Bellinzonese
Leventina e Olivone: sì della Gestione a opere per 13,5 milioni
La commissione parlamentare ha firmato due rapporti: uno a favore di tre importanti progetti a Biasca, Bodio e Giornico e l’altro a sostegno del Polisport
Importanti lavori alla stazione di Biasca
(Ti-Press)
7 giugno 2022
|

Un totale di 10,7 milioni di franchi per la realizzazione di tre importanti opere nei comuni di Biasca, Bodio e Giornico e altri 2,8 milioni a sostegno del progetto di rilancio del Polisport di Olivone. La Commissione della gestione del Gran Consiglio oggi ha firmato – senza particolari osservazioni o critiche – due rapporti nei quali si raccomanda al parlamento cantonale di accogliere i crediti (per un totale di circa 13,5 milioni) a favore di queste opere previste in Bassa Leventina e in Valle di Blenio.

Nodo di interscambio, ciclopista e svincolo

Partiamo dal credito più importante: sei milioni di franchi (credito netto a carico del Cantone: 3,8 milioni) previsti per la riqualifica della stazione Ffs di Biasca e la sistemazione del nodo di interscambio. Al relativo messaggio licenziato lo scorso marzo dal Consiglio di Stato, recentemente è seguito quello del Municipio biaschese che chiede al Consiglio comunale di concedere 1,72 milioni quale partecipazione all’investimento complessivo (contribuiscono anche la Commissione regionale dei trasporti Tre Valli e le Ffs). Concretamente, l’obiettivo è quello di favorire l’interscambio tra i mezzi pubblici, oggi ritenuto non funzionale a causa della mancanza di spazi, ma pure di moderare il traffico sulla strada cantonale, incrementare la sicurezza dei passaggi pedonali, aumentare gli spazi destinati ai pedoni e ai ciclisti e predisporre un arredo architettonico funzionale alla riqualifica del tessuto urbano. Sempre nello stesso messaggio, si prevedono poi quasi 1,9 milioni per una nuova pista ciclabile lungo l’argine del fiume Ticino a Bodio e altri 2,8 milioni per un nuovo svincolo stradale a Giornico. Nel rapporto (che vede quali relatori Michele Guerra e Bixio Caprara) della Gestione si raccomanda quindi al Gran Consiglio, che si riunirà il prossimo 20 giugno, di approvare un investimento totale per queste opere di 10,7 milioni di franchi.

Rilancio del comparto del Polisport

Oltre a quest’ultimo messaggio governativo, il 20 giugno sarà probabilmente accolto anche quello (licenziato alla fine di aprile) nel quale si chiede di stanziare un sussidio massimo di circa 2,81 milioni a beneficio dell’ampliamento e della riqualifica del Polisport di Olivone, nell’ambito di un investimento totale di 6,88 milioni a carico del Comune di Blenio. Se dopo il sì della Gestione (relatore Michele Guerra) dovesse arrivare anche quello del parlamento cantonale, i lavori (che dovrebbero durare circa un anno) potrebbero iniziare nella primavera del 2023, ci aveva detto recentemente la sindaca Claudia Boschetti Straub. Concretamene, oltre al rinnovo della struttura, è anche prevista la realizzazione di un’area per il tempo libero, comprensiva di un campeggio, di una piscina e di attrezzature pubbliche diverse quali servizi di ristorazione, di svago per famiglie, per gli sportivi e i turisti.

Leggi anche: