WAS Capitals
SJ Sharks
01:00
 
COB Jackets
CAL Flames
01:00
 
TOR Leafs
ANA Ducks
01:00
 
Detroit Red Wings
CHI Blackhawks
01:30
 
bisogna-agire-subito-per-evitare-un-esplosione-dei-ricoveri
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
5 ore

‘In Svizzera le misure di gestione del lupo sono efficaci’

Secondo uno studio l’abbattimento di singoli esemplari ha permesso di ridurre le predazioni. Valutato positivamente anche l’impiego dei cani da pastore.
Svizzera
6 ore

Processo Vincenz: ‘Un Tour de Suisse nei locali a luci rosse’

È iniziata la requisitoria del Ministero pubblico al Tribunale distrettuale di Zurigo, dove da ieri è alla sbarra l’ex Ceo di Raiffeisen
Svizzera
6 ore

Più di 1’100 terremoti registrati lo scorso anno in Svizzera

Il Servizio sismico svizzero (Sed) fornisce cifre leggermente inferiori a quelle degli anni precedenti: ad aumentare, quelli mediamente forti.
Svizzera
9 ore

Lavoro ridotto, prorogate misure e tutela per soggetti al 2G+

Le aziende alle quali le autorità hanno imposto l’obbligo 2G potranno far valere il diritto all’indennità di lavoro ridotto
Svizzera
10 ore

Il Consiglio federale non andrà a Pechino per le Olimpiadi

A causa dell’incerta situazione pandemica, l’Esecutivo ha reso noto oggi di aver deciso di non presenziare ai Giochi olimpici e paralimpici invernali
Svizzera
10 ore

‘Gravi lacune nelle perizie degli esperti dell’Ai’

Inclusion Handicap punta il dito contro istituti ed esperti che non soddisfano requisiti di base per garantire la qualità della valutazione
Svizzera
10 ore

Dall’energia solare 15 volte più elettricità entro il 2050

Swissolar presenta un piano in 11 punti per l’espansione del fotovoltaico. Il presidente Grossen: ‘Occorre costruire di più e più rapidamente’.
Svizzera
11 ore

In Svizzera il balzo dei contagi non spinge sulle cure intense

Resta stabile intorno a un quarto dei posti letto totali, la presenza di pazienti Covid nei reparti per i pazienti più gravi. Segnalati 13 decessi
Svizzera
13 ore

Pene più severe per il traffico di piante e animali protetti

Dal 1° marzo chi commercia illegalmente specie protette a livello internazionale rischierà il carcere fino a 5 anni
14.11.2021 - 10:090
Aggiornamento : 14:48

‘Bisogna agire subito per evitare un’esplosione dei ricoveri’

A dirlo la responsabile della Task Force-19 del Consiglio federale, Tanja Stadler, preoccupata per l’attuale tendenza dei contagi

Le autorità devono reagire rapidamente per arginare l’attuale ondata pandemica. Parola della responsabile della Task Force-19 del Consiglio federale, Tanja Stadler, secondo cui si corre il rischio di un’esplosione dei contagi da Covid-19.

Se la Svizzera vuole evitare di dover agire in stato di emergenza, la tendenza attuale deve essere rallentata, ha spiegato la specialista in un’intervista concessa alla “Sonntagszeitung”, «riducendo i contatti tra le persone oppure insistendo maggiormente per un incremento delle vaccinazioni».

A breve termine c’è poco da fare per quanto riguarda le immunizzazioni: durante la settimana nazionale di vaccinazione sono state somministrate circa 25mila prime dosi e, al momento, è sempre più difficile convincere gli indecisi. Insomma, per Stadler l’inverno si annuncia difficile sul fronte della pandemia. Se l’attuale tendenza non cambierà, ci possiamo attendere fino a 30mila ricoveri, ha sottolineato.

Tuttavia, secondo Stadler vi è ancora tempo per somministrare una terza dose a tutta la popolazione. Ma bisognerebbe incominciare in dicembre, ossia 6 mesi dopo la somministrazione delle seconda dose. Con un richiamo, la protezione contro l’infezione potrebbe essere aumentata al 95%.

Da un punto di vista scientifico, ha spiegato la docente del Politecnico federale di Zurigo, la situazione è chiara: o si vaccina a ritmo sostenuto, oppure devono essere considerati ulteriori provvedimenti restrittivi per rallentare la circolazione del virus. A suo avviso, i politici non hanno scelta: nelle prossime settimane dovranno prendere in seria considerazione un nuovo pacchetto di misure al fine di evitare il sovraffollamento degli ospedali e un incremento dei decessi da coronavirus.

Le opzioni sul tavolo sono note: obbligo della mascherina, rispetto delle misure igieniche, certificati, dose di richiamo ed eventuali chiusure di attività. Su quest’ultimo punto, Stadler spera che possano essere evitati lockdown su vasta scala. In primo luogo, a suo parere andrebbero considerate altre opzioni, come l’obbligo del certificato sul luogo di lavoro oppure l’obbligo della mascherina agli eventi combinato col possesso di un certificato.

Per Stadler, la regola del 2G, cioè l’accesso a certe aree solo per le persone guarite o vaccinate, ha sia vantaggi che svantaggi. Se meno persone partecipano a un evento, ciò avrebbe senz’altro un effetto frenante sulla circolazione del virus. Tuttavia, simili riunioni potrebbero spostarsi in luoghi privati, annullando l’effetto preventivo.

Stadler si è detta preoccupata per i bambini che non hanno ancora avuto l’opportunità di essere vaccinati. Oltre a ciò, a suo avviso non si fa abbastanza per proteggerli, specie nelle scuole. Per Stadler è sorprendente che l’autorizzazione al vaccino per i più piccoli non sia ancora stata presentata a Swissmedic. Fino a quando la vaccinazione dei bambini non sarà disponibile, dovranno essere adottate misure preventive, ossia test regolari, ventilazione delle aule scolastiche e obbligo della mascherina.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved