lugano-ticino-lavoro-ora-puntiamo-al-gran-consiglio
Sara Beretta Piccoli e Giovanni Albertini, rieletti nel Consiglio comunale di Lugano sotto il Movimento Ticino&Lavoro (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
3 ore

Lugano, rissa al Parco Ciani: due feriti

La dinamica esatta non è ancora nota, sono intervenuti la Polizia cantonale e la Polizia comunale. I fatti sono avvenuti vicino all’entrata lato Casinò
Ticino
4 ore

La sinistra politica in strada contro i licenziamenti Dpd

Presidio di solidarietà coi lavoratori del colosso dei pacchi, accusato di condotta antisindacale. Spunta un quinto licenziamento.
Ticino
4 ore

Mauro Antonini a processo settimana prossima

L’ex comandante delle Guardie di confine deve rispondere delle presunte irregolarità nella gestione di fondi finanziari emerse in seno al corpo federale
Locarnese
5 ore

Locarno, gesto di solidarietà per Casa Martini

Donazione destinata al centro di accoglienza per persone in difficoltà
Luganese
5 ore

Campione, causa Covid slittano le aste dei beni in vendita

‘L’interesse per gli immobili non manca’, assicura il sindaco Roberto Canesi che conta di chiudere la partita dei debiti con i dipendenti comunali
Ticino
5 ore

Aiuti ai media, Viscom Ticino: ‘Sì con convinzione al pacchetto’

L’Associazione svizzera per la comunicazione visiva: per la democrazia diretta è indispensabile un paesaggio mediatico ben diversificato
Bellinzonese
5 ore

Infortunio sul lavoro a Bellinzona, gravi ferite per un operaio

L’uomo, un 42enne residente nella Provincia di Varese, ha battuto la testa mentre scendeva da una scala a chiocciola. La sua vita è in pericolo
Ticino
5 ore

‘Il Conservatorio è una scuola, deve essere accessibile a tutti’

Una mozione chiede di modificare la qualifica di due parti dell’istituto che attualmente sottostanno all’obbligo del certificato 2G
Mendrisiotto
5 ore

Vacallo ha perso 19 abitanti in un anno

Lieve calo della popolazione che ora è di 3’343 cittadini. Fanno ben sperare le 20 nascite registrate.
20.04.2021 - 17:480

Lugano, Ticino&Lavoro: ‘Ora puntiamo al Gran Consiglio’

L'avanzata dei piccoli partiti in Consiglio comunale. Tre nuove forze: Movimento Ticino&Lavoro, Più Donne e Forum Alternativo. L'Mps fuori per un soffio.

Cinque seggi e oltre l'8% dei voti. Questa legislatura a Lugano sarà contrassegnata anche da una significativa minoranza che, pur non avendo i numeri per fare gruppo, è riuscita a far breccia entrando in Consiglio comunale. Sono tre le formazioni nuove: la Sinistra Alternativa che elegge Demis Fumasoli di Forum Alternativo (ex Partito comunista), il Movimento Ticino&Lavoro (Mtl) che rielegge Sara Beretta Piccoli e Giovanni Albertini (entrambi ex Ppd, ed entrambi già nel legislativo ma come Indipendenti), Più Donne che eleggono Tamara Merlo (ex Verdi) e Isabelle Ruf. Una frammentazione che arricchirà il dibattito e lo renderà probabilmente più frizzante e interessante. Ne abbiamo parlato con i diretti interessati.

Fumasoli: ‘Mi aspettavo qualcosa in più’

«A livello di lista mi aspettavo qualcosina in più – ammette Fumasoli –. D'altra parte non eravamo l'unica forza alternativa a sinistra (in lizza c'era anche l'Mps, che non è entrato per una manciata di schede, ndr). Siamo partiti tardi con la campagna e senza fissarci obiettivi, la nostra idea era continuare l'alleanza delle Nazionali (quindi anche con i Verdi, ndr) che aveva dato ottimi frutti, ma non è stato possibile e quindi ci siamo trovati ai piedi della scala a dover fare tutto. Il gruppo comunque è eccezionale e sono molto fiducioso, non vogliamo fermarci all'1,8% ma crescere. Oltretutto è una legislatura corta quindi per noi era importante farci conoscere. Del mio risultato sono contento, ho ricevuto begli attestati di stima da parte di tutto lo schieramento politico».

Ticino&Lavoro: ‘Bellissimo risultato, ora puntiamo al Gran Consiglio’

Chi è andato abbastanza vicino ad averne tre è l'Mtl. «È un bellissimo risultato, esistiamo da poco più di un anno – osserva Albertini –. Sì, ci mancherà non lavorare nelle commissioni (non potendo far gruppo, ndr), però resteremo molto attivi grazie all'approccio che abbiamo adottato nel movimento: noi siamo stati e resteremo lo strumento di tutti i membri per trasformare i temi in atti legislativi. È un modo di lavorare che gli altri partiti non hanno». Non essendo rappresentati in Municipio, farete politica d'opposizione? «No, sarà costruttiva: vogliamo portare avanti progetti che reputiamo utili per i cittadini. A seconda degli argomenti ci alleeremo con le varie forze». Anche con il Ppd? «Assolutamente, se proporranno qualcosa di costruttivo». «Non siamo contenti, di più! Abbiamo sfiorato quasi il terzo seggio – Gli fa eco Beretta Piccoli –. Siamo super carichi. E stiamo già lavorando pensando alle Cantonali del 2023. Vogliamo entrare in Gran Consiglio, e anche il buon risultato di Sant'Antonino ci soddisfa. Sono buoni segnali: la gente ha voglia di cambiamento. Sono contenta anche per il mio risultato personale, mi si riconosce il lavoro che sto facendo, trasversalmente, e questo mi motiva molto».

Non siamo invece riusciti a raggiungere le rappresentanti di Più Donne per un commento.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved