ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
7 ore

I pirati (informatici) salgono sui convogli delle Ffs

L’ex regia federale è finita nel mirino degli hacker. Ma la compagnia assicura: ‘Operazioni ferroviarie e dati dei clienti non sono stati toccati’
Svizzera
8 ore

Tracce di listeria in due tipi di formaggio

Sono stati rinvenuti in diversi lotti del francese Gaperon d’Auvergne e della Tomette des Alpes
Svizzera
8 ore

Henrique Schneider da luglio alla testa dell’Usam

Cambio della guardia in vista per l’Unione svizzera delle arti e mestieri. L’attuale presidente, Hans-Ulrich Bigler, passa il testimone
Svizzera
8 ore

Anche i clienti commerciali della Posta dovranno usare SwissID

Il cambiamento, che dovrebbe avvenire entro la metà dell’anno in corso, coinvolge circa 350’000 utenti
Svizzera
10 ore

Bonus milionari se la ristrutturazione andrà in porto

Li avrebbe promessi ai suoi 500 manager Credit Suisse. Che domani annuncerà i risultati del quarto trimestre e dell’intero anno
Svizzera
10 ore

‘Brilla’ un obice ritrovato nelle acque del Reno

Il proiettile di mortaio, probabilmente risalente agli anni Novanta, era stato ritrovato non lontano dal quartiere residenziale di St. Alban
Svizzera
10 ore

Meteonews avverte: fazzoletti a portata di mano

Brutte notizie per gli allergici: il rialzo delle temperature previsto nei prossimi giorni porterà un’aumento dei pollini nell’aria
Svizzera
11 ore

‘A Iskenderun ci davano poche speranze, e invece...’

Il fiuto dei cani svizzeri per ritrovare i superstiti sotto le macerie del terremoto in Turchia. Al lavoro due squadre alternate sull’arco di 24 ore
Svizzera
13 ore

Il carnevale non è divertente per i cani

Gli animali sono esposti a troppo stress, soprattutto a livello uditivo: guggen e petardi non fanno bene agli amici a quattro zampe
08.12.2022 - 12:15
Aggiornamento: 14:40

Via libera all’abbattimento preventivo del lupo

Il Consiglio nazionale, dopo gli Stati, ha approvato - con 106 voti a 74 e 12 astensioni - una revisione della legge sulla caccia

Ats, a cura di Red.Web
via-libera-all-abbattimento-preventivo-del-lupo
Ti-Press
Attenta al lupo

Il numero di lupi in Svizzera sta crescendo troppo in fretta. È quanto ritiene il Consiglio nazionale che, dopo gli Stati, ha approvato – con 106 voti a 74 e 12 astensioni – una revisione della legge sulla caccia per consentirne l’abbattimento preventivo, sul modello di quanto avviene già per lo stambecco.

Il progetto è nato da un’iniziativa parlamentare della Commissione dell’ambiente, della pianificazione del territorio e dell’energia, decisa ad agire rapidamente di fronte all’aumento degli effettivi di questo predatore, ha ricordato il friborghese Pierre-André Page (Udc) a nome della stessa. Il lupo giunge ormai anche in pianura, aggredisce pure asini e bovini e, in alcuni casi, non ha più paura dell’uomo, ha affermato, precisando che sul territorio elvetico se ne contano circa 180 e almeno 17 branchi e si moltiplicano i conflitti con gli allevatori.

Secondo la modifica di legge, i Cantoni potranno regolare i lupi dal 1° settembre al 31 dicembre, previo consenso del Consiglio federale. I guardacaccia potranno abbattere esemplari che si avvicinano in modo minaccioso a zone abitate o esseri umani, o per i quali le misure di protezione delle greggi sono inefficaci. I Cantoni non dovranno più dimostrare la portata concreta dei danni provocati dal predatore, ma dovranno giustificare le misure di regolazione e i loro obiettivi.

Potremmo arrivare a 700 capi

"Se non agiamo rapidamente i lupi arriveranno a 500-700 e questi numeri sono al di là della soglia di sopportazione della popolazione", ha affermato il sangallese Nicolo Paganini (Centro), elencando una serie di incontri tra questo predatore e l’uomo finiti sulla stampa. Analogo il punto di vista del vallerano Michael Graber (Udc) che ha riveduto al rialzo i dati, parlando di 210 lupi in Svizzera e del rischio di abbandono delle regioni alpine. "Lascereste giocare all’aperto i vostri bambini all’imbrunire sapendo che c’è in giro il lupo?". "Il lupo – ha sentenziato – è un fallimento dello Stato".

Sull’altro fronte, Christophe Clivaz (Verdi/Vallese) ha ricordato come lo Stato abbia aumentato i fondi per proteggere le greggi. "Bisogna evitare la sindrome di Cappuccetto Rosso; le aggressioni all’essere umano sono molto rare in Europa". "Il lupo non è solo dannoso, è anche utile per l’equilibro dei boschi di protezione che valgono miliardi", limitando le sovrappopolazioni di ungulati, ha rilevato lo zurighese Bastien Girod (Verdi), chiedendo di intervenire solo lì dove ci sono danni o problemi e non preventivamente. "Il lupo fa parte del nostro mondo, vogliamo vivere in un parco cittadino o preservare la biodiversità?", si è chiesto Beat Flach (Verdi Liberali/Argovia), mentre Ursula Schneider-Schüttel (Ps/Friborgo) ha auspicato che la legge non sia rielaborata in base alle emozioni.

A sostegno del progetto si è mosso anche il governo. La protezione delle greggi da sola non basta, servono interventi anche sul numero di lupi, ha affermato la consigliera federale Simonetta Sommaruga, aggiungendo che dovrebbe essere possibile sparare loro preventivamente, senza però mettere a rischio la specie.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved