipare al bando di concorso pubblico. Si evidenzia, fra l’altro, come i promotori si attendano "da questo concorso, oltre che una proposta urbanistica, architettonica e funzionale di qualità, una soluzione che sappia rispondere in modo adeguato alle nuove esigenze poste e valorizzare il luogo, conferendogli qualità urbana e carattere pubblico nel contesto del quartiere. In particolare vengono richiesti approfondimenti di diverse tematiche e in diverse scale quali il rapporto con il contesto, l’architettura, la costruzione, i materiali, la statica, l’organizzazione degli spazi nonché la sostenibilità". Un’altra importante considerazione sul senso profondo del progetto si trova così espressa: "Potrebbe sembrare un controsenso impegnarsi in un’operazione immobiliare del genere, se si pensa alle tante costruzioni dentro e fuori le nostre città e ai rischi spesso evocati da più parti, su una possibile bolla immobiliare. Così non è parso. Chi oggi continua a costruire edifici abitativi speculando sulla grande liquidità in circolazione e sui tassi di interesse bassi come non mai, piuttosto spesso non è orientato verso quelle categorie di persone con un reddito modesto".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved