il-peso-della-pandemia-sul-trasporto-pubblico
Ti-Press
La Centovallina ha sofferto le conseguenze della pandemia
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
1 min

Pistole, coltelli e minacce da gangster

La Corte delle Assise criminali di Bellinzona ha condannato a quasi tre anni un 32enne per estorsione aggravata, truffa e infrazione alla legge sulle armi
Bellinzonese
11 min

Auto in fiamme a Camorino, nessun ferito ma disagi al traffico

È accaduto intorno alle 14 su via Tirada. Il conducente e la passeggera, vedendo del fumo uscire dal vano motore, hanno abbandonato il veicolo in tempo
Mendrisiotto
21 min

Morbio Inferiore festeggia un nuovo centenario

Nino Albisetti, assieme ai due figli, ha accolto nella sua casa la sindaca Claudia Casanova per un brindisi e alcune curiosità sul paese
Ticino
21 min

Aperte le iscrizioni alla scuola per cure infermieristiche

Il termine per inoltrare la richiesta di ammissione è fissato per il 28 febbraio. Organizzati alcuni incontri informativi
Locarnese
33 min

Orari Fart, anche l’Astuti chiede il ritorno alla carta

Locarnese, stando all’associazione utenti dei trasporti pubblici sarebbe stata opportuna una transizione a tappe
Luganese
48 min

Caslano, ristrutturato l’ufficio postale

Creati nuovi spazi funzionali a riunire le prestazioni fisiche e quelle digitali rivolte alla consulenza e all’accompagnamento della clientela
Gallery
Bellinzonese
2 ore

Faido, riuscita la festa sportiva sul ghiaccio

Un successo la prima edizione del quadrangolare di hockey amatoriale voluto per animare un cartellone invernale orfano di carnevali e (per ora) di neve
Ticino
4 ore

Telefonate dai falsi poliziotti: una vittima nel Mendrisiotto

La Polizia cantonale riporta numerose segnalazioni di tentate truffe telefoniche volte a estorcere o sottrarre con l’inganno grosse somme alle vittime
Locarnese
4 ore

L’ambasciatrice di Polonia in visita a Losone

Le autorità comunali hanno accolto Iwona Kozłowska, per discutere delle celebrazioni degli 80 anni dalla costruzione della Strada dei polacchi
Locarnese
4 ore

Il semaforo del CO2: col rosso ‘scatta’ la ventilazione

In tutte le aule delle scuole comunali di Locarno posati i sensori che registrano il tenore dell’anidride carbonica
09.07.2021 - 11:340
Aggiornamento : 16:24

Il peso della pandemia sul trasporto pubblico

Fart, passeggeri in netto calo sia sulla linea ferroviaria sia sulle linee urbane. Ma si è portato avanti il potenziamento

a cura de laRegione

Il 2020 è stato l’anno delle grandi sfide per le Ferrovie Autolinee Regionali ticinesi (Fart) che hanno concluso con successo i progetti legati al potenziamento del trasporto pubblico del Locarnese e valli, confrontandosi nel contempo con le incertezze legate alla pandemia. Un contesto che ha inciso sull’andamento dei passeggeri trasportati e sul risultato finanziario.

Rispetto al 2019, la linea ferroviaria ha subito un calo del 43%. Più contenuta la perdita di viaggiatori delle linee urbane (- 29%) e delle linee regionali (-19%). La perdita finanziaria complessiva si è attestata a 1,16 milioni di franchi, da ricondurre al marcato calo degli introiti. Il 2020 sarà ricordato da molti come l’anno della pandemia. Per le Fart il 2020 passerà alla storia
anche come l’anno della firma del contratto di fornitura dei nuovi treni e del grande potenziamento del trasporto pubblico, reso possibile con l’acquisto di 36 nuovi veicoli, l’assunzione di 67 nuovi conducenti, l’acquisto del fondo di Riazzino (che accoglie parte della flotta e sul cui sedime saranno costruiti il nuovo deposito e la nuova officina.) «L’impatto della pandemia non ha impedito la messa in opera del progetto di potenziamento – commenta Paolo Caroni, presidente del Consiglio di amministrazione delle Fart –, In effetti, grazie al grande lavoro svolto da tutti i collaboratori nei vari settori coinvolti, è stato possibile raggiungere la meta nei tempi e con la qualità previsti».

La Ferrovia delle Centovalli nel 2020 ha trasportato 370mila 475 passeggeri, registrando una contrazione del 43% rispetto al 2019. Particolarmente colpito il traffico internazionale, sul quale le restrizioni di viaggio e il contingentamento dei posti a bordo hanno inciso in misura molto marcata. Sulle linee bus urbane nel 2020 sono stati trasportati complessivamente 2milioni 621mila 916 passeggeri, con un calo del 29%, rispetto al 2019. Più contenuta la perdita sulle linee bus regionali che con 1milione 428mila 626 di passeggeri trasportati hanno subito una contrazione del 19%. «È evidente che sull’andamento dei passeggeri trasportati il periodo di lock down e l’ampia diffusione del telelavoro hanno pesato notevolmente – prosegue Caroni –. Le linee regionali, con una connotazione più marcatamente turistica, hanno recuperato nei mesi estivi beneficiando del grande afflusso di turisti nella regione del Locarnese e Valli. Un beneficio che si è notato anche nel traffico ferroviario regionale, che nei mesi estivi ha praticamente eguagliato il 2019”.

L’esercizio 2020 si è chiuso con una perdita aziendale di circa 1,16 milioni di franchi, da ricondurre al forte calo degli introiti indotto dal crollo della domanda di trasporto a seguito della pandemia. Il disavanzo può essere interamente coperto con le riserve a bilancio. La situazione finanziaria dell’azienda rimane solida. I cambiamenti legati al potenziamento, le grandi sfide affrontate nel 2020 e i progetti futuri legati in particolare all’acquisto di otto nuovi treni e all’ammodernamento delle stazioni e dell’infrastruttura ferroviaria, hanno indotto le Fart a compiere un ulteriore importante passo: «La consapevolezza del ruolo che la nostra azienda riveste per l’intera collettività e i numerosi portatori di interesse che gravitano attorno alla nostra realtà aziendale – commenta il direttore Claudio Blotti – ci hanno spinti a pubblicare il nostro primo bilancio sociale e ambientale: n progetto che ci permette di dialogare con i nostri portatori di interesse presentando i progetti realizzati, gli obiettivi concreti raggiunti e le sfide future che ci impegniamo ad affrontare».

Ti-Press
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved