Zurigo
1
Young Boys
0
fine
(0-0)
Lucerna
0
Basilea
1
1. tempo
(0-1)
Losanna
0
Servette
0
1. tempo
(0-0)
Milan
1
Sassuolo
3
2. tempo
(1-2)
Spezia
0
Bologna
0
2. tempo
(0-0)
Lakers
2
Ajoie
1
1. tempo
(2-1)
Zugo Academy
1
Sierre
0
1. tempo
(1-0)
Winterthur
0
La Chaux de Fonds
4
1. tempo
(0-4)
Olten
Ticino Rockets
17:30
 
Langenthal
Kloten
17:30
 
badaracco-vicesindaco-di-lugano-quadri-ricatto-del-plr
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
57 sec

Offerta professionale di base, al via un ciclo di webinar

Dalle formazioni sanitarie, a quella della logistica passando per l’informatica: l’appuntamento è online alla città dei mestieri
Luganese
18 min

Pse, le reazioni dei partiti: chi soddisfatto, chi veglierà

Dal Movimento per il socialismo al Partito popolare democratico, dal Partito socialista al Partito liberale radicale le reazioni dopo la vittoria del sì
Bellinzonese
32 min

Ente regionale sviluppo: in 10 anni sostenuti 250 progetti

Con un effetto leva di uno a tredici i 5,5 milioni elargiti sono andati a favore di investimenti per 74 milioni complessivi
Locarnese
40 min

Gordola, riapre la ‘curva Ghiggioli’

Migliorie in campo viario, il punto ai lavori del capodicastero Infrastrutture e corsi d’acqua Nicola Domenighetti
Bellinzonese
1 ora

‘Un ente comunale’ per tutte le case anziani di Bellinzona

Lo chiede l’Mps con una mozione che suggerisce anche l’inclusione delle tre strutture private e dell’Assistenza e cure a domicilio
Luganese
1 ora

Mobilità scolastica, si punta sul credito-quadro

Il messaggio sarà ispirato da uno studio svolto presso le sedi scolastiche di Lugano
Ticino
1 ora

‘Il governo agisca subito contro la ripresa della pandemia’

Lo chiedono i deputati in Gran Consiglio dell’Mps che propongono la mascherina obbligatoria nelle scuole elementari e durante eventi pubblici
Luganese
1 ora

Rossi (No): ‘Intercettata la forte perplessità dei cittadini’

Colui che ha impersonificato con Fulvio Pelli il fronte contrario al Polo sportivo ed eventi di Lugano commenta la sconfitta del referedum
Ticino
1 ora

Ocst, Fabiola Gnesa presidente del comitato statali

L’ha eletta l’assemblea tenutasi lo scorso 24 novembre. Subentra all’uscente Enrico Pusterla
Luganese
1 ora

Manno, i giovani con Fazzini, Pestoni e Roos

Ricevimento a tinte sportive per i 18enni del Comune sul Vedeggio
Ticino
1 ora

In Ticino 65,3% di Sì alla Legge Covid, solo 3 comuni per il No

Il 56,1% dei ticinesi ha inoltre approvato l’iniziativa sulle cure infermieristiche. No al 63,4% all’iniziativa Giustizia, con soli due comuni favorevoli
Luganese
2 ore

Lugano dice ‘sì’ al Polo sportivo e degli eventi (Pse)

A votare a favore della realizzazione dell’opera quasi il 57% degli elettori luganesi. Partecipazione del 62,52% degli elettori
Luganese
2 ore

Il pugilato tra suoni e parole

Incontro pubblico martedì nella Biblioteca cantonale di Lugano
Luganese
07.10.2021 - 17:440
Aggiornamento : 20:33

Badaracco vicesindaco di Lugano, Quadri: ‘Ricatto del Plr’

La (prevista) nomina di Roberto Badaracco riaccende lo scontro politico. Il sindaco Michele Foletti smorza: ‘I rapporti in Municipio non si rovineranno’

Una nomina frutto di «accordi e inciuci», nonché un «ricatto del Plr, che ha minacciato di non collaborare in Consiglio comunale se non avessero avuto questo riconoscimento». Tagliente come nel suo stile, Lorenzo Quadri stronca la decisione della maggioranza del Municipio di preferire alla sua la candidatura di Roberto Badaracco quale vicesindaco di Lugano. Il capodicastero Cultura, sport ed eventi è infatti stato sostenuto dalla collega di partito Karin Valenzano Rossi e dai municipali Cristina Zanini Barzaghi (Ps) e Filippo Lombardi (Ppd), mentre il capodicastero Formazione, sostegno e socialità dal sindaco Michele Foletti (Lega) e da Tiziano Galeazzi (Udc). Una decisione che tuttavia era nell’aria, in quanto Foletti stesso settimane fa aveva prospettato a ‘Teleticino’ lo scenario infine concretizzatosi.

Visioni opposte fra Badaracco e Quadri

«Non sono sorpreso dall’esito della votazione – ha effettivamente ammesso Quadri –, rispecchia un film già visto: la maggioranza del Municipio (Plr, Ps e Ppd, ndr) non rispetta la volontà popolare», alludendo al fatto che i propri voti alle elezioni comunali fossero superiori a quelli di Badaracco. «In realtà la volontà della maggioranza è stata rispettata – sostiene Badaracco –: Plr, Ps e Ppd, che hanno sostenuto la mia candidatura, rappresentano effettivamente la maggioranza dell’elettorato». «Immaginare che questa votazione possa rappresentare un nuovo inizio mi risulta difficile – ha continuato il leghista nella sua reazione – e alle promesse del Plr di dimostrarsi più collaborativi non credo, visto che nella scorsa legislatura, pur avendo il vicesindaco del proprio partito, facevano campagna contro il Municipio a maggioranza leghista. Rispetto ad aprile nulla è cambiato nei rapporti di forza e sarebbe stato quindi corretto avere, come a inizio legislatura, sindaco e vicesindaco le due persone più votate». «Non c’è stato alcun ricatto – la replica del liberale-radicale –, mi sono limitato a riportare la posizione del mio gruppo e del mio partito, ossia che sarebbe stata una mancanza di sensibilità e un atto sbagliato non concedere il vicesindacato al secondo partito e che sarebbe stato un motivo di tensione. Invece sono contento perché ha prevalso un senso di responsabilità ed è una soddisfazione personale. È un gesto che fa capire a tutti che si vuole collaborare e quindi è da interpretarsi positivamente. Non è infine vero che non è cambiato nulla da aprile, è cambiato tanto: la riuscita del referendum sul Polo sportivo e degli eventi, la demolizione parziale dell’ex Macello, la morte di Borradori. È importante ora essere coesi».

Foletti: ‘Non l’ho vissuto come un ricatto’

Toni accesi quindi fra Badaracco e Quadri, sostenuti da due comunicati rispettivamente dalla sezione Plr di Lugano e da ‘LegaLugano’, smorzati però dal sindaco Michele Foletti. «Non l’ho vissuto come un ricatto, ma piuttosto come un avvertimento. La maggioranza si è espressa a favore di Roberto Badaracco e ora valuteremo nei prossimi mesi se questa scelta porterà a una distensione dei rapporti tra Municipio e Cc, molto tesi purtroppo nei primi mesi della legislatura. Bisognerà vedere come la prenderà la Lega, ma non credo che i rapporti interni all’esecutivo si rovineranno, anche perché siamo tutti coscienti di quanto lavoro ci sia da fare e di quanto sia importante mantenere una coesione. Spero possa essere un primo passo verso l’allentamento dei toni e delle tensioni, per affrontare nel modo adeguato le prossime sfide».

Lombardi non si è candidato

A titolo di cronaca, vale infine la pena sottolineare che le candidature per il vicesindacato sulle quali il Municipio si è oggi espresso sono state solo due. Quella, inizialmente paventata ma ufficialmente mai confermata, dell’ex consigliere agli Stati Filippo Lombardi non si è quindi concretizzata. «Filippo è una persona che stimo, che vanta esperienza e competenze riconosciute, ma le premesse politiche non erano date» ha brevemente spiegato Foletti, alludendo al fatto che la lista Ppd e Verdi liberali è la quarta forza politica in Municipio per consensi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved