NJ Devils
5
PHI Flyers
2
fine
(1-1 : 1-0 : 3-1)
CHI Blackhawks
0
SJ Sharks
2
fine
(0-0 : 0-1 : 0-1)
BOS Bruins
3
VAN Canucks
2
fine
(1-1 : 0-1 : 2-0)
ANA Ducks
1
TOR Leafs
5
3. tempo
(0-0 : 0-2 : 1-3)
liceo-di-bellinzona-548-allievi-contro-la-sede-provvisoria
Ti-Press
Gli studenti Giacomo Orelli e Benjamin Del Don consegnano la petizione al presidente del Gran Consiglio Nicola Pini e al segretario generale Tiziano Veronelli
ULTIME NOTIZIE Cantone
Grigioni
6 ore

Lostallo, perde il controllo del veicolo e si ribalta

La donna avrebbe riportato ferite di una certa gravità, ma non è in pericolo di vita. È accaduto in zona Campagna intorno alle 19.45
Ticino
9 ore

I giovani chiedono più sostegno psicofisico

Le sezioni giovanili dei partiti di sinistra preoccupate per il crescente malessere psichico che attanaglia le nuove generazioni
Bellinzonese
10 ore

Soggiorni sportivi e scolastici nel futuro dell’ex Galvanica

Faido: chiesto un credito per avviare uno studio di fattibilità. L’idea del Municipio è quella di riconvertire lo stabile in un ostello da 100 posti
Lugano
10 ore

Lis, via libera (con modifiche) agli statuti

La Commissione delle petizioni propone alcuni aggiustamenti al testo municipale
Bellinzonese
11 ore

Torna la videosorveglianza nei centri rifiuti di Camorino

Il Municipio conferma comportamenti abusivi nelle strutture Al Mai e In Muntagna, compresi sabotaggi ai dispositivi di chisura automatica
Luganese
11 ore

Pse a Lugano, decisivo il voto per corrispondenza

Se la consultazione sul referendum fosse stata limitata alle urne oggi, il contrari avrebbero prevalso per sole cinque schede
Ticino
11 ore

La Cassa disoccupazione dell’Ocst si digitalizza

Un sito per caricare tutti i documenti necessari per fare richiesta delle indennità senza spostarsi da casa
Ticino
11 ore

Coronavirus e la pandemia dei dati

L’Acsi invita a partecipare all’incontro pubblico (il 2 dicembre, online e in presenza) sulla difficile sfida di orientarsi tra i numeri del Covid
Mendrisiotto
11 ore

‘Sergio Vorpe di Melano è volato via’

Il ricordo di una figura legata indissolubilmente al Monte Generoso e alla Grotta dell’orso di cui è stato scopritore
Bellinzonese
11 ore

A Biasca la cena di classe 1965

Appuntamento sabato 4 dicembre
Ticino
11 ore

Offerta professionale di base, al via un ciclo di webinar

Dalle formazioni sanitarie, a quella della logistica passando per l’informatica: l’appuntamento è online alla Città dei mestieri
Luganese
12 ore

Pse, le reazioni dei partiti: chi soddisfatto, chi veglierà

Dal Movimento per il socialismo al Partito popolare democratico, dal Partito socialista al Partito liberale radicale le reazioni dopo la vittoria del Sì
Bellinzonese
19.10.2021 - 16:260
Aggiornamento : 17:52

Liceo di Bellinzona, 548 allievi contro la sede provvisoria

Consegnata la petizione che chiede al Gran Consiglio di rivalutare il progetto. Preoccupano i tre anni di ‘transizione’ nei prefabbricati

Sospendere l’analisi del messaggio governativo (richiesta di un credito di franchi 8,9 milioni) per la realizzazione della sede provvisoria, e avviare immediatamente una discussione che coinvolga gli studenti e i docenti per apportare miglioramenti qualitativi e quantitativi che possano permettere di migliorare il progetto della sede provvisoria. Con queste specifiche richieste è stata consegnata, oggi pomeriggio a Palazzo delle Orsoline, la petizione sottoscritta da 548 allievi (su un totale di circa 800) del Liceo di Bellinzona. Circa tre quarti dell’istituto si schiera dunque contro il progetto elaborato dalla Sezione cantonale della logistica che prevede la realizzazione di una sede provvisoria, che accoglierà gli studenti per circa tre anni, per nel frattempo permettere la ristrutturazione e l’ampliamento dell’attuale sede che da lungo tempo ormai versa in condizioni non più accettabili ed è fortemente sottodimensionata (l’inaugurazione è prevista per l’anno scolastico 2025-2026).

‘Nei prefabbricati gestione degli spazi disastrosa’

Come già emerso durante l’assemblea degli studenti dello scorso 6 ottobre, ciò che preoccupa la maggior parte degli allievi – rappresentati oggi in Piazza Governo da Giacomo Orelli e Benjamin Del Don – è la fase di ‘transizione’ all’interno della struttura composta da aule prefabbricate. “L’analisi e la riflessione sulle planimetrie messe a disposizione – si legge nel testo della petizione chiamata ‘Vogliamo spazi adeguati, per studiare e vivere la nostra vita di studenti e studentesse’ – permettono di arrivare alla conclusione che la gestione degli spazi negli stabili prefabbricati risulta essere disastrosa e assolutamente inadeguata a ospitare un organico di quasi 800 allievi e un centinaio di docenti”. Il comitato si sofferma in particolare sugli spazi comuni previsti nella sede provvisoria: “Le planimetrie dicono che potranno ospitare un numero massimo di circa 250 persone (in 340 mq di spazio), a fronte (conviene ripeterlo nuovamente) di 800 studenti iscritti. Quest’unico dato dovrebbe far ripensare all’intera gestione del progetto dei prefabbricati (ancor più dopo l’esperienza pandemica!): evidentemente è fisicamente impensabile credere di poter accogliere (specialmente in inverno, come si è detto) l’intero corpo studentesco in uno spazio di simili dimensioni”.

Quanto alla decisione di ristrutturare l’attuale sede, per il comitato – che si allinea in grandi linee alle critiche sollevate dal Movimento per il socialismo attraverso interpellanze e prese di posizione – “è contestabile sia dal punto di vista architettonico che da quello finanziario. Il costo complessivo (per la ristrutturazione e gli adeguamenti, senza tener conto delle strutture provvisorie durante i lavori) sarà di gran lunga superiore, ad esempio, al rifacimento ex novo del Liceo di Mendrisio, che conta solo una cinquantina di allievi in meno della nostra sede”.

La petizione sarà portata all’attenzione della Commissione della gestione

Orelli e Del Don sono stati accolti dal presidente del Gran Consiglio Nicola Pini e dal segretario generale Tiziano Veronelli, i quali hanno preso in consegna le firme. La petizione, ha detto Pini agli studenti, sarà portata all’attenzione della Commissione della gestione incaricata di stilare il rapporto accompagnante il messaggio sul quale il Parlamento dovrà esprimersi nei prossimi mesi.

L’approvazione del credito permetterebbe di proseguire la progettazione del nuovo liceo e di inoltrare la relativa richiesta di credito di costruzione al Parlamento prevista entro metà del 2022. L’investimento complessivo (sede provvisoria, ristrutturazione e ampliamento dell’attuale edificio) si aggira attorno ai 42,8 milioni di franchi.

Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved