ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
3 ore

Bellinzona-Locarno, dacci il nostro cantiere quotidiano

La cantonale di sponda destra è diventata negli ultimi due anni una via crucis. La mappa dei lavori che terminano, che tornano e che sono previsti
Bellinzonese
13 ore

Sbarrata fino a nuovo avviso la strada cantonale Altanca-Ronco

L’abitato di Altanca e la zona del Piora saranno raggiungibili dalla strada cantonale Piotta-Altanca
Mendrisiotto
13 ore

Trompe l’oeil, ‘non c’è stato nessuno sfregio’

L’amministratrice dell’azienda di Besazio reagisce all’interpellanza dell’AlternativA. ‘La procedura? Tutto in regola’
Luganese
14 ore

Savosa, ricevuta la nuova giudice del Tribunale federale

Nei giorni scorsi, il Municipio ha accolto e si è complimentato con la sua concittadina Federica De Rossa, dopo la prestigiosa nomina
Mendrisiotto
14 ore

Sacchi dei rifiuti meno cari a Morbio Inferiore

Il Municipio rivede il prezzo dei rotoli da 17 e 35 litri. L’Ordinanza modificata sarà in vigore dal gennaio 2023
Ticino
14 ore

Calo pernottamenti, Pianezzi: ‘Investire su tutte le stagioni’

Il presidente di Hotelleriesuisse Ticino commenta i dati comunicati oggi: ‘2021 irripetibile, ora bisogna cercare margini dove ci sono: autunno e inverno’
Luganese
14 ore

Lugano, accoltellamento Manor: l’accusa annuncia l’appello

Il Ministero pubblico della Confederazione si tiene aperta la possibilità di dichiarare l’appello una volta ricevuta la sentenza motivata scritta
Luganese
15 ore

Barbengo, le Officine Cameroni celebrano sessant’anni

L’azienda, nel piazzale della sede, ha voluto condividere la ricorrenza con alcuni politici e ha omaggiato tre collaboratori storici
15.09.2021 - 18:35
Aggiornamento: 19:20

Brè, Badaracco: ‘Critiche svilenti e offensive’

Il capodicastero Cultura di Lugano replica all’associazione: ‘Proposta giunta dal Circolo culturale locale. C’erano tutti i canali per opporsi’

bre-badaracco-critiche-svilenti-e-offensive
Il dipinto contestato viene difeso da Badaracco che parla di critiche svilenti

«L’arte ha sempre suscitato dibattito, è una delle sue funzioni principali e più apprezzate. Quindi è giusto che si abbiano pareri differenti che portano a un confronto. Un altro discorso è però mettere in discussione la legittimità del progetto e le procedure seguite». Non sono piaciute a Roberto Badaracco, titolare del Dicastero cultura di Lugano le critiche espresse dall’associazione Uniti per Brè: «È una vera e propria opera d’arte elaborata per il quartiere da Livio Bernasconi, uno dei più importanti esponenti pittorici ticinesi, che ha lasciato un segno tangibile alla comunità. Definire ingombrante e fuori misura tale opera pittorica è francamente svilente e offensivo nei confronti dell’autore stesso, dei promotori locali e di tanta popolazione che ha espresso un generale apprezzamento. Infatti l’intento principale dell’autore era di portare creatività in un luogo molto pittoresco, dando anche quel pizzico di novità e di nuovo vigore».

‘Il progetto ha seguito un iter partecipativo’

Il progetto è stato peraltro concepito dal Circolo Culturale Gilardi “Lelen” di Brè che ha seguito «un percorso partecipativo nel pieno rispetto dell’iter amministrativo, contrariamente a quanto viene affermato dai critici», sottolinea Badaracco ricordando che «il Circolo ha presentato l’istanza per finanziare e realizzare un’opera commemorativa per i 50 anni della scomparsa di Wilhelm Schmid, artista svizzero a cui la Città ha dedicato un museo nel borgo e che recentemente è stato oggetto di un’azione di rilancio turistico e culturale». Approvata l’istanza, il Circolo si è rivolto a Bernasconi che ha presentato due proposte ed è stata selezionata la versione realizzata con tanto di notifica pubblicata e il consenso del proprietario della casa. Dal canto suo, ottenuto il via libera dall’Ufficio della Natura e del Paesaggio del Cantone, la Città ha rilasciato la licenza edilizia per il dipinto, con pubblicazione agli albi tra il 31 maggio e il 15 giugno. Dopo la crescita in giudicato, senza opposizioni, il Circolo ha incaricato l’artista e, con l’Ufficio quartieri della Città e la Divisione cultura, lo scorso 29 luglio il dipinto è stato presentato alla Commissione di quartiere.

Insomma, Badaracco ritiene che «i canali e i momenti per esprimere le proprie critiche ci siano stati tutti e potevano essere utilizzati. È peccato constatare che, quando ci si impegna per portare nei quartieri di Lugano opere d’arte e cultura (in senso lato), c’è chi vi si scaglia contro e vede tutto, come al solito, negativamente, invece di comprendere che questi elementi ravvivano un quartiere, lo rendono interessante, lo fanno visitare e rappresentano un valore aggiunto importante per tutta la città».

Leggi anche:

Brè, raccoglie critiche il murale blu e nero

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved