bre-raccoglie-critiche-il-murale-blu-e-nero
Ecco il murale che fa discutere e suscita critiche a Brè
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
6 min

Galleria del San Gottardo chiusa causa incidente

Giornata particolarmente ‘calda’ sulla A2: oltre ai disagi sull’asse sud-nord nel Sottoceneri, anche a nord sono da mettere in conto problemi viari
Gallery
Luganese
1 ora

Incidente con feriti all’altezza di Collina d’Oro. A2 in tilt

Urto fra un’auto e un camioncino poco dopo la galleria. In direzione nord code fino a Mendrisio
Ticino
1 ora

Lettura, un problema per quasi un quindicenne su cinque

L’Associzaione leggere e scrivere: il nostro cantone supera comunque la media svizzera e si situa in quella dei paesi più performanti
Ticino
1 ora

Giornate da ‘bollino rosso’ in arrivo sulle strade ticinesi

Ascensione, Pentecoste e Corpus Domini porteranno con sé un considerevole aumento del traffico sulla rete viaria cantonale
Bellinzonese
2 ore

Giubiasco, Piazza Grande sarà presto zona d’incontro a 20 km/h

Il progetto è in pubblicazione al Dicastero territorio e mobilità a Sementina. Il 16 settembre prevista una festa di inaugurazione
Ticino
3 ore

Contagi, ospedalizzati e pazienti in cure intensive in calo

Buone nuove nelle ultime 24 ore sul fronte coronavirus in Ticino. Dove per il terzo giorno consecutivo non si registrano decessi
Luganese
3 ore

‘La massa critica per riportare i tifosi a Cornaredo c’è’

Con Roberto Badaracco, vicesindaco di Lugano, ripercorriamo le vicissitudini che hanno caratterizzato l’ultimo anno dell’Fc Lugano
Bellinzonese
4 ore

Il Social Truck cerca nuovi partner per aiutare ancora i giovani

Il servizio offerto ai ragazzi di Bellinzona necessita di nuovi fondi visto che a settembre finiranno i sussidi della Confederazione
14.09.2021 - 16:39
Aggiornamento : 17:23

Brè, raccoglie critiche il murale blu e nero

L’Associazione protesta per l’opera ‘ingombrante’ voluta dal Municipio di Lugano per celebrare Wilhelm Schmid senza coinvolgere i residenti

“Ingombrante, sovrastante, fuori misura, anche il buon senso avrebbe aiutato a capirlo. Poi un veloce censimento delle opere artistiche che già arredano la piazza (con via Cai e vicolo piazzetta) avrebbe evidenziato come in quella piazzetta sia semplicemente superflua un’ulteriore opera artistica che annulla le altre”. Non usa mezze misure Stefano Baragiola, segretario dell’Associazione Uniti per Brè nel criticare l’iniziativa del Municipio di Lugano voluta per celebrare il cinquantesimo della morte del pittore Wilhelm Schmid che aveva vissuto nel villaggio. Per questo l’artista Livio Bernasconi, con il mandato della Città, ha realizzato la sua opera sulla facciata di una casa del nucleo. L’iniziativa del Municipio ha ottenuto il nullaosta della commissione di esperti, ma secondo l’associazione è fuori luogo. "Ora nel nucleo storico di Brè prorompe un murale artistico di colore blu e nero lungo tutta la parete di un immobile appena riattato. La piccola piazza lastricata di sassi e i pochi muri rimasti a testimoniare il patrimonio della povertà di un tempo non sono più le caratteristiche principali dell’estetica e dell’equilibrio architettonico del cuore del villaggio”, scrive Baragiola nella presa di posizione di Uniti per Brè.

‘Al di là dei limiti delle norme di Pr’

“Con la giustificazione dell’opera d’arte si sono superati tutti i limiti dettati dalle norme di applicazione del piano regolatore (tinteggiatura e inserimento paesaggistico) applicando una deroga a suo favore ma distruggendo al contempo un delicato equilibrio estetico che reggeva, seppur con difficoltà, da secoli“, si legge. Peggio ancora, constata amaramente Baragiola, gli abitanti non sono stati coinvolti: "Non basta seguire la procedura giuridica prevista per le domande di costruzione. L’impatto visivo di quest’opera è tale che richiedeva un intenso coinvolgimento della cittadinanza e un’attenta ponderazione di tutti gli interessi in gioco”. Eppure, lo strumento scientifico dell’Inventario federale degli insediamenti svizzeri da proteggere d’importanza nazionale e protezione degli insediamenti avrebbe consentito di "definire le premesse architettoniche e paesaggistiche che tale iniziativa doveva osservare nel cuore del patrimonio architettonico del villaggio di Brè”. L’iniziativa «è scellerata, tutti hanno capito che è un’opera d’arte per la piazzetta del nucleo di una grandezza esagerata, al di fuori di ogni misura accettabile, che fa sparire e sovrasta tutto il resto e le altre installazioni. Inserire un’opera dove ce ne sono già altre non è che sia una grande idea», dichiara, da noi contattato, Baragiola.

Leggi anche:

Riscoprendo l’opera e la vita di Wilhelm Schmid

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
brè lugano murales stefano baragiola
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved