Svizzera

‘Va favorita distribuzione farmaci generici’

La decisione del Consiglio federale dovrebbe comportare risparmi di circa 60 milioni di franchi nell’assicurazione di base

(Ti-Press)
8 dicembre 2023
|

Prosegue l'offensiva per la riduzione dei costi sanitari. Mediante l’adeguamento della parte propria alla distribuzione di medicamenti decisa oggi dal Consiglio federale s'intendono favorire i farmaci generici e biosimilari più convenienti. Tale decisione, che entrerà in vigore dal luglio prossimo, dovrebbe comportare risparmi di circa 60 milioni di franchi nell’assicurazione di base.

L’adeguamento della parte propria alla distribuzione, precisa una nota governativa odierna, si basa su due misure: da un lato viene adattato il modello di calcolo per la parte propria alla distribuzione dei medicamenti soggetti all’obbligo di prescrizione medica e dall’altro viene introdotta una parte propria alla distribuzione uniforme per i medicamenti con il medesimo principio attivo.

Finora, la parte propria alla distribuzione era più elevata per i medicamenti costosi che per quelli convenienti, quindi sussisteva un incentivo alla cessione di farmaci costosi. Ora vale una parte propria alla distribuzione uniforme per i medicamenti con il medesimo principio attivo. La rimunerazione dei fornitori di prestazioni è quindi sempre uguale, a prescindere dal fatto che dispensino un costoso preparato originale o un generico più conveniente.

L’adeguamento del modello di calcolo farà diminuire la parte propria alla distribuzione e il prezzo di vendita dei medicamenti più costosi, mentre aumenterà per i medicamenti più convenienti.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE