coronavirus-il-settore-degli-eventi-resta-in-crisi
Keystone
07.11.2021 - 13:33
Aggiornamento : 14:03

Coronavirus: il settore degli eventi resta in crisi

Dall’inizio della pandemia, l’industria ha perso ben 6’000 posti di lavoro, 1’400 dei quali nel 2021. Le manifestazioni cancellate invece sono circa 15’000

Ats, a cura de laRegione

Nonostante l’allentamento delle restrizioni per combattere la diffusione del nuovo coronavirus, l’industria degli eventi prevede che il numero di manifestazioni cancellate nel solo 2021 sarà di circa 15’000. È quanto riporta oggi il SonntagsBlick, che pubblica le conclusioni di un sondaggio condotto dalle associazioni di categoria Expo Event, SVTB e Tectum.

Il fatturato dell’intero settore, che alla fine dell’anno dovrebbe situarsi a circa 2,52 miliardi di franchi, sarà solo leggermente migliore rispetto a quello dell’anno precedente. Prima della crisi, il settore vantava una cifra d’affari di circa 5,6 miliardi.

Secondo le associazioni di categoria, gli eventi che sono stati mantenuti spesso sono a malapena riusciti a coprire i loro costi. “Alcuni progetti sono veri e propri esercizi kamikaze”, poiché i numeri sono al limite, ha indicato al domenicale Christoph Kamber, presidente di Expo Event. Dall’inizio della pandemia, l’industria ha perso ben 6’000 posti di lavoro, 1’400 dei quali solo quest’anno.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
coronavirus manifestazioni cancellate pandemia settore eventi
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved