ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
11 ore

‘La penuria di farmaci è un problema internazionale’

Secondo Yvonne Gilli, presidente della Federazione dei medici svizzeri, urge una ‘soluzione globale ai massimi livelli’
Svizzera
11 ore

Maggioranza favorevole a riesportazione armi in Ucraina

Secondo un sondaggio il 55% della popolazione ritiene che Paesi terzi dovrebbero essere in grado di fornire all’Ucraina armi di produzione elvetica
Svizzera
11 ore

Tamedia fa ammenda su accuse di mobbing e sessismo

Un’ex redattrice del settimanale ‘Das Magazin’ accusa l’ex responsabile della pubblicazione rimproverando al gruppo un atteggiamento attendista
Svizzera
15 ore

Il Vallese sui casinò si ritiene svantaggiato rispetto al Ticino

Il Consiglio federale intende accordare la concessione per una sola casa da gioco: protesta il consigliere di Stato Darbellay
Svizzera
16 ore

Raccolte le firme per l’iniziativa sul mantenimento del contante

Già certificate oltre 111‘000 firme a favore del ‘Sì a una valuta svizzera libera e indipendente sotto forma di monete o banconote’
Svizzera
1 gior

Due morti a Disentis per una valanga

La slavina ha travolto un gruppo di tre sciatori fuori pista, una sola delle quali è rimasta illesa
Svizzera
1 gior

La meteo fa i capricci: in Ticino quasi 20°C, neve in montagna

Il favonio da nord ha alzato eccezionalmente la colonnina di mercurio nel sud della Svizzera: 19,5°C a Locarno. Rischio valanghe nei Grigi
Svizzera
1 gior

La Brévine festeggia il freddo, pronta una brioche da record

Nella ‘Siberia della Svizzera’ inizia il festival locale: fornai pronti a sfornare una brioche da 4,18 metri, in onore dei -41,8°C toccati nel 1987
18.11.2021 - 17:22
Aggiornamento: 19:15

Il 36% delle aziende vittima di attacchi informatici

Oltre una società svizzera su tre colpita dagli hacker. Un anno fa la percentuale era del 25 per cento

Ats, a cura de laRegione
il-36-delle-aziende-vittima-di-attacchi-informatici
Keystone
La percentuale di aziende colpite è salita dell’11%

Oltre un’azienda svizzera su tre è stata vittima di un attacco informatico: il problema ha interessato il 36% delle imprese, un dato assai più elevato del 25% rilevato l’anno scorso, emerge da un sondaggio fra le piccole ditte (da 4 a 49 dipendenti) reso noto oggi.

Si può così calcolare che a livello elvetico circa 55’000 società abbiano dovuto fare i conti con i criminali cibernetici, affermano gli autori dell’indagine condotta da Gfs-Zürich su incarico di Mobiliare, Digitalswitzerland, Alleanza Sicurezza Digitale Svizzera, Scuola universitaria professionale della Svizzera nordoccidentale (Fhnw) e Accademia svizzera delle scienze tecniche (Satw).

Gli attacchi più frequentemente citati provengono da malware, virus o trojan (23%). La seconda forma più diffusa è la frode online, la cui quota rispetto al 2020 è più che raddoppiata, salendo dal 6% al15%. Seguono furti di dati (7%), ricatti (6%) e denial of service, cioè l’ingolfamento volontario di un sistema informatico attraverso un’inondazione di richieste esterne (5%).

Secondo gli autori della ricerca, le misure organizzative adottate dalle imprese per accrescere la sicurezza informatica sono insufficienti: meno della metà delle ditte ha implementato un piano di sicurezza, prevede la formazione regolare dei collaboratori e ha fatto eseguire un’analisi di sicurezza.

“Rispetto allo studio dell’anno precedente è aumentato il numero di piccole e medie imprese vittima di attacchi informatici: un dato preoccupante”, afferma Andreas Hölzli, responsabile del centro di competenza rischi cibernetici della Mobiliare, citato in un comunicato. “Le misure organizzative possono completare considerevolmente la protezione. Particolarmente degna di nota è, ad esempio, la formazione dei collaboratori. Altrettanto importanti sono gli audit di sicurezza, ossia un controllo del rischio informatico della propria azienda”.

“Dall’indagine emerge che vi è grande consapevolezza delle minacce, ma non altrettanta della propria vulnerabilità”, osserva da parte sua Nicole Wettstein, responsabile del programma sicurezza informatica della SATW, pure in dichiarazioni riportate nella nota. “Sono ancora molte le Pmi che ritengono di non essere un obiettivo interessante per gli attacchi informatici: in tale ambito c’è ancora molta strada da fare”.

Nel sondaggio, condotto in giugno e luglio fra i dirigenti delle piccole imprese nelle tre principali regioni linguistiche del paese, è emerso anche come il telelavoro si stia affermando: la diffusione della modalità di impiego in questione è infatti raddoppiata rispetto ai livelli pre-crisi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved