26.09.2022 - 19:23
Aggiornamento: 19:39

‘No’ definitivo alla privatizzazione di PostFinance

Lo ha decretato il Consiglio nazionale bocciando senza opposizioni un progetto di revisione legislativa del governo sull’organizzazione della Posta

Ats, a cura di Red.Svizzera
no-definitivo-alla-privatizzazione-di-postfinance
Keystone

PostFinance rimarrà nel girone della Posta e non sarà privatizzata. Dopo gli Stati a fine maggio, oggi il Consiglio nazionale non è nemmeno entrato nel merito (156 voti senza opposizioni e 32 astenuti) del progetto di revisione legislativa che chiedeva lo scorporo del ramo finanziario del Gigante giallo. Il dossier è liquidato.

Durante l’estate 2021, il Consiglio federale aveva trasmesso al parlamento un progetto di revisione della legge sull’organizzazione della Posta che prevedeva che PostFinance potesse essere autorizzata a concedere in modo autonomo ipoteche e crediti a terzi nonché una privatizzazione parziale dei servizi finanziari.

Il governo intendeva così permettere alla filiale della Posta, controllata dalla Confederazione, di poter realizzare una redditività in linea con il settore. Da anni gli utili di PostFinance sono in flessione: con questi soldi viene anche finanziato il servizio pubblico della Posta.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved