ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
4 ore

Arogno, il sentiero resta: respinto il ricorso di Franco Masoni

L’ex consigliere agli Stati riteneva illegittimo il ‘declassamento’ di una strada sterrata per raggiungere la sua proprietà
Luganese
4 ore

Origlio, l’avventura di un negozietto di paese

Peter Murer per 22 anni lo ha gestito guadagnandosi l’affetto della gente. Ora lascia ma ‘Bondì’ resterà
Luganese
16 ore

Direttore arrestato, ‘bisogna cogliere i segnali d’allarme’

Secondo il criminologo Franco Posa allievi, docenti e genitori devono poter far affidamento su una rete esterna per evitare situazioni spiacevoli
Ticino
16 ore

‘Cdm, competenze da ampliare o meccanismi da rivedere’

Consiglio della magistratura, lettera del governo alla commissione parlamentare Giustizia e diritti. Nicola Corti: spunti di riflessione interessanti
Ticino
16 ore

Rincari: ‘Non si scarichino le responsabilità su chi è malato’

A fronte di un aumento dei premi di cassa malati che si prospetta vertiginoso, per Acsi, cliniche private, Eoc, medici e farmacisti serve cambiare sistema
Locarnese
1 gior

Cordoglio per la morte di Pierino Tomatis

Ingegnere, già sindaco di Lavertezzo per diverse legislature, era molto attivo in ambito energetico
Luganese
1 gior

Lugano prevede di adeguare il rincaro del 3%

Lo annuncia il Municipio nella risposta all’interrogazione presentata dalla sinistra. La decisione definitiva verrà presa il prossimo dicembre
Locarnese
1 gior

Attive della Sfg Losone sugli scudi a Zugo e a Veyrier

Ginnastica, ottimi risultati delle ragazze locarnesi, impegnate oltre Gottardo in due gare di livello nazionale
gallery
Bellinzonese
1 gior

Morobbia: dopo 20 anni e 22 milioni, inaugurato l’acquedotto

Entrato in funzione questa estate, in passato era stato contestato dalla Città e oggi produce anche elettricità per oltre mille abitanti
Locarnese
1 gior

Lento fumo, due argenti nazionali per Paolo Dova

L’esponente del Gruppo ‘PipapassioneTuri’ di Minusio si è distinto al 47° Campionato svizzero svoltosi nel Canton Zurigo
Luganese
1 gior

Un credito supplementare per la rotatoria al Piano della Stampa

Il Municipio di Lugano chiede oltre mezzo milione di franchi per una pista provvisoria che garantirà anche l’accesso al cantiere del Dsu
Mendrisiotto
1 gior

Valera verde, L’AlternativA: ‘Seguiremo con occhio vigile’

Verdi e Sinistra insieme: ‘Il fondovalle del Mendrisiotto ha bisogno di questo polmone verde. Non molleremo la presa’
Ticino
1 gior

In pensione il caposezione Circolazione, bando per sostituirlo

L’avvocato Cristiano Canova lascerà la carica il 1° aprile 2023, dopo oltre 30 anni di servizio. Pubblicato il concorso per trovare il suo successore
Bellinzonese
1 gior

Incontro con Raffaele De Rosa a Lodrino

L’evento, organizzato dal Centro di Riviera, si terrà giovedì 29 settembre dalle 18 all’ex Vetreria
Ticino
1 gior

Le settimane passano, ma non i radar, ed è ottobre

Comune per comune i punti ‘osservati speciali’ dell’azione di controllo della velocità in un’ottica di prevenzione
Grigioni
1 gior

La teleferica Arvigo-Braggio chiusa per controlli alle funi

L’esercizio dell’impianto presente nel comune di Calanca sarà sospeso lunedì 24 ottobre dalle 9 alle 11
Mendrisiotto
1 gior

Castel San Pietro, Progetto Monte: villaggio per tutte le età

Appuntamento per sabato 1º ottobre alle 9.15 in cui verranno presentati gli interventi. L’iscrizione al pranzo è obbligatoria entro il 23 settembre
laR
 
01.03.2021 - 21:56

'Per una Città di Bellinzona finalmente policentrica'

La commissione della Gestione dà il via libera al Piano d'azione comunale, portando l'attenzione sull'importanza di valorizzare ogni singolo quartiere

per-una-citta-di-bellinzona-finalmente-policentrica
(Ti-Press)

Identità policentrica, mobilità sostenibile e coinvolgimento della popolazione. Questi gli aspetti sui quali, secondo la Gestione, bisognerà insistere nell’ambito della pianificazione territoriale della Città di Bellinzona dei prossimi 20 anni. Tutti i membri della commissione hanno sottoscritto il rapporto stilato da Lisa Boscolo (Ps) che invita il Legislativo – chiamato ad esprimersi in occasione della seduta dell'8 marzo – a condividere le linee direttrici contenute nel Piano d’azione comunale (Pac). Così come la maggioranza della commissione Piano regolatore, anche la Gestione condivide l’impostazione del Pac, strutturata su nove tematiche centrali e sulla pianificazione delle cinque aree considerate di maggior valenza per il futuro socioeconomico e commerciale della Città (comparti Stadio e Officine a Bellinzona, Ferriere a Giubiasco, Capeleta a Camorino e centro paese di Claro). 

’Messo in risalto il potenziale di ogni quartiere’

Partendo dall’auspicata identità policentrica, la Gestione apprezza il potenziale di ogni quartiere messo in risalto dal Pac. Un’impostazione che conferma per la prima volta che l’identità del nuovo ente locale è composta da ognuno degli ex tredici comuni, aspetto ritenuto centrale per lo sviluppo identitario di un intero territorio. Un concetto di policentrismo, al fine di “valorizzare seriamente ogni quartiere e dargli dignità ed equità”, da concretizzare – si legge ancora nel rapporto – “con misure incisive come il potenziamento del servizio pubblico (tra cui mezzi pubblici e strutture extrascolastiche) e con una chiara relazione tra le varie aree strategiche e non che compongono questo territorio”. Un’identità policentrica “da costruire uscendo da una visione belli-centrica che troppo spesso si è percepita”. Il Fiume Ticino, come elemento naturale che tocca ogni quartiere
(eccezione per la Valle Morobbia) “rappresenta una potenziale colonna vertebrale dell’intero territorio”. 

Mobilità, ‘approccio innovativo e coraggioso’

Sul fronte dei trasporti pubblici, la visione che emerge dal Pac è di passare da una città ancora piuttosto orientata al trasporto individuale motorizzato a una Città della mobilità sostenibile, tramite un sistema capillare di connessione intermodale con nuove fermate TILO a Claro, S. Paolo, Piazza Indipendenza, Saleggi (che servirà il nuovo ospedale) e Camorino. “Il messaggio che propone il Pac verso l’approccio alla mobilità è qualcosa di innovativo e coraggioso”, scrive Boscolo nel rapporto, ritenendo che il Municipio abbia fatto “un passo di qualità verso una maggiore sostenibilità nel considerare il momento opportuno per passare da una città orientata principalmente al mezzo individuale motorizzato a una città orientata sulla mobilità sostenibile, pubblica e dolce”. Per la Gestione anche questa è una via da seguire per avere “dei quartieri attrattivi, connessi tra loro che permette di eliminare il rischio di isolarne qualcuno”. Per la commissione le azioni proposte dal Pac in ambito di mobilità sono ideali per intraprendere il cambio di paradigma in ambito di impatto climatico, “tema centrale per raggiungere l’obiettivo di una migliore qualità di vita”. Viene dunque consigliato l’anticipo di alcuni studi di fattibilità come per esempio per il piano della mobilità ciclistica.

Una posizione, quella della Gestione, parzialmente in contrasto con quella della maggioranza della commissione Piano regolatore. Nel suo rapporto rende attenti sulla necessità di dare la giusta attenzione ai posteggi per il traffico individuale motorizzato, e in generale dare “un saggio punto di equilibrio tra le varie forme di mobilità, dopo l’inebriante sviluppo del trasporto pubblico regionale degli ultimi sei anni”.

’La popolazione dev'essere più coinvolta’

Un aspetto che per la Gestione andrà migliorato durante l’intero sviluppo delle varie tipologie d’azioni, è il coinvolgimento della cittadinanza, aspetto che la commissione rileva esserci stato solo in parte nelle varie fasi di realizzazione del Pac. “Oltre all’aspetto formale e legale è fondamentale considerare il pensiero del cittadino e della cittadina perché elemento determinante al fine di raggiungere l’obiettivo finale”, si legge nel rapporto dove si auspica maggiore possibilità in futuro. “Nelle prossime tappe è dunque di fondamentale importanza coinvolgere singoli cittadini e cittadini e le loro specificità come età, genere, e appartenenza socio-economica. Le specificità di ogni cittadino corrispondono a un vissuto diverso del territorio. Senza il parere e i desideri della cittadinanza la città non si può costruire”. Oltre alla cittadinanza, per la Gestione vanno coinvolti gruppi di interesse quali i patriziati, le associazioni di ogni categoria (sociali, sportive, culturali, economiche, ambientaliste) senza escludere a priori la partecipazione di specialisti di settore. “Il territorio è di chi lo vive. Per questo motivo va coinvolto e ascoltato in maniera incisiva per un progetto che sia il più democratico possibile”.

3,5 milioni per la misure pianificatorie

Sul tema finanze la Gestione si limita a stimare i costi unicamente per le future misure pianificatorie suddivise in tre categorie temporali (2021-2027, 2027-2031, 2031-2040). Per le prime due fasi d’intervento viene indicato un totale di 3,65 milioni di franchi per azioni quali per esempio l'armonizzazione dei regolamenti edilizi, i vari studi preliminari, le varianti di piano regolatore, adattamenti e aggiornamenti). Tutti gli altri investimenti saranno quantificati sulla base di studi preliminari e successive progettazioni.

Leggi anche:

‘Pac equilibrato e da sostenere, attenzione ai prossimi passi’

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved