ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
7 ore

Un velo indossato male e la morte: il grido degli svizzeri

Più di mille persone hanno manifestato in varie città a sostegno delle della protesta in corso in Iran dopo la morte della 22enne curda Mahsa Amini
Svizzera
14 ore

Infertilità e calo delle nascite: ma non è colpa dei vaccini

Lo rivela uno studio. Altre ricerche parlano di questa possibilità, temporanea, per quanto riguarda la fertilità degli uomini
Svizzera
15 ore

Una svizzera, prima donna, a capo della Croce Rossa

Mirjana Spoljaric Egger guiderà un’organizzazione di 20’000 dipendenti per un budget di due miliardi di franchi all’anno
Svizzera
1 gior

Il ‘dopo Maurer’ non vedrà scendere in campo Martullo-Blocher

La consigliera nazionale e vicepresidente dell’Udc svizzera ha fatto sapere di non essere interessata a candidarsi per il Consiglio federale
Svizzera
1 gior

Uno Stato maggiore ad hoc gestirà l’eventuale penuria energetica

Verrà attivato non appena il mercato non sarà più in grado di funzionare da solo e saranno necessari divieti e limitazioni d’utilizzo
Svizzera
1 gior

Minacce nucleari, improbabili o meno a Berna ci si premunisce

Definite dal Dipartimento della difesa l’organizzazione e le competenze in caso di grave crisi atomica
Svizzera
1 gior

Maurer, 14 anni fra collegialità e fedeltà di partito

Ritratto del consigliere federale Udc al passo d’addio a fine anno. Bene alle Finanze interne, non eccelso sulla scena internazionale
Svizzera
1 gior

Ueli Maurer si dimette dal Consiglio federale

Il capo del Dipartimento delle finanze ed ex presidente Udc lascia il governo dopo 14 anni
10.11.2021 - 16:20
Aggiornamento: 21:32

Controprogetto all’iniziativa del Centro sui costi della salute

Il Consiglio federale propone che Confederazione e Cantoni dovranno stabilire annualmente un tetto massimo dei costi

Ats, a cura de laRegione
controprogetto-all-iniziativa-del-centro-sui-costi-della-salute
Ti-Press
Il governo condivide gli obiettivi del testo, ma non il meccanismo

Pur condividendo l’obiettivo dell’iniziativa popolare dell’Alleanza del Centro volta a frenare i costi sanitari, il Consiglio federale giudica i meccanismi proposti troppo rigidi. Nella sua seduta odierna, il governo ha tuttavia deciso, dopo aver bocciato l’iniziativa, di opporle un controprogetto indiretto a livello di legge il cui messaggio è ora pronto per le deliberazioni parlamentari. Controprogetto che contempla l’introduzione di un obiettivo sull’evoluzione dei costi nell’assicurazione obbligatoria delle prestazioni medico-sanitarie (Aoms).

L’iniziativa ‘Per premi più bassi - Freno ai costi nel settore sanitario’ vuole obbligare la Confederazione e i Cantoni a introdurre, appunto, un freno ai costi della salute. Se due anni dopo un’eventuale accettazione alle urne l’aumento dei costi per assicurato dovesse essere superiore di oltre un quinto all’evoluzione dei salari nominali, il Consiglio federale in collaborazione con i Cantoni dovrebbe adottare provvedimenti per ridurre i costi, con effetto a partire dall’anno successivo. In tal modo si mira a ottenere che i costi evolvano in modo corrispondente all’economia nazionale e ai salari medi, e che i premi rimangano finanziariamente sostenibili.

‘Misura troppo rigida’

Per l’esecutivo, il nesso con l’evoluzione dei salari rappresenta una misura troppo rigida e non differenziata. A suo parere non si tiene conto di fattori come l’evoluzione demografica, i progressi tecnici della medicina e la dipendenza dei salari dall’andamento congiunturale. Vi è il pericolo che la rigidità della regola in materia di uscite, a seconda della sua attuazione, porti a un razionamento delle prestazioni e a una medicina a due velocità. Il controprogetto del Consiglio federale introduce nella legge un obiettivo sull’evoluzione dei costi: Confederazione e Cantoni dovranno stabilire annualmente un tetto massimo dei costi in ogni settore dell’Aoms. A tal fine coinvolgeranno gli attori responsabili della politica sanitaria che definiranno in primo luogo le misure correttive da adottare in caso di superamento dell’obiettivo di costo. Queste misure possono riguardare, per esempio, l’adeguamento di tariffe o l’autorizzazione di fornitori di prestazioni.

Aumentare la trasparenza

Secondo il governo, ciò che manca attualmente è una riflessione sistematica per stabilire quale sia l’evoluzione dei costi per ogni singolo settore dell’Aoms. L’introduzione dell’obiettivo avvia questa riflessione, ciò che permetterà di aumentare la trasparenza e di rafforzare il partenariato tariffale. Gli attori del settore sanitario coinvolti verrebbero responsabilizzati e le prestazioni mediche inutili ridotte. Per introdurre l’obiettivo è necessario modificare la legge federale sull’assicurazione malattie (LAMal). L’obiettivo costituisce una misura centrale del programma di contenimento dei costi del Consiglio federale attualmente in corso.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved