VAN Canucks
1
STL Blues
3
fine
(1-1 : 0-2 : 0-0)
nodo-intermodale-viale-cattori-puo-essere-risparmiato
Viale Cattori
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
2 ore

Verzasca, fiume e foce limacciosi: si aspetta la pioggia

Sono visibili le prime e inevitabili conseguenze ambientali dello svuotamento della diga lungo il greto del fiume, fino alla foce.
Ticino
2 ore

‘Specialisti utili alla ricerca e all’economia elvetiche’

Il Consiglio di Stato: sì all’ammissione agevolata sul mercato del lavoro degli stranieri di Stati terzi con master o dottorato conseguito in Svizzera
Mendrisiotto
2 ore

A Stabio i giovani aiutano a trovare casa al loro Spazio

Il Municipio ha convocato una Commissione. Da 19 anni il Centro condivide con i ragazzi attività ed esperienze
Ticino
10 ore

Trenord, il Covid continua a colpire il personale

I dati forniti da Regione Lombardia dopo le proteste dei pendolari
Locarnese
12 ore

Cevio, lieve calo demografico nel 2021

La diminuzione della popolazione nel capoluogo distrettuale è dovuta soprattutto alle partenze
Locarnese
12 ore

Locarno, quest’anno non si scaccia gennaio

La Pro Città Vecchia ha annullato l’edizione della tradizione che da tempo immemore coinvolge i bambini alla fine di questo mese
Luganese
12 ore

Montagnola, una nuova guida per il museo Hermann Hesse

La direttrice Regina Bucher lascerà l’incarico alla fine di quest’anno. La fondazione si attiva per ricercare una persona in grado di sostituirla
Luganese
12 ore

Lugano, scazzottata tra due ventenni in piazza Dante

Dopo la lite nelle prime ore di oggi, un giovane finisce all’Ospedale Civico per un possibile trauma cranico. La polizia avvia accertamenti
Locarnese
12 ore

Locarno, conferenza su Francesco Chiesa e identità culturale

A proporla è il Lyceum Club Locarno, giovedì 27 gennaio alla Biblioteca cantonale, con la partecipazione del professor Ariele Morinini
Locarnese
13 ore

Locarnese, il premio Giovanna Dalcol a Formation Partage

L’Ong si occupa di progetti di formazione e di educazione in diversi Paesi dell’Africa francofona
 
14.01.2022 - 05:300
Aggiornamento : 19:14

Nodo intermodale, ‘viale Cattori può essere risparmiato’

Muralto, l’ingegnere del traffico Francesco Allievi ha individuato 4 soluzioni alternative a quella che provoca importanti resistenze in Comune

La pazienza paga e bene ha fatto il Dipartimento del territorio a non forzare la mano su un nodo intermodale alla stazione di Muralto che dovesse essere per forza legato al transito dei bus Fart lungo viale Cattori. Da un primo incontro tenutosi ieri a Muralto fra Municipio, Cantone, Fart e l’ingegnere del traffico Francesco Allievi è infatti emerso che le soluzioni alternative esistono e sono addirittura, almeno teoricamente, quattro. Lo conferma il vicesindaco di Muralto, nonché presidente della Delegazione delle autorità incaricata di “costruire” il futuro della stazione Ffs, Dao Nguyen-Quang: «Il primo risultato è promettente. L’ingegner Allievi ha sottoposto alla nostra attenzione quattro varianti che “risparmiano” viale Cattori e prevedono il transito dei bus lungo l’attuale tracciato. Una può essere considerata molto interessante, due potenzialmente interessanti (ma piuttosto complicate da attuare) e l’ultima poco interessante. È comunque un dato di fatto che da questa primissima fase di valutazione emergono delle alternative a quella originaria. Ora si tratta di approfondire la fattibilità delle tre varianti che sembrano prestarsi, per poi tornare in Delegazione delle autorità, confrontarsi e decidere quale strada percorrere». Prima di farlo, Allievi dovrà dunque rimettersi al lavoro non tanto riguardo al tracciato dei bus fino alla stazione (viale Balli e viale Stazione) quanto in merito all’organizzazione degli spostamenti dei mezzi del trasporto pubblico sul comparto Ffs.

Il mandato era stato conferito dal Municipio dopo l’incontro “d’emergenza” della Delegazione delle autorità tenutosi a Muralto il 6 dicembre per discutere il da farsi dopo la frenata del Cantone sul credito PaLoc riguardante il nodo intermodale. L’obiettivo era appunto stabilire se vi fosse un’alternativa praticabile al transito di tutti i bus lungo viale Cattori, l’arteria storica e di particolare pregio che dall’entrata sul lungolago di Muralto (viale Verbano) conduce, risalendo, al comparto Ffs. Perché è un’ipotesi, quella che prevede l’utilizzo di viale Cattori, invisa a molti in Comune (anche all’interno del Municipio) e che aveva concorso al successo della domanda di referendum contro le decisioni del Consiglio comunale (ottobre 2020) su variante di Piano regolatore per il comparto e credito di costruzione da 4,74 milioni per la pensilina grezza dei bus; decisioni nel frattempo impugnate di fronte al Consiglio di Stato, che le aveva annullate.

Condizione di base posta dai referendisti per sbloccare il muro contro muro era proprio la salvaguardia di viale Cattori e il rispolvero di una soluzione diversa, che altra non può essere se non quella attuale, ovverosia il mantenimento dell’attuale flusso dei mezzi pubblici lungo viale Balli a Locarno e poi viale Stazione a Muralto. Alla base della decisione del governo di congelare il credito per il nodo intermodale (la cui realizzazione, volendo, avrebbe come detto potuto essere forzata dal Cantone) c’è la volontà di trovare una condivisione. “Poiché siamo partner di progetto, con tanto di convenzione firmata, e non entità indipendenti, sulla base di considerazioni politiche e di opportunità non ho ritenuto che forzare le cose fosse la migliore soluzione”, ci aveva detto il direttore del Dt Claudio Zali. Comunque, trovare una nuova via, in senso figurato e non, per arrivare in stazione, appare piuttosto urgente: il netto potenziamento del servizio pubblico intervenuto dopo il cambio d’orario a fine 2020 richiede degli adeguamenti a più livelli, e li richiede in fretta.

Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved