contratto-con-pfizer-per-sette-milioni-di-dosi-annue
(Keystone)
Svizzera
25.08.2021 - 15:290
Aggiornamento : 18:46

Contratto con Pfizer per sette milioni di dosi annue

La Confederazione ha raggiunto un accordo con la società farmaceutica per ricevere sette milioni di vaccini nel 2022 e nel 2023

La Confederazione svizzera ha concluso un nuovo accordo con la società farmaceutica Pfizer per il suo vaccino Covid. Il nuovo contratto garantisce una consegna annuale di 7 milioni di dosi del vaccino nel 2022 e 2023. Include anche un'opzione per ulteriori 7 milioni di dosi ogni anno.

I vaccini mRNA di Pfizer/BioNTech e Moderna hanno dimostrato di essere altamente efficaci e ben tollerati, ha scritto mercoledì l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). La Confederazione vuole riservare un numero sufficiente di dosi dei due produttori per garantire un eventuale richiamo della vaccinazione. Per proteggere la popolazione dal Covid-19, il governo federale si è finora affidato principalmente ai vaccini mRNA. Tuttavia, vuole costruire un portafoglio di vaccini basati su diverse tecnologie (mRNA, basato su proteine, vettore virale), in modo che, per esempio, le persone con intolleranze possano proteggersi con un vaccino diverso.

Ad oggi la Svizzera ha firmato contratti con cinque produttori. Moderna deve consegnare 13,5 milioni di dosi per il 2021 e 7 milioni per il 2022, Pfizer/BioNTech circa 6 milioni di dosi per il 2021, 7 milioni per il 2022 e 7 milioni per il 2023. Solo i loro vaccini sono utilizzati per il momento.

Berna ha anche contratti con AstraZeneca (circa 5,4 milioni di dosi, di cui 4 milioni per il programma COVAX), Curevac (5 milioni di dosi) e Novavax (6 milioni di dosi).

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved