sala-concerti-a-sobrio-tornati-al-punto-di-partenza
I disegni della struttura di Mario Botta
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
1 ora

Che cosa ci dice il lavoro? Risponde Marazzi

La lectio magistralis dell’economista Supsi è un’occasione per fare il punto con lui su senso e cambiamenti della realtà locale e globale
Mendrisiotto
1 ora

‘Mettiamo un tetto alle auto sulle strade trafficate’

L’Ata dice ‘no’ a PoLuMe e corsia per i Tir e rilancia proponendo di trasferire i pendolari sul trasporto pubblico. Come si è fatto con i camion
Luganese
8 ore

Archibugieri ticinesi agli onori in Italia

Importanti risultati anche per i ticinesi Denys Gianora di Pregassona e Giordano Rossi di Brusino Arsizio
Mendrisiotto
8 ore

Il Camping Monte Generoso di Melano amico dei cani

Riconosciuto come ‘the best campsite for your dog’ di tutta la Svizzera da parte dell’Acsi, il maggior specialista europeo dei campeggi
Bellinzonese
8 ore

Depurazione a Giubiasco, nel Ticino acqua sei volte più pulita

È il risultato del nuovo sistema di filtrazione attivo da otto mesi presso l’impianto dell’Azienda multiservizi Bellinzona
Mendrisiotto
10 ore

Presenza insolita fuori scuola ad Arzo: ‘Situazione monitorata’

Istituto e Polizia sono al corrente e restano vigili. Aperto dialogo con gli alunni. L’invito è a non creare allarmismo
Ticino
11 ore

Torna la Giornata mondiale senza tabacco, #maforselosaigià

Lo slogan della campagna vuol stuzzicare l’attenzione del pubblico e farlo riflettere sui molteplici danni che l’industria del tabacco arreca all’ambiente
Mendrisiotto
11 ore

Balerna festeggia il suo concittadino Mattia (Crus) Croci-Torti

Incontro con la popolazione giovedì 2 giugno alle 18.30 per celebrare il successo di Coppa dell’allenatore del Lugano
Luganese
11 ore

Corsi di italiano per stranieri: iscrizioni aperte a Lugano

Li organizza nell’ambito delle proprie attività in favore dell’integrazione l’Associazione Il Centro
Locarnese
11 ore

Pestaggio in rotonda, ‘tentato omicidio intenzionale’

Promossa l’accusa per i due fratelli, in carcere da cinque mesi, che lo scorso dicembre a Locarno picchiarono un 18enne
Luganese
11 ore

I modi di dire: origini, significati e curiosità

Incontro alla Biblioteca cantonale di Lugano con il linguista Ottavio Lurati e Luca Saltini
Ticino
11 ore

Riduzione tasso di conversione Ipct, ‘mobiliteremo il personale’

Il passaggio dal 6,3 al 5 comunicato dalla Cassa pensioni cantonale non piace affatto al sindacato Vpod, che annuncia battaglia
Mendrisiotto
11 ore

Prima tappa momò dello Street Food Village

L’evento organizzato dal team di saporiedissapori.ch si terrà venerdì 27 e sabato 28 maggio sul posteggio di viale Volta a Chiasso
Luganese
12 ore

Il Circo Knie e il futuro: quale terreno per il carrozzone?

Interrogazione al Municipio di Lugano del consigliere comunale Ppd Luca Campana per conoscere la prossima destinazione degli spettacoli
Luganese
12 ore

Scollinando in compagnia per la dodicesima volta

Si terrà domenica 12 giugno l’evento enogastronomico che si dispiega in undici comuni della collina Nord di Lugano
Bellinzonese
12 ore

Altro passo avanti per il nuovo quartiere Officine di Bellinzona

La documentazione relativa alla variante di Piano regolatore sarà consultabile dal 30 maggio al 28 giugno al Dicastero territorio e mobilità di Sementina
laR
 
07.06.2021 - 21:52

Sala concerti a Sobrio, ‘tornati al punto di partenza’

La delusione di Mauro Harsch per le opposizioni al progetto di Mario Botta. 'Così perdiamo investitori, attendiamo con interesse la risposta delle autorità'

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

«Dopo due anni di lavoro, modifiche, incontri con le autorità e trattative, ci troviamo praticamente ancora al punto di partenza». Mauro Harsch non nasconde la sua delusione generata delle opposizioni alla realizzazione di una sala concerti a Sobrio dove poter mettere in scena i concerti del ‘Villaggio della musica’, iniziativa che già ora anima questa frazione di Faido situata a 1’100 metri di quota. «Il mio impegno in questo progetto si lega all’affetto che provo per questo paese», afferma il pianista presidente dell’associazione Ars Dei, determinato a realizzare la struttura a Sobrio senza tuttavia nascondere che l’auditorio disegnato dall’architetto Mario Botta «fa gola a tanti, qui nelle vicinanze ma anche oltre Gottardo. Sarebbe infatti unico a livello mondiale – ribadisce Harsch –, e potrebbe portare importanti ricadute economiche per tutta la regione. Con la chiesa di Mogno era successa la stessa cosa: tante critiche prima della realizzazione, solo elogi una volta conclusa l’opera».

In attesa del preavviso del Municipio

Come noto, la nuova sala concerti non ha fatto breccia in tutta la popolazione di Sobrio. Facendosi portavoce di una parte di residenti e villeggianti, l’ex sindaco Adriano Milani, affiancato da tre abitanti, negli scorsi mesi ha infatti inviato al Municipio e al Consiglio comunale di Faido una presa di posizione critica (ubicazione, inserimento paesaggistico, gestione e sostenibilità del progetto) con la quale si chiedeva anche di fissare un incontro pubblico informativo. Invito raccolto dall’Esecutivo, che ha deciso di prendersi del tempo per dare il proprio preavviso in merito alla bontà di quanto proposto da Botta e dall’associazione Ars Dei. Preavviso – ha dichiarato negli scorsi giorni il sindaco Corrado Nastasi, auspicando il coinvolgimento di tutte le parti nelle future discussioni – che terrà conto dell’esito dello studio avviato dal pianificatore comunale che prende in considerazione tutti gli aspetti necessari per un’eventuale concretizzazione della nuova sala concerti, comprese le richieste e le preoccupazioni espresse.

‘Non parteciperemo alla serata pubblica’

Sarà poi la volta della serata pubblica, alla quale dovrebbe seguire il voto del Consiglio comunale relativo alla necessaria variante di Piano regolatore che si baserà anche sulle osservazioni sollevate dal Cantone. «L’architetto Botta e il sottoscritto attendono con interesse la risposta delle autorità competenti, che speriamo sia positiva». Nel corso dell’iter, «lasceremo tuttavia agli abitanti e ai villeggianti l’eventuale decisione finale, senza influenzare le loro scelte», aggiunge Harsch, il quale annuncia che né lui né Botta parteciperanno alle serate pubbliche: «come accaduto in passato, sfocerebbero in discussioni poco costruttive e in attacchi personali».

’L'ubicazione proposta è l’unica possibile’

Ricordiamo che la struttura della nuova sala concerti – nella quale sono previsti circa 180 posti a sedere – era stata ritoccata con un seconda variante elaborata da Botta anche a seguito delle prime criticità riguardo l’ubicazione e le dimensioni sollevate dall’Inventario federale degli insediamenti svizzeri da proteggere d’importanza nazionale e dalla Società ticinese per l’arte e la natura. «La seconda variante soddisfa tutte le nostre richieste. L’ubicazione proposta (sul terreno a lato del vecchio stabile comunale che un tempo ospitava il caseificio, ndr) è l’unica possibile in loco. Il traffico non sarà inoltre sollecitato».

Il secondo disegno di Botta aveva inoltre portato alla riduzione del costo dell’opera, circa 3,5 milioni di franchi. «Siamo sempre alla ricerca di sponsor. È chiaro che se il progetto non decolla, eventuali sostenitori sono meno propensi a darci una mano. Le opposizioni e i conseguenti ritardi hanno già portato due importanti sostenitori privati ad abbandonare l’idea di contribuire al finanziamento. Bisognerà dunque trovarne altri».

Pareri contrastanti

Per i promotori la necessità di costruire l’auditorium musicale (una struttura funzionale pensata per ospitare anche workshop, masterclass e prove) è dettata dalla costante crescita del numero di artisti, di giovani musicisti e di compagnie di danza che desiderano collaborare con il ‘Villaggio della musica’. I contrari giudicano l’impostazione del progetto nebulosa e faraonica. Affermano che avrebbe un importante impatto sulla vita del paese e che bisognerebbe dare priorità alla realizzazione di altre opere a favore della popolazione di Sobrio. Per i firmatari della lettera al Municipio, la sala concerti sarebbe inoltre un doppione con il polo multiculturale abbozzato dalla Supsi in quel di Biasca.

Sobrio Festival: tutto pronto per l’edizione 2021

Nel frattempo è stato presentato il programma del Sobrio Festival 2021 che avrà luogo presso la chiesa di San Lorenzo nel corso del mese di luglio. Tra i principali appuntamenti: la finale del Premio ‘E. Tschaikowsky 2021’, concorso pianistico internazionale che si svolge dal 2019 a Sobrio e che quest’anno ha selezionato giovani pianisti provenienti da Russia, Giappone, Cina, Corea del Sud, Stati Uniti, Macedonia, Italia e Svizzera. Questa settimana inizia la prenotazione dei posti. Il programma con tutti gli appuntamenti è disponibile sul sito www.sobriofestival.com

Leggi anche:

Auditorium di Sobrio, serata informativa per fare chiarezza

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
mario botta mauro harsch sala concerti sobrio
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved