bellinzona-per-ronnie-david-il-masterplan-e-da-bocciare
Ronnie David chiede al Consiglio comunale di respingere il messaggio sul Pac (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
1 ora

Manupia in concerto alla Spiaggetta di Arbedo-Castione

La collaudata coverband ticinese si esibirà alle 21
Locarnese
1 ora

Formazza-Rovana, sul confine i lupi uccidono un vitello

All’alpe di Cravariola azzannato a morte un bovino. I cani mettono in fuga i due predatori. Anche il vescovo emerito da Mogno difende la pastorizia
Ticino
1 ora

Polizia unica, Dafond in commissione: demolendo non si migliora

Il presidente dell’Associazione comuni (Act) in audizione alla ‘Giustizia e diritti’ ribadisce: ‘Prossimità, le polcomunali hanno un ruolo fondamentale’
Bellinzonese
2 ore

Abusò del figlio e di altri bambini, 4 anni e 6 mesi di carcere

Condannato un uomo sulla settantina: tra le mura di casa ha approfittato di una dozzina di ragazzini, la maggior parte durante sedute di massaggi
Bellinzonese
2 ore

Porte aperte al Teatro Sociale di Bellinzona

Durante l’estate, per cinque sabati, in concomitanza con il mercato cittadino, sarà possibile visitare la struttura dalle 10 alle 13
Bellinzonese
2 ore

Per valorizzare le ‘Ville’ della Val Malvaglia

Il Cantone ha promosso un incontro con le autorità federali in modo da assicurare le opere di recupero e trasformazione della regione
Locarnese
2 ore

Il BaseCamp 2022 del Festival si terrà alle Elementari di Losone

Il Comune ha confermato che l’Istituto scolastico accoglierà dal 3 al 13 agosto i giovani che nel 2019 e nel 2021 si erano ritrovati all’ex caserma
Bellinzonese
3 ore

Introduzione dei 30 km/h sulla strada principale a Daro

Il progetto, in pubblicazione fino al 29 agosto, ha lo scopo di migliorare la sicurezza dei pedoni e in particolare del percorso casa-scuola
Locarnese
3 ore

Locarno, Colonia estiva aperta ai Comuni

Al Parco della Pace cinque pomeriggi di animazione con ‘Tutti al circo’, rivolti ai bambini dai 5 ai 12 anni
Ticino
3 ore

Como, il neosindaco: salto di qualità dell’elettorato

Le prime dichiarazioni di Alessandro Rapinese dopo la sua elezione a primo cittadino. Quando scrisse di multe non pagate e di ‘precisetti elvetici’
Bellinzonese
3 ore

A fine agosto la quinta edizione del Greina Trail

Oltre alle consuetudinarie competizioni, da quest’anno in calendario anche il percorso ‘Walking’ e il ‘Kids Trail’
Luganese
3 ore

Passaggio di consegne al Lions Club di Lugano

In occasione dell’annuale cerimonia di fine anno l’uscente Luca Maria Gambardella ha ceduto il testimone al neopresidente Paolo Lamberti
Grigioni
3 ore

Monica Piffaretti presenta ‘La memoria delle ciliegie’

Il prossimo 5 luglio alle 19 in quel di Verdabbio l’autrice illustrerà la nuova indagine della detective Delia Fischer
Ticino
4 ore

Commesse pubbliche, progetto pilota sulla parità salariale

Al via venerdì 1° luglio, saranno selezionate per i controlli almeno cinque aziende che impiegano oltre 100 lavoratrici e lavoratori
Mendrisiotto
4 ore

Da Mendrisio un contributo straordinario per le società

Il Municipio mette a disposizione un fondo di 100mila franchi, accantonati dall’anno scorso, per il rilancio di attività culturali e di svago
laR
 
18.02.2021 - 20:30
Aggiornamento: 23:55

Bellinzona, per Ronnie David il masterplan è da bocciare

Unico firmatario del rapporto di minoranza, l'ecologista espone diverse critiche sul documento che funge da base per la pianificazione futura della città

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

Scarso coinvolgimento della popolazione, scarsa logica di pianificazione, eccedenza di superfici edificabili rispetto all’effettivo fabbisogno a causa di uno sproporzionato fermento edilizio, modello economico obsoleto e in contrasto con una politica climatica responsabile. Questo il riassunto delle aspetti ritenuti critici che hanno portato il consigliere comunale Ronnie David (I Verdi) a elaborare un rapporto di minoranza che si schiera contro l’approvazione del Programma d’azione comunale (Pac o masterplan), il documento che funge da base per la pianificazione del Comune di Bellinzona dei prossimi 20 anni.

Unico membro contrario della Commissione del piano regolatore, nelle sue osservazioni David inizia col sostenere che il dossier sarebbe stato allestito senza tastare il polso dei residenti. “Se è vero che esso viene sottoposto attraverso il messaggio a una approvazione consultiva da parte del Consiglio Comunale, va tuttavia sottolineato che le cittadine e i cittadini non hanno facoltà di parola su scelte, priorità e visioni della propria Città del domani. È stato infatti effettuato un solo sondaggio preliminare – afferma –, perlopiù molto generico, i cui suggerimenti e visioni sono successivamente state mediate dal Municipio che ha così potuto imporre la propria visione”. Secondo David il documento “rappresenta una visione predefinita dell’Esecutivo, composta raccogliendo qua e là spunti e suggerimenti contenuti nei tre diversi studi svolti in parallelo. Ne consegue un risultato patchwork in cui si fatica a cogliere una visione di insieme dell’intero territorio, così come una logica pianificatoria coerente”.

’Progetto non aderente alla realtà demografica prospettata’

L’attenzione dell’ecologista si sposta sulle stime demografiche dell’Ufficio federale di statistica, che per il Ticino ipotizzano una diminuzione di 18mila persone entro il 2050. Per Ronnie David, si tratta di un dato che dovrebbe permettere di comprendere “come mettere un chiaro limite alle nuove edificazioni costituisca un imperativo ancora più urgente”. Tali previsioni demografiche, sostiene il relatore di minoranza, “non vengono affatto considerate nel Pac. Anzi, nelle previsioni descritte si immagina di aumentare la popolazione di Bellinzona di 14mila unità entro il 2050. Come sia possibile che non si rifletta sulla previsione di decrescita demografica e sulle relative conseguenze (diminuzione della popolazione di altri agglomerati urbani del Cantone e delle valli dell’Alto Ticino per favorire lo sviluppo Bellinzonese, ndr), concentrandosi invece su una crescita demografica certa, è veramente inspiegabile”.

‘No a speculazioni immobiliari’

L’esponente dei Verdi è inoltre convinto che nei cinque centri di sviluppo multifunzionali previsti dal Pac (in particolare nei comparti delle officine Ffs, dello stadio Comunale e delle Ferriere Cattaneo a Giubiasco) vadano assolutamente impedite speculazioni immobiliari che, “oltre a non rispondere al reale fabbisogno, mettono ulteriormente in crisi il tessuto commerciale e immobiliare presente nelle immediate vicinanze”. Per il consigliere comunale, queste zone di sviluppo “andranno ripensate come a delle aree di fruizione pubblica con scuole, posti di lavoro di qualità e spazi di svago e cultura”. Il suo auspicio è che l’economia “venga riorientata verso uno sviluppo qualitativo del tessuto urbano, indirizzandola verso riattazioni e risanamenti del vetusto parco immobiliare pubblico e privato. Nell’attesa che questa transizione avvenga, si ritiene fondamentale porre un freno sin da subito alle nuove edificazioni, in maniera che il tasso di sfitto possa essere gradualmente riassorbito”. 

Altro tema non risparmiato da critiche è la mobilità: “Le misure a sostegno della mobilità pubblica o dolce vengono sistematicamente contrapposte (spesso con spese maggiori) a misure di sostegno del trasporto individuale motorizzato. L’agire in questo senso vanifica gli sforzi”, afferma David, il quale sollecita “una importante riduzione dei parcheggi pubblici a ridosso del centro urbano e maggiori incentivi all’acquisto di titoli di trasporto e a biciclette. Solo con una strategia chiara e definita Bellinzona, a fronte di un eventuale aumento ulteriore della popolazione e con la realizzazione del semisvincolo, potrà evitare di venire soffocata nel traffico”. Quanto al settore primario, l’ecologista ritiene che non possa essere confinato sui pendii, ma mantenere gli attuali terreni sul fondovalle.

Compatti gli altri membri della Commissione

È invece favorevole il parere degli altri membri della Commissione, i quali hanno tutti firmato (Filippo Malacrida con riserva) il rapporto di maggioranza stilato dal relatore Davide Pedrioli che invita il Legislativo a dare luce verde al Pac. Condividendone l’impostazione generale, basata su nove temi e sulla pianificazione dei cinque poli di sviluppo multifunzionali, la Commissione è convinta che il piano d’azione proposto dal Municipio – ritenendo comunque alcuni aspetti soggetti a possibili cambiamenti e evoluzioni – sia il giusto approccio per affrontare l’ordinamento territoriale e il futuro sviluppo della città. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bellinzona pianificazione programma d'azione comunale ronnie david
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved