laRegione
in-valle-di-blenio-arrivano-i-sacchi-per-le-piante-invasive
Bellinzonese
27.08.2020 - 11:350
Aggiornamento : 28.08.2020 - 19:36

In Valle di Blenio arrivano i sacchi per le piante invasive

Li si potranno ritirare gratuitamente per poter smaltire correttamente questi scarti vegetali molto particolari

La gestione delle neofite richiede lo sforzo di tutti: cittadini, agricoltori e professionisti attivi sul territorio. È quanto ricordano i Comuni della Valle di Blenio, che assieme agli enti pubblici e al Cantone lavorano dal 2014 con successo nella lotta contro le piante invasive. Per sensibilizzare e incentivare la lotta e la corretta gestione da parte dei privati, ora verranno distribuiti sacchi dedicati alla raccolta separata di queste piante indesiderate, che non possono essere compostate.

I Comuni di Blenio, Acquarossa e Serravalle mettono a disposizione degli appositi sacchi da 60 litri per il corretto smaltimento di questi vegetali. Per evitare la loro propagazione è infatti necessario trattarli come rifiuti e quindi incenerirli. Il poligono del Giappone, la cui capacità di proliferazione è particolarmente elevata, non va compostato, depositato o trasportato senza particolari attenzioni, in quanto si diffonde facilmente generando crescenti costi economici e ambientali.

L’ambizioso piano di gestione avviato nel 2014 che ha raggiunto importanti risultati, aggiunge in questo modo un nuovo strumento di sensibilizzazione e incentivo, che stimola il contributo di tutti per impedire nuove diffusioni. Informazioni e indicazioni pratiche vengono fornite attraverso volantini e comunicazioni specifiche rivolte ai professionisti che rivestono un ruolo chiave, tra cui agricoltori, giardinieri e imprese di costruzione. I sacchi sono a disposizione gratuitamente dei cittadini presso gli uffici tecnici e potranno essere ritirati da subito da tutte le aziende attive sul territorio.

© Regiopress, All rights reserved