NY Rangers
PHI Flyers
01:00
 
Detroit Red Wings
Seattle Kraken
01:30
 
TOR Leafs
COL Avalanche
01:30
 
OTT Senators
VAN Canucks
01:30
 
lugano-quattro-anni-al-prete-che-stupro-una-18enne-a-rimini
Il sacerdote stuprò la 18enne a Rimini dopo un concerto (Ti-Press/Archivio)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
3 ore

Stranieri, Michela Trisconi nuova Delegata all’integrazione

L’ha nominata oggi il Consiglio di Stato. Succede ad Attilio Cometta, in pensione dopo oltre trent’anni nell’Amministrazione
Mendrisiotto
3 ore

Nel bunker Pci per il richiamo? È una soluzione provvisoria

Non a tutti piace andare a vaccinarsi al rifugio: ‘Scelta cantonale’. Ma a Mendrisio si stanno valutando delle alternative
Ticino
4 ore

‘Salario minimo, i controlli siano rigorosi’

Così i Verdi in occasione dell’entrata in vigore della legge cantonale, figlia della loro iniziativa popolare costituzionale
Locarnese
4 ore

Muralto, s’illumina il Grand Hotel della rinascita

Spettacolare scenario natalizio sulla facciata est dell’albergo da anni in disuso. Domani il via ufficiale al nuovo corso di Artioli
Ticino
5 ore

‘Quei doppioni burocratici sono da eliminare’

Cristina Maderni (Plr) torna a sollecitare il governo, questa volta con una mozione, sulle semplificazioni amministrative
Ticino
5 ore

Mascherine in quarta e quinta elementare da lunedì

Questa la principale novità per contrastare la nuova ondata. No, invece, ai test a tappeto giudicati poco utili e troppo onerosi
Ticino
6 ore

‘Pandemia dei dati’. Evento annullato

L’incontro pubblico organizzato dall’Acsi non si terrà né in presenza, né in streaming
Luganese
6 ore

Incendio a Lugano, palazzo evacuato

In via Maderno, non dovrebbero esserci stati feriti o intossicati
Luganese
6 ore

Agno, la filarmonica in concerto di gala

L’appuntamento è per domenica pomeriggio alle scuole comunali. Ingresso gratuito, con Certificato Covid e mascherina
Luganese
6 ore

Mps, no all’aumento delle tariffe dell’acqua potabile

Lanciata a Lugano una petizione dopo la decisione annunciata dal Municipio cittadino di un rincaro del 20%
Mendrisiotto
6 ore

‘Natale a Chiasso’ sarà il Natale del territorio

Presentato il calendario di manifestazioni che, disposizioni sanitarie permettendo, animerà la cittadina dall’8 al 24 dicembre
Grigioni
7 ore

Domenica 5 dicembre San Nicolao a San Bernardino

Nel pomeriggio distribuzione di doni ai bambini, con pista di ghiaccio aperta al pubblico
Locarnese
7 ore

Ppd di Locarno, lanciata la volata di Marco Pellegrini

Dopo le dimissioni improvvise del presidente sezionale Alberto Akai, l’ex municipale dà la sua disponibilità a succedergli
Mendrisiotto
7 ore

Mendrisio: in attesa di Campione, il casinò ‘affila le armi’

Due novità – Poker Room e Jackpot – all’Admiral, che si prepara per affrontare il ritorno della concorrenza della sala da gioco dell’enclave
Luganese
16.02.2021 - 11:540
Aggiornamento : 15:28

Lugano: quattro anni al prete che stuprò una 18enne a Rimini

È stato condannato il sacerdote 50enne arrestato l'anno scorso a fine maggio. 'Ho agito per egoismo' ha ammesso dinanzi alla Corte delle Assise criminali

«Ho agito per egoismo. Lei mi piaceva e volevo un rapporto sessuale con lei». Si è giustificato così il sacerdote che nel 2013 stuprò una 18enne durante un viaggio a Rimini, interrogato dal presidente della Corte delle Assise criminali di Lugano Amos Pagnamenta. L'imputato è stato condannato stamattina a quattro anni di detenzione, al termine di un processo di rito abbreviato. Il caso è emerso l'anno scorso a fine maggio, dopo l'arresto dell'uomo, suscitando clamore – oltre che per la fattispecie – per essere stato il primo abuso sessuale commesso da un ecclesiastico comunicato direttamente dalla Curia.

Vittima psichicamente fragile

Il prete – un 50enne del Locarnese, che all'epoca dei fatti era attivo in una Parrocchia del Luganese, regione d'origine della vittima – ha ammesso i fatti. Si tratta di un unico episodio di violenza carnale avvenuto in Italia e di una serie di baci ed effusioni scambiate con la ragazza in Ticino, quando questa aveva fra i 17 e i 19 anni d'età. A impressionare, nella storia, è principalmente il profilo della vittima. Una ragazza sì molto giovane, ma soprattutto fragile. Fin dall'età di 13 anni si era inferta tagli al braccio sinistro e aveva assunto dosi elevate di farmaci. Un disagio psichico che col tempo è peggiorato, tant'è che a 17 anni c'è stato il primo ricovero di una serie in clinica psichiatrica, dove le fu diagnosticato un disturbo di personalità emotivamente instabile di tipo borderline. Diagnosi rimasta inalterata fino al suicidio della giovane, a 22 anni tre anni fa.

Da parroco a compagno di bevute

Nel frattempo, a causa anche della fragilità della figlia, la famiglia – la madre in particolar modo – si è appoggiata al sacerdote, che ne ha conquistato la fiducia. I legami sono diventati stretti anche con la ragazza, al punto che ne è diventato il padrino di cresima. Un rapporto amichevole, che però col tempo avrebbe cambiato natura. Da parroco è diventato compagno di sbornie, fornendo alla ragazza l'alcol del quale era diventata dipendente per espugnarne l'affetto. Secondo la ricostruzione della procuratrice pubblica Chiara Borelli a quel punto l'imputato sarebbe diventato un secondo padre, a tal punto che solo a lui la giovane confessò l'aborto patito a 18 anni. Proprio quest'episodio sarebbe stato utilizzato dall'uomo come strumento per iniziare a isolarla nella sua malattia, arrivando così a baciarla e in un'occasione a palpeggiarla.

Lo stupro dopo un concerto, in albergo

Ma l'episodio più grave si consumò a Rimini: due giorni, dal 15 al 17 novembre, per assistere al concerto di Emma Marrone. Una trasferta che la ragazza non voleva compiere, forse allarmata da quanto precedente avvenuto in Ticino e dall'escalation di un rapporto che non era più come avrebbe dovuto essere. Ciononostante, vittima e carnefice sono partiti e la situazione è degenerata il secondo giorno: avendola fatta bere alcol sin dal pomeriggio, alla sera il 50enne ha raggiunto la 18enne ormai completamente ubriaca in albergo, dove l'ha stuprata. Una violenza proseguita poi sotto forma psicologica nei giorni successivi, quando l'uomo ha da un lato intimato alla giovane di non dire a nessuno l'accaduto per evitare che lui finisse nei guai e d'altra parte le ha fatto intendere che non sarebbe mai stata creduta.

In comunità religiosa ‘per recuperare la dimensione spirituale’

Ciononostante, dopo un primo tentativo andato a vuoto nel 2015, la ragazza ha trovato la forza di raccontare quanto successo. Delle confidenze non rimaste inascoltate e arrivate l'11 marzo dell'anno scorso anche alle orecchie del vescovo Valerio Lazzeri, che ha a sua volta interpellato la Commissione diocesana di esperti per la gestione di casi di abusi sessuali in ambito ecclesiastico, che ha infine deciso la segnalazione in Magistratura. Nel frattempo il presbitero – a indagini iniziate già tornato nel Locarnese – è stato sospeso dall'esercizio del ministero e passerà certamente del tempo prima che possa recuperare le proprie funzioni. Quando avrà terminato di scontare la condanna a quattro anni di carcere, «sarà da prevedere un periodo prolungato in una comunità religiosa per recuperare la dimensione spirituale» ha ammesso il sacerdote in aula.

Oltre ai reati di coazione sessuale e violenza carnale, il 50enne difeso dall'avvocato Luigi Mattei è stato anche riconosciuto colpevole di contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti, avendo consumato almeno un chilo di marijuana fra il 2017 e il 2020, venendo pertanto condannato anche al pagamento di una multa di 500 franchi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved