ticino-sacerdote-50enne-arrestato-per-abusi-sessuali
Un momento della conferenza stampa (Ti-Press/Davide Agosta)
+4
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
3 ore

Il moltiplicatore non si tocca, i balzelli causali sì

Per i cittadini di Mendrisio si annuncia un rincaro della tassa sul sacco (e non solo). Si monitorano i bisogni, che cambiano. L’analisi della Gestione
Ticino
3 ore

Altra ‘manif’ di protesta sabato a Bellinzona

Gli Amici della Costituzione sfilano contro gli inasprimenti decisi oggi dal Consiglio federale
Ticino
4 ore

Tassazione frontalieri, Roma dà luce verde alla ratifica

Il Consiglio dei ministri ha dato via libera all’esecuzione dell’accordo italo-svizzero. Un iter analogo è in corso a Berna
Bellinzonese
4 ore

Mercatino di Natale sulla piana di Ambrì

Appuntamento per mercoledì 8 dicembre sul piazzale esterno dello stadio multifunzionale
Luganese
4 ore

Lugano: tornano i corsi d’italiano per stranieri de ‘Il Centro’

Le lezioni dell’associazione, organizzate nell’ambito delle attività a favore dell’integrazione, si svolgeranno da febbraio a giugno 2022
Bellinzonese
4 ore

‘Music on Ice’ pronto a incantare i ticinesi

Lo spettacolo proporrà un viaggio nel tempo il 21 e 22 gennaio al Centro sportivo di Bellinzona
Luganese
5 ore

Tesserete: la Bottega del Mondo cambia orari sotto Natale

Durante il periodo festivo il negozio resterà aperto durante giorni e fasce orarie un po’ diversi dal solito
Luganese
5 ore

A Lugano l’acqua costerà il 20% in più. ‘Giù gli sprechi’

Un’interpellanza interpartitica chiede al Municipio di valutare l’introduzione di tasse progressive basate sul consumo domestico dell’oro blu
Luganese
5 ore

Lugano: ‘Al Conza attesa incredibile per il vaccino’

Lunghe code anche al freddo. ‘Tanti si sono presentati per la terza dose senza appuntamento’. Segnalata anche una carenza di personale sanitario
Ticino
31.05.2020 - 15:400
Aggiornamento : 01.06.2020 - 18:47

Ticino, sacerdote 50enne arrestato per abusi sessuali

La vicenda risalirebbe a 5 o 6 anni fa. L'uomo è accusato di atti sessuali con persone incapaci di discernimento o inette a resistere

È un prete titolare il presbitero sotto inchiesta per abusi sessuali  di cui si ha avuto notizia questa mattina dalla Curia. L'uomo, un 50enne immediatamente sospeso dalle proprie funzioni, è stato arrestato ieri sera della Polizia su ordine della Magistratura. A chiarire i contorni della vicenda è stata, nel pomeriggio, la stessa Curia durante un incontro con la stampa. Non è per ora dato sapere dove operasse l'uomo.

Più tardi in giornata il Ministero pubblico ha fatto sapere che la principale accasa a carico dell'uomo è quella di atti sessuali con persone incapaci di discernimento o inette a resistere.

L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Chiara Borelli. L'imputato è difeso dall'avvocato Luigi Mattei. Il sacerdote – precisa Mattei da noi contattato – ha rinunciato all'udienza di convalida dell'arresto «per permettere all'inchiesta di procedere in maniera celere e permettere così di fare chiarezza su tutta la vicenda».

Vicenda risalente a 5-6 anni fa

Il caso del presunto abuso sessuale risalirebbe a 5 o 6 anni fa e sarebbe «unico e circoscritto», ha precisato il vescovo Valerio Lazzeri, il quale ha riferito di essere venuto a conoscenza della vicenda l'11 marzo scorso da parte di una persona che aveva ascoltato la testimonianza della vittima. È stata quindi immediatamente interpellata la Commissione diocesana di esperti per la gestione di casi di abusi sessuali in ambito ecclesiastico che, riunitasi tempestivamente, ha deciso celermente e all'unanimità di segnalare l'accaduto alla Magistratura.

Magistratura che, dopo le indagini preliminari, ha deciso di procedere al fermo dell'uomo. A dipendenza dei risvolti che prenderà l'inchiesta, verrà avvisata la comunità in cui il prete opera.

'Solidarietà e vicinanza a chi è toccato dalla vicenda'

«Siamo fiduciosi che l'opera dell'autorità giudiziaria possa giungere in tempi rapidi a determinare l'esatta fisionomia dei fatti accaduti, in maniera che se ne possa valutare adeguatamente l'entità e adottare le misure proporzionate e corrispondenti», ha chiosato il Vescovo, esprimendo al contempo «solidarietà e vicinanza a chiunque, in un modo o nell'altro, si trova direttamente o indirettamente toccato da questa vicenda.».

Si tratta della prima volta dalla sua costituzione, avvenuta una decina d'anni fa, che la Commissione diocesana viene interpellata su un caso che non riguarda il lontano passato. È anche la prima volta che un caso di abuso sessuale che coinvolge un ecclesiastico della Diocesi luganese viene comunicata in questo modo.

Guarda tutte le 8 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved