BUF Sabres
DAL Stars
01:00
 
BOS Bruins
WAS Capitals
01:00
 
PHI Flyers
COB Jackets
01:00
 
PIT Penguins
OTT Senators
01:00
 
ex-caserma-tre-vie-per-sciogliere-il-nodo-pianificatorio
Il nodo pianificatorio blocca la progettazione di un polo culturale di importanza sovraregionale (foto archivio Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
4 ore

Lugano, rissa al Parco Ciani: due feriti

La dinamica esatta non è ancora nota, sono intervenuti la Polizia cantonale e la Polizia comunale. I fatti sono avvenuti vicino all’entrata lato Casinò
Ticino
4 ore

La sinistra politica in strada contro i licenziamenti Dpd

Presidio di solidarietà coi lavoratori del colosso dei pacchi, accusato di condotta antisindacale. Spunta un quinto licenziamento.
Ticino
5 ore

Mauro Antonini a processo settimana prossima

L’ex comandante delle Guardie di confine deve rispondere delle presunte irregolarità nella gestione di fondi finanziari emerse in seno al corpo federale
Locarnese
5 ore

Locarno, gesto di solidarietà per Casa Martini

Donazione destinata al centro di accoglienza per persone in difficoltà
Luganese
6 ore

Campione, causa Covid slittano le aste dei beni in vendita

‘L’interesse per gli immobili non manca’, assicura il sindaco Roberto Canesi che conta di chiudere la partita dei debiti con i dipendenti comunali
Ticino
6 ore

Aiuti ai media, Viscom Ticino: ‘Sì con convinzione al pacchetto’

L’Associazione svizzera per la comunicazione visiva: per la democrazia diretta è indispensabile un paesaggio mediatico ben diversificato
Bellinzonese
6 ore

Infortunio sul lavoro a Bellinzona, gravi ferite per un operaio

L’uomo, un 42enne residente nella Provincia di Varese, ha battuto la testa mentre scendeva da una scala a chiocciola. La sua vita è in pericolo
Ticino
6 ore

‘Il Conservatorio è una scuola, deve essere accessibile a tutti’

Una mozione chiede di modificare la qualifica di due parti dell’istituto che attualmente sottostanno all’obbligo del certificato 2G
13.07.2021 - 21:360
Aggiornamento : 09.08.2021 - 10:53

Ex Caserma, tre vie per sciogliere il nodo pianificatorio

Il sindaco Catarin: ‘Prossimamente contatteremo i ricorrenti, per instaurare un dialogo’. In Cc, presa di posizione a favore del progetto del Municipio.

Il Consiglio comunale (Cc) di Losone sostiene il Municipio nella riconversione dell'ex Caserma per progetti d'interesse pubblico, nonché polo culturale di rilevanza sovraregionale. Ciò anche grazie all'insediamento dell'Accademia Teatro Dimitri.

Riunitosi in seduta straordinaria ieri sera, il legislativo ha sottoscritto la presa di posizione – una trattanda extra – con 26 voti favorevoli; un astenuto e alcun contrario. La decisione di sostenere pubblicamente l'esecutivo si è resa necessaria in seguito alla recente sentenza del Tribunale cantonale amministrativo (Tram) che dà ragione ai ricorsi: “Un brusco stop alla pianificazione dell'area dell'ex caserma”, che mette “in serio pericolo la realizzazione d'importanti progetti a beneficio della collettività”, si legge nell'estratto delle risoluzioni di Cc. Pertanto, si legge in seguito, il legislativo ha deciso di esprimere “il fermo auspicio che il Municipio, il Consiglio di Stato e le Autorità federali si adoperino con il massimo impegno e celerità, utilizzando i mezzi giuridici e politici a loro disposizione, affinché possa essere risolta questa difficile situazione, a tutela degli importanti interessi collettivi legati a progetti di valenza regionale e cantonale, che devono avere la preminenza su altri interessi”, sottolinea il verbale.

Bisogna sciogliere il nodo pianificatorio

Nell'affare sull'ex Caserma, il nodo da sciogliere è sempre quello pianificatorio. «Ora, ci sono tre strade percorribili», spiega a ‘laRegione‘ il sindaco di Losone Ivan Catarin, ricordando che una «è il ricorso al Tribunale federale, contro la sentenza del Tram»; il cui  termine scade il 22 agosto prossimo. «Un'altra via d'uscita possibile potrebbe essere l'esito della decisione sul Piano direttore cantonale, che comprende le zone bianche dei comuni, approvato dal Consiglio di Stato a fine giugno». In effetti, il comparto ex Caserma rientra nell'etichetta delle zone bianche. Tirato in ballo in Consiglio di Stato (CdS), il sindaco rammenta che prossimamente (verosimilmente a inizio agosto), il Municipio avrà un incontro in Governo con il Dipartimento del territorio e con quello dell'Educazione, cultura e sport, al fine di capire quali margini di manovra ci siano per poter portare a termine la visione sul comparto. E questa è la terza via.

Ma Catarin aggiunge ancora una cosa: «Mi sono assunto l'impegno di andare a discutere con i ricorrenti, che verranno contattati prossimamente».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved