lo-scorso-anno-record-di-cibo-in-eccedenza-recuperato
Keystone
15.02.2022 - 15:19
Aggiornamento: 15:35
Ats, a cura de laRegione

Lo scorso anno record di cibo in eccedenza recuperato

Tavola Svizzera nel 2021 ha raccolto 4’762 tonnellate di alimentari, soprattutto dalla vendita al dettaglio, da distribuire alle persone bisognose

Lo scorso anno Tavola Svizzera ha raccolto una quantità record di cibo in eccedenza: 4’762 tonnellate, in aumento di 600 tonnellate (+15%) rispetto al 2020. Il valore della merce ammontava a circa 31 milioni di franchi.

Lo rende noto oggi la stessa fondazione, che dalla sua creazione nel 2001 recupera prodotti alimentari provenienti principalmente dal settore della vendita al dettaglio che altrimenti finirebbero nella spazzatura.

Parallelamente, a causa della pandemia è aumentata anche la richiesta di cibo da parte di persone bisognose, tanto che sono stati distribuiti 9,4 milioni di pasti, anche grazie a nuovi centri di distribuzione e all’introduzione dei turni del sabato.

Per il suo 20° anniversario, la fondazione ha fatto grandi investimenti lo scorso anno, viene sottolineato in una nota. In alcune regioni si è per esempio trasferita in nuovi locali che dispongono di maggiore capacità di stoccaggio.

Sempre a causa della crisi sanitaria, la tradizionale “giornata della zuppa” si è tenuta in formato “leggero”. L’evento ha permesso di raccogliere 114’000 franchi per persone in difficoltà in Svizzera. Il totale è stato chiaramente inferiore a quello degli altri anni, ma il risultato è ancora positivo alla luce delle difficili condizioni, rileva Tavola Svizzera.

L’organizzazione consegna beni gratuitamente a circa 500 istituzioni attive in ambito sociale, come mense per i poveri, rifugi di emergenza e ostelli per i senzatetto. L’anno scorso ha impiegato 23 persone in progetti di reintegrazione e circa 87 volontari.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cibo eccedenza svizzera tavola svizzera
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved