La suspense al Lac di Lugano
Ti Press
Luganese
24.02.2020 - 20:080

Guida Michelin 2020, Ticino in pari conferma le sue 6 stelle

Cerimonia al Lac. Nomination né perse né conquistate: 5 ristoranti ad Ascona, Bellinzona e Lugano restano nella prestigiosa classifica della gastronomia svizzera

Nessuna stella persa per il Ticino, ma neppure conquistata. Esce “pari e patta” la corsa 2020 alle stelle Michelin, il segno di prestigio nell’ambito gastronomico.
Questa sera la cerimonia Michelin Star Revelation, per la prima ospitata a Lugano, si è svolta nella cornice del Lac. È qui che nella serata sono stati svelati i contenuti della Guida Michelin 2020 e dunque le “nomination” con i nomi dei più rinomati ristoranti in Svizzera ai quali sono stati assegnati gli ambitissimi riconoscimenti.
Il Ticino conferma il primato raggiunto lo scorso anno: 5 ristoranti entrati nell’elenco per un totale di sei stelle. Più precisamente: due stelle sono state nuovamente assegnate a Ecco di Ascona. Una stella è stata invece confermata da: La Brezza di Ascona; Locanda Barbarossa di Ascona; Locanda Orico di Bellinzona; e Galleria Arté al Lago di Lugano. Alla cerimonia al Lac oltre quattrocento persone del settore, tra proprietari dei ristoranti e addetti ai lavori, hanno atteso con suspense che la Guida Michelin 2020 aprisse le pagine e svelasse la classifica. Detto del riassunto in Ticino, a livello complessivo, ecco il verdetto.
Con 6 nuovi ristoranti a due stelle e 12 nuovi locali a una stella, la Guida Michelin Svizzera 2020 ha portato così a 122 il totale dei ristoranti del Paese che hanno ottenuto una o più stelle Michelin. Parlando della selezione 2020, Gwendal Poullennec, direttore Internazionale delle Guide MICHELIN, ha commentato: "L'eccellente e variegata offerta gastronomica della Svizzera si trova in tutto il Paese, da Zurigo a Lugano, da San Gallo al Lago di Ginevra. E non è la prima volta che la nostra selezione è una chiara conferma dell'altissimo livello della gastronomia svizzera, che da anni è in costante crescita".

© Regiopress, All rights reserved