il-mendrisiotto-costola-di-lugano-rischia-di-perdere-il-treno
La corsa degli IC 'non deve fermarsi a Lugano' (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
11 min

Guasto tecnico alla linea Flüelen-Biasca, treni soppressi

Interrotto fino a nuovo avviso il traffico ferroviario da e per il Ticino sulla linea ad alta velocità. Convoglio dirottati su quella vecchia
Luganese
2 ore

Lidi e piscine nel Sottoceneri: dov’è l’acqua più ‘salata’?

Famiglie, persone in Avs, studenti: quanto pagano per una giornata di tuffi? Dall’economica Riva San Vitale alla chic Riva Caccia, viaggio fra le tariffe
Ticino
2 ore

‘Due milioni di franchi per proteggere gli allevamenti dal lupo’

Li chiede al Cantone una mozione di Gardenghi (Verdi), firmata anche dal Ps. Donati (Protezione dai grandi predatori): ‘Non servono soldi, ma meno lupi’
Bellinzonese
2 ore

Ricca offerta culturale del Centro Pro Natura Lucomagno

La rinnovata infrastruttura di Acquacalda proporrà delle escursioni guidate nella regione e delle colonie estive
Locarnese
8 ore

Quasi 6mila franchi, il debito pro capite della Città di Locarno

Il Consiglio comunale ha approvato il consuntivo 2021: pesante deficit di 5’428’560 franchi e capitale proprio abbassato da 11,3 a circa 5,8 milioni.
Bellinzonese
12 ore

Manupia in concerto alla Spiaggetta di Arbedo-Castione

La collaudata coverband ticinese si esibirà alle 21
Locarnese
12 ore

Formazza-Rovana, sul confine i lupi uccidono un vitello

All’alpe di Cravariola azzannato a morte un bovino. I cani mettono in fuga i due predatori. Anche il vescovo emerito da Mogno difende la pastorizia
Ticino
12 ore

Polizia unica, Dafond in commissione: demolendo non si migliora

Il presidente dell’Associazione comuni (Act) in audizione alla ‘Giustizia e diritti’ ribadisce: ‘Prossimità, le polcomunali hanno un ruolo fondamentale’
Bellinzonese
12 ore

Abusò del figlio e di altri bambini, 4 anni e 6 mesi di carcere

Condannato un uomo sulla settantina: tra le mura di casa ha approfittato di una dozzina di ragazzini, la maggior parte durante sedute di massaggi
Bellinzonese
12 ore

Porte aperte al Teatro Sociale di Bellinzona

Durante l’estate, per cinque sabati, in concomitanza con il mercato cittadino, sarà possibile visitare la struttura dalle 10 alle 13
Bellinzonese
13 ore

Per valorizzare le ‘Ville’ della Val Malvaglia

Il Cantone ha promosso un incontro con le autorità federali in modo da assicurare le opere di recupero e trasformazione della regione
Locarnese
13 ore

Il BaseCamp 2022 del Festival si terrà alle Elementari di Losone

Il Comune ha confermato che l’Istituto scolastico accoglierà dal 3 al 13 agosto i giovani che nel 2019 e nel 2021 si erano ritrovati all’ex caserma
Bellinzonese
13 ore

Introduzione dei 30 km/h sulla strada principale a Daro

Il progetto, in pubblicazione fino al 29 agosto, ha lo scopo di migliorare la sicurezza dei pedoni e in particolare del percorso casa-scuola
laR
 
16.07.2020 - 06:00

Il Mendrisiotto, costola di Lugano, rischia di perdere il treno

La strategia territoriale svizzera non considera il Distretto come area da collegare via InterCity. Romano: 'Occorre far cambiare idea, partendo dal Cantone'

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

Il Mendrisiotto? Un Distretto derubricato ad appendice di Lugano. Possibile? Sì, e ancorato nero su bianco. Il documento è di quelli di peso, letteralmente: oltre un centinaio di pagine che delimitano i confini del 'Progetto territoriale Svizzera'. Per capire, però, che aria tira da queste parti basta una riga a pagina 83. È lì che si traccia la nuova geografia della Città Ticino. Una Città che riconosce, è vero, Chiasso-Mendrisio come uno degli agglomerati, ma che quando si tratta di descrivere i 'tre spazi funzionali' da collegare, ecco che la regione più a sud del Paese non è più una realtà a sé stante e diventa, di fatto, una 'dépendance' del capoluogo sul Ceresio. Le aree considerate, infatti, sono 'Lugano-Mendrisio, Bellinzona-Tre Valli e Locarno-Valle Maggia'. Chi cerca una spiegazione alle ragioni che hanno indotto le Ffs a depennare le fermate degli InterCity (IC) una volta superato il ponte-diga di Melide - il 'Progetto orario 2021' parla chiaro - forse le può trovare proprio in quel dossier federale. In buona sostanza nella visione generale i treni a lunga percorrenza collegheranno la Città Ticino al resto della Svizzera attraverso tre poli, ovvero Lugano, Bellinzona e Locarno.

Una petizione e una missiva corale

Per riconquistare un posto sulla cartina della Città Ticino, quindi, le istituzioni locali dovranno darsi da fare, è indubbio. Del resto, l'idea di essere esclusi dalle direttrici dei convogli IC non piace a nessuno. Non va giù alle autorità locali e neppure a chi viaggia. È di questi giorni, infatti, il lancio di una petizione online, fautore Réne De Paris, che ha già superato le 240 firme. Obiettivo: far fermare gli InterCity nel Mendrisiotto. Non solo: mentre Astuti, l'Associazione ticinese utenti dei trasporti pubblici, fa sentire la sua voce, sta per essere imbucata per mano della Commissione regionale dei trasporti una missiva per i piani alti della politica (a vari livelli), mittente i Municipi di Chiasso e Mendrisio, l'Ente regionale per lo sviluppo della regione e la stessa Astuti. Il messaggio è chiaro: il Mendrisiotto difenderà le sue stazioni polo. D'altro canto, è da almeno un anno che il tema è sul tavolo da queste parti.

'Dobbiamo parlare al CdS perché Berna intenda'

Adesso il punto è capire dove sta l'inghippo. E qui Marco Romano non ha esitazioni. Lui che il 'Progetto territoriale Svizzera' se lo è letto, sa bene dove mirare, come ci ha anticipato in una conversazione recente. "Il problema - ci fa capire subito - non è a Berna, bensì in Ticino. A livello cantonale ci hanno 'venduto' come un agglomerato di Lugano. Tant'è che tutti gli orari dei trasporti pubblici sono stati strutturati su tre aree territoriali, mentre la Città Ticino, di fatto, conta quattro mega quartieri, per così dire". Il Distretto, in ogni caso, non è esente da colpe. "Ci siamo infilati noi in questa situazione - conferma -. In effetti, dobbiamo smettere di guardare al nostro passato e proiettarci verso il futuro. Smettere di scrivere all'autorità federale e rivolgerci al Palazzo dl Orsoline a Bellinzona, che è l'interlocutore del Consiglio federale. E soprattutto uscire dalla dinamica dialettica fra Chiasso e Mendrisio". Da perorare, del resto, c'è la causa di una realtà di 50mila abitanti, snodo altresì dei collegamenti transfrontalieri. "Cosa dobbiamo aspettarci? Che il Cantone cambi marcia e tenga in giusta considerazione il Mendrisiotto".

Una partita, due mosse

Gli esempi, dentro e fuori i confini cantonali, di chi è riuscito a far mutare direzione al treno ci sono. Biasca un paio di anni fa ha saputo conquistarsi proprio la fermata dell'InterCity (appena sbucato dalla galleria di AlpTransit), forte di una petizione sottoscritta da circa 8mila persone e una mobilitazione della Regione Tre Valli. "Appena al di là del Gottardo - ci informa poi Romano - Altdorf ha ottenuto la sua stazione, ponte fra Lucerna e il Ticino per la Svizzera centrale". Anche al Mendrisiotto, dunque, non resta che attivarsi. Nella partita, strategica, che attende il Distretto, due sono le mosse da giocare, a detta di Romano. "Innanzitutto, da qui a dicembre dobbiamo riuscire a convincere le Ferrovie a non tagliare le corse mattutine e serali degli IC (come previsto dall'orario 2021, ndr); in seguito occorre modificare la visione che hanno di noi a nord delle Alpi, così da inserire la nostra regione nella rete su rotaia che collega le Città svizzere". La sfida è lanciata.

 

Leggi anche:

Il Mendrisiotto vuole far fermare i treni InterCity

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved