sale-la-tensione-all-ex-macello-scontri-con-la-polizia
Ti-Press
Fuochi d’artificio sparati dal tetto dell’ex Macello
29.12.2021 - 21:22
Aggiornamento: 30.12.2021 - 00:15

Sale la tensione all’ex Macello, scontri con la polizia

Carica degli agenti sui manifestanti e sparo di lacrimogeni. Una donna sarebbe stata ferita. L’occupazione prosegue

È salita la tensione questa sera all’ex Macello rioccupato da oggi a mezzogiorno. Gli agenti, verso le 19.30, hanno sparato lacrimogeni e proiettili di gomma e hanno caricato i manifestanti rimasti. Un centinaio. Una donna sarebbe rimasta ferita. Un’ambulenza è giunta effettivamente sul posto e avrebbe prestato i primi soccorsi. L’assemblea annunciata sin dal pomeriggio è stata annullata. Intanto i due autogestiti fermati dalla polizia nella zona della scuola Lambertenghi si troverebbero tuttora in stato di fermo a Noranco, dove avrebbero luogo gli interrogatori. Al momento il viale Cassarate è bloccato alla circolazione dalla presenza di un centinaio di manifestanti.

Già annunciato un nuovo presidio per domani

Una decina di autonomi stanno tuttora occupando il sedime dell’ex Macello e alcuni di loro sostano sul tetto, da dove sono stati sparati alcuni fuochi d’artificio. Una quindicina di poliziotti - alcuni dei quali in tenuta antisommossa - hanno evacuato il piazzale esterno dove si trovano i posteggi presso l’edificio adibito a dormitorio, abbattuto con le ruspe nella notte del 29-30 maggio scorsi. Al momento la situazione sarebbe di relativa calma, ma la tensione rimane alta. Intanto, per domani mattina, gli autogestiti hanno già annunciato una colazione all’ex Macello a partire dalle 7. Segno che la rioccupazione è destinata a proseguire. Il Muncipio di Lugano questa sera sarebbe ancora riunito in forma straordinaria per decidere quali soluzioni adottare, riferisce la Rsi.

Spray al pepe contro il giovane che filma

Intanto, sui social si moltiplicano i video della serata e dell’intervento delle forze dell’ordine. Uno in particolare lascia all’apparenza perplessi: nei pressi delle scuole Lambertenghi, adiacenti all’ex Macello, un manipolo di giovani viene affrontato dai poliziotti. Una ragazza viene presa di peso da tre uomini, un paio dei quali in tenuta antisommossa, e viene allontanata perdendo i propri occhiali. Ma il nervosismo non si placa: sul finire del video un altro poliziotto utilizza lo spray al pepe contro alcuni giovani, spruzzandolo infine anche contro l’obiettivo del giovane che stava filmando.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ex macello lugano polizia rioccupazione
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved