30.08.2022 - 15:09
Aggiornamento: 16:07

Fermata Tilo, a Minusio i partiti fanno fronte comune

Flyer a tutti i fuochi: ‘Un sì convinto alla valorizzazione della nuova porta del Comune’. Anche perché si voterà sulla valorizzazione stradale annessa

fermata-tilo-a-minusio-i-partiti-fanno-fronte-comune
Immagine Ffs
La futura fermata con l’accesso da via Verbano, che sarà valorizzata

"Un convinto sì il 25 settembre alla valorizzazione della nuova porta di Minusio". È l’appello condiviso da tutte le forze politiche presenti in Consiglio comunale in vista della votazione popolare indotta dalla domanda di referendum promossa dall’ex vicesindaco Tiziano Tommasini contro il credito di 342mila franchi per le opere di valorizzazione e arredo stradale su via Verbano e via Remorino. Un voto che su queste pagine avevamo definito "paradossale", visto che il vero obiettivo della domanda di referendum erano i 550mila franchi quale partecipazione massima del Comune alla realizzazione della fermata Tilo; un credito, per altro, non referendabile. Il paradosso è quindi che si andrà a votare contro il credito aggiuntivo, che lo stesso referendista non osteggia, tanto da consigliare ai cittadini di votare scheda bianca.

Questa strana situazione viene dunque sottolineata nel flyer presto distribuito a tutti i fuochi, elaborato da Plr, Unione Socialisti e Indipendenti e Uniti x Minusio, quindi da tutti gli schieramenti. Il primo punto, essenziale, è che "la realizzazione della fermata Ffs-Tilo di Minusio non è l’oggetto di questa votazione; la fermata è già in via di realizzazione"; il secondo specifica che "in votazione ci sono solo le opere di valorizzazione della fermata, che il Consiglio comunale sostiene a pieno titolo". Poi c’è la questione finanziaria, con l’intervento sostanziale di Confederazione e Cantone e la partecipazione in misura del 50% da parte delle Ffs alle opere di valorizzazione e arredo stradale che sono oggetto della votazione. Senza queste opere, scrivono i partiti, "la fermata non sarà funzionale e integrata, con diversi problemi legati alla viabilità e alla sicurezza della zona".

Pertanto, si legge nel flyer condiviso, "se non vogliamo perdere questa occasione più unica che rara, tutti i gruppi politici presenti nel Consiglio comunale invitano i cittadini a votare un convinto ‘sì’ alle opere di valorizzazione annesse alla fermata Ffs-Tilo, per mettere a disposizione di tutti i cittadini di Minusio un nuovo spazio attrattivo e funzionale".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved