altro-passo-avanti-per-il-nuovo-polisport-di-olivone
rendering studio d’architettura Blanco-Ad
Ecco come potrebbe diventare il comparto
ULTIME NOTIZIE Cantone
Gallery
Luganese
3 ore

Auto contro moto a Madonna del Piano: un ferito grave

Incidente della circolazione attorno alle 20 sulla strada che da Ponte Tresa conduce a Fornasette, chiusa per i rilievi del caso
Ticino
5 ore

Il luglio 2022 è stato il secondo più caldo di sempre in Ticino

Il mese appena trascorso ha visto uno scarto di +2,6 °C rispetto alla norma 1991-2020: il record rimane a luglio 2015, con uno scarto di oltre 3°C
Ticino
6 ore

Strategia energetica, Marchesi (Udc): ‘Il nucleare al centro’

Il presidente e consigliere nazionale democentrista ‘preoccupato’ per la situazione attuale svela la sua ricetta: ‘Finora da Berna proposte insufficienti’
Bellinzonese
12 ore

Dieci chilometri di colonna sotto il sole tra Biasca e Airolo

Rientro dei vacanzieri e momentanea chiusura della galleria del San Gottardo mandano l’asse autostradale in tilt
Bellinzonese
13 ore

Tunnel del San Gottardo chiuso in entrambe le direzioni

Veicolo in avaria poco prima di mezzogiorno: situazione ‘calda’ sull’asse autostradale ticinese
Bellinzonese
20 ore

Bistrot di Bellinzona, ‘Nessuna truffa né maltrattamenti’

Il gerente Ivan Lukic non nasconde le difficoltà economiche. Tuttavia alcune persone hanno ‘tenuto duro, credendo nel progetto. Altre lo hanno diffamato’
Luganese
20 ore

Rovio, fucile notificato ma il padre era senza porto d’armi

Emergono ulteriori aspetti legati al grave fatto di sangue capitato domenica scorsa ad Agno: il 49enne non aveva il permesso di girare con il Flobert
Ticino
20 ore

Aspettando Godot... e Greta Gysin. L’area rossoverde attende

Sarebbe imminente la decisione della consigliera nazionale dei Verdi se candidarsi o meno per il governo. Bourgoin e Riget: ’Avanti, con o senza di lei’
Bellinzonese
1 gior

Vacanze costose e beni di lusso con i guadagni della cocaina

Condannato a 4 anni e 3 mesi (più l’espulsione dalla Svizzera) un 35enne recidivo e reo confesso. La Corte: ‘Prognosi nefasta’
Locarnese
1 gior

Gambarogno, 83enne inghiottito dalle acque del lago

L’uomo, un confederato, si era tuffato per una nuotata ma non è più riemerso. Partito dal Porto patriziale di Ascona, aveva ‘toccato’ alcune imbarcazioni
Bellinzonese
1 gior

Bennato e tanta buona musica allo Spartyto di Biasca

Tre serate intense il 25, 26 e 27 agosto in Piazza Centrale per la 32esima scoppiettante edizione
Locarnese
1 gior

Orselina, Silvan Zingg al Parco

Il grande pianista svizzero, re del Boogie Woogie e del Blues, sarà di scena mercoledì
Locarnese
1 gior

Onsernone, da mezzo secolo senza mai perdere ‘LaVoce’

Compie 50 anni il semestrale (un tempo bimestrale) della locale Pro; una rivista cartacea nata per parlare di territorio e offrire spunti di riflessione
Luganese
1 gior

Pregassona, tanta frutta e verdura agli orti condivisi

Le cassette messe a disposizione dall’Associazione Amélie hanno dato, nel vero senso della parola, i loro frutti. Purtroppo ci sono stati anche dei furti.
Luganese
1 gior

Hangar malmesso ad Agno, scatta l’interpellanza

Sara Beretta Piccoli, alla luce del rischio di rilascio di amianto nella struttura aeroportuale (lato fiume), chiede lumi al Municipio
02.05.2022 - 17:45

Altro passo avanti per il nuovo Polisport di Olivone

Nel relativo messaggio il Consiglio di Stato chiede al parlamento cantonale di stanziare un sussidio massimo di circa 2,81 milioni a favore di Blenio

Passo avanti per il rinnovo del Polisport a Olivone. Il Consiglio di Stato ha infatti licenziato il messaggio con il quale chiede al parlamento cantonale di stanziare un sussidio massimo di circa 2,81 milioni di franchi a favore del progetto di rilancio del comparto che prevede un investimento totale di 6,88 milioni a carico del Comune di Blenio. Stando alla sindaca Claudia Boschetti Straub, questo progetto rappresenterà un’attrazione «sia per i residenti, sia per i visitatori» e genererà anche «un indotto per l’economia locale», sottolinea a ‘laRegione’. «Se il Gran Consiglio approverà il messaggio prima dell’estate, i lavori potrebbero iniziare nella primavera del 2023». Lavori che dovrebbero durare circa un anno. In sintesi gli interventi prevedono "l’ampliamento e la riqualifica dell’attuale struttura e la realizzazione di nuove infrastrutture turistiche e di svago", si legge nel documento governativo. "In particolare è prevista la creazione di un’area per il tempo libero, comprensiva di un campeggio, di una piscina e di attrezzature pubbliche diverse quali servizi di ristorazione, di svago per famiglie, per gli sportivi e i turisti".

La piscina ‘completerà l’offerta di svago’

Più precisamente, per quanto riguarda l’edificio esistente, realizzato più di 35 anni fa, è in particolare previsto un risanamento energetico grazie all’installazione di un nuovo isolamento e alla sostituzione di tutti gli infissi. Se da un lato sarà smantellato il bar esistente, dall’altro la grande sala multiuso (capienza fino a 600 persone per vari tipi di manifestazioni), che ospita anche un campo da tennis coperto, sarà mantenuta. Lungo il lato sud dell’attuale Polisport saranno aggiunti un altro edificio che accoglierà un Tea-room (che potrà ospitare un massimo di 45 avventori e sarà provvisto di una piccola cucina, servizi igienici, un piccolo bar e l’accoglienza per gli ospiti del campeggio), un’area di svago e una terrazza. Circa al centro del comparto sarà poi realizzata una piscina esterna riscaldata (grazie al teleriscaldamento) che avrà diverse profondità e assomiglierà a un laghetto naturale. Una struttura balneare che attualmente «manca sul nostro territorio – precisa Boschetti Straub – e che andrà a completare l’importante offerta di svago (come escursioni e percorsi mountain bike) già presente nella regione». Il locale tecnico della piscina sarà situato al piano interrato di un nuovo edificio di servizio. In quest’ultimo stabile, di due piani, saranno pure inseriti gli spogliatoi per gli utenti del campeggio e della struttura balneare, i servizi igienici, la lavanderia, il locale per il riordino delle stoviglie di cucina, il locale svuotatoio per i camper e un deposito per l’attrezzatura necessaria alla zona. A lato della piscina e vicino alla terrazza del Tea-room sorgerà un nuovo parco giochi pubblico che potrà quindi essere utilizzato da tutti e non solo dagli ospiti del comparto. Quello vecchio (situato a nord del Polisport) farà invece posto a un parcheggio pubblico con circa 40 posti auto, stalli per biciclette e una zona per la raccolta dei rifiuti. Al posto, invece, dell’attuale parcheggio situato lungo il fiume Brenno, sarà creata una zona verde.

Fra tende, camper e ‘pods’

Il campeggio potrà accogliere "turisti di vario tipo: dall’escursionista che decide di accamparsi in tenda, alla famiglia che si sposta in camper (offerta mancante nell’Alta Valle di Blenio), passando anche dal visitatore che preferisce installarsi in una struttura più ‘tradizionale’", rileva il Consiglio di Stato nel messaggio. In quest’ambito la novità sarà la realizzazione di cinque cosiddetti ‘pods’ in legno (due saranno provvisti di servizi igienici e con standard superiori, mentre gli altri tre avranno spazio solo per un letto matrimoniale). "Quest’ultima è una nuova tipologia di offerta promossa dai campeggi e che risponde alla necessità odierna di trovare una via di mezzo per i turisti che vogliono soggiornare a contatto con la natura, ma che al contempo non dispongono di un camper e desiderano qualcosa di diverso rispetto alle classiche tende". Nel prato accanto a queste strutture "che si integrano nel paesaggio naturale" ci sarà spazio per dieci tende da campeggio, mentre nella parte più a sud del comparto potranno sostare 19 camper che avranno la possibilità di allacciarsi alla canalizzazione acque luride, all’acqua potabile e all’energia elettrica.

Contributi cantonali e federali grazie alla politica economica regionale

Per la realizzazione del progetto elaborato dallo studio d’architettura Blanco-Ad di Acquarossa in collaborazione con l’architetta paesaggista Francesca Kamber, sono previsti costi pari a 6,88 milioni di franchi. Il relativo credito era già stato approvato dal Consiglio comunale di Blenio alla fine di marzo del 2021. Sul totale preventivato, ‘solo’ 5,626 milioni sono computabili ai fini del calcolo del sussidio (sono esclusi i costi relativi all’acquisto dei fondi così come i costi che saranno finanziati dal Comune attraverso i contributi del Fondo energie rinnovabili). Lo Stato coprirà quindi il 50% della spesa computabile prevista, ovvero 2,813 milioni: ai sensi della politica economica regionale, 2,076 milioni sono garantiti a fondo perso dal Cantone, 52mila franchi (sempre a fondo perso) dalla Confederazione, mentre 685mila franchi rappresentano un prestito senza interessi rimborsabile in 25 anni.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
blenio consiglio di stato messaggio olivone polisport sussidio
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved