09.12.2022 - 10:19
Aggiornamento: 18:23

La casetta in campagna sì... ma vicino a una città

Metà degli intervistati da Comparis dichiara di voler vivere in campagna, mentre solo un quarto preferisce le città. I ticinesi i più restii a spostarsi

la-casetta-in-campagna-si-ma-vicino-a-una-citta
Ti-Press

Gli svizzeri preferiscono vivere in campagna, ma vicino a una città, raggiungibile in meno di 20 minuti. I ticinesi sono i più restii agli spostamenti, soprattutto in auto, secondo uno studio Comparis.

Quasi la metà degli intervistati dichiara di voler vivere in campagna, mentre solo un quarto preferisce le città, precisa un comunicato. Per quanto riguarda gli spostamenti, i ticinesi (62%) e i romandi (57%) sono meno disposti a viaggiare più di 20 minuti per raggiungere un centro urbano, con i mezzi pubblici o privati, rispetto agli svizzeri tedeschi (50%). E se si tiene conto solo dell’uso di un veicolo privato, ben il 75% degli intervistati a sud delle Alpi non intende guidare oltre questo limite (Svizzera romanda 60%, Svizzera tedesca 58%).

Anche la situazione finanziaria ha un’influenza: sono infatti soprattutto le persone con un reddito basso (fino a 4’000 franchi) a voler impiegare poco tempo per raggiungere il centro più vicino (66% con i trasporti pubblici e 70% con il proprio veicolo) per risparmiare sui viaggi.

"Inoltre, la definizione di ‘centro’ varia notevolmente: per alcuni una località con 10’000 abitanti è un centro, per altri invece una città con una popolazione di 50’000 abitanti è un piccolo comune", spiega Michael Kuhn, esperto Comparis in finanze. L’indagine, condotta a marzo dall’istituto di ricerche di mercato Innofact, si è basata su un campione di 1’025 persone provenienti da tutte le regioni della Svizzera.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved