DJOKOVIC N. (SRB)
DELLIEN H. (BOL)
08:45
 
BENCIC B. (SUI)
PEGULA J. (USA)
09:20
 
chiusa-in-casa-indagini-su-prelato
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
3 ore

Ice fishing, valutazioni in corso per Carì e il Tremorgio

Dopo la proposta della ‘Locarnese’, un gruppo di lavoro ha individuato i due laghi alpini leventinesi come potenziali luoghi ideali per la pesca sul ghiaccio
Ticino
3 ore

Vaccini, test, cartelle cliniche online, la svolta sanitaria

Dopo vari ritardi, accelera ora la sanità digitale. La storia clinica di ogni paziente ticinese accessibile con un clic, ma c'è chi fa resistenza
Ticino
12 ore

Un ‘certificato parziale’ per chi vuole andare in Italia

Il documento, con codice QR, viene rilasciato da oggi in Ticino dopo la prima dose a chi ne fa richiesta. Si spera in un riconoscimento entro il 6 agosto.
Locarnese
12 ore

Santa Chiara, estromessa dal Cda Swiss Medical Network

Esclusa dalla maggioranza detenuta da Moncucco l'unica rappresentanza dell'“antagonista” che intendeva collaborare per ortopedia e ginecologia-ostetricia
Luganese
13 ore

Arogno, cade nella benna per un malore

Sul posto sono intervenuti i soccorritori del SAM ed un elicottero della REGA. Le condizioni sarebbero serie
Mendrisiotto
14 ore

Uccise per errore un amico a Pedrinate, cacciatore alla sbarra

I fatti risalgono al 14 settembre 2019. L'uomo, un 53enne del Mendrisiotto, dovrà rispondere di omicidio colposo
Bellinzonese
14 ore

'Temperature in sella', quarta tappa verso Losanna con sorpresa

I 50 ciclisti hanno percorso una ventina di chilometri su un battello sul lago Lemano, evitando così le strade trafficate della Riviera del Lavaux
Bellinzonese
14 ore

Rinviato il concerto degli Sgaffy a Ghirone

L'evento previsto sabato 24 luglio in valle di Blenio si terrà venerdì 30 luglio. Il rinvio è dovuto alle previsioni meteorologiche poco favorevoli.
Luganese
21.11.2020 - 17:300
Aggiornamento : 22.11.2020 - 10:34

Chiusa in casa, indagini su prelato

Inchiesta nei confronti di Azzolino Chiappini: giovane donna viveva blindata nell'abitazione del già vicario generale della diocesi

Da diverso tempo, sembra da anni, viveva praticamente segregata nell'abitazione, a Lugano, del prelato. Lei è una donna straniera. Il prelato è don Azzolino Chiappini, nei confronti del quale gli inquirenti ipotizzano il reato di sequestro di persona: il domicilio del già vicario generale della Diocesi è nel Borghetto, nel complesso di edifici situato fra la Cattedrale e la Curia. Chiappini è stato prelevato ieri dalla polizia in quello che è parso essere ad alcuni testimoni come un vero e proprio blitz, al quale hanno preso parte agenti in borghese e in divisa. Sono stati perquisiti l’appartamento di Chiappini, appartamento che sarebbe stato trovato in uno stato precario, e l’ufficio del prelato alla Facoltà di teologia, di cui Chiappini è stato rettore: sequestrati il computer e altro materiale. L’inchiesta è coordinata dalla procuratrice pubblica Pamela Pedretti.

La notizia anticipata nel pomeriggio dalla 'Regione' è stata confermata in serata da Ministero pubblico e Polizia cantonale. Oltre al sequestro di persona, la principale imputazione, gli inquirenti ipotizzano a carico del sacerdote i reati di "coazione" e "lesioni semplici per condotta omissiva". La donna, una 48enne, che stando a nostre informazioni sarebbe originaria dei Paesi nordici, era priva, indicano Procura e Polcantonale, di regolare permesso di soggiorno.

Ordinato l'arresto: la parola al gpc

La pp Pedretti ha intanto ordinato l'arresto del prelato. Spetta ora al giudice dei provvedimenti coercitivi "valutare la sussistenza dei presupposti" per la conferma del provvedimento restrittivo.  

 A chi gli chiedeva lumi sulla presenza della donna, Chiappini sosteneva che era una parente. Accertamenti sono comunque in corso per chiarire i vari aspetti di questa vicenda e stabilire "eventuali comportamenti di rilevanza penale" di Chiappini.

La Curia: piena collaborazione agli inquirenti

Alle 21.45, cinque minuti dopo il comunicato stampa diramato da Ministero pubblico e Polizia cantonale, è arrivato anche quello della Curia vescovile in cui si afferma che "non sono implicati minori". La Curia scrive poi di aver "garantito piena collaborazione agli inquirenti"

Classe 1940, nato a Davos, Chiappini ha studiato teologia a Roma e Friborgo. Dal 1987 al 1996 ha insegnato a Friborgo. Nel 2008 è stato designato rettore della Facoltà di teologia di Lugano. Attualmente è professore emerito. Ha fatto tra l’altro parte della Commissione teologica dell'Episcopato elvetico, della Commissione di dialogo fra Chiesa cattolica e riformata in Svizzera nonché della Commissione di dialogo fra la Chiesa cattolica e il giudaismo, indicano ancora le note biografiche. È stato anche arciprete a Lugano.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved