stop-al-voto-sulle-misure-anti-terrorismo-ricorso-a-losanna
Informazioni fuorvianti da parte dell'autorità federale. (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
gallery
Svizzera
17 min

Proiettili inesplosi: 227 eliminati nel 2021

L’anno scorso sono state fatte 908 segnalazioni per vari oggetti tra cui anche munizioni. In alcuni casi è possibile ricevere una ricompensa.
Svizzera
28 min

‘Quest’anno ferie più care del 20%’

La causa sarebbe l’aumento dei costi di materie prime e catene d’approvvigionamento. Lo sostiene il responsabile della società di viaggi Globetrotter.
Svizzera
1 ora

In Ticino un’ottima estate in vista per le case vacanze

Parahotellerie Svizzera ha diffuso i dati sulle prenotazioni per i prossimi mesi: molto bene i campeggi Tcs, bene appartamenti e ostelli, meno bene Reka
Svizzera
4 ore

Forti temporali e grandine hanno colpito il Nord delle Alpi

Il maltempo ha causato disagi alla circolazione ferroviaria. MeteoSvizzera ha registrato oltre 12mila fulmini e venti che hanno toccato i 95 km/h.
Svizzera
4 ore

Il ‘sì’ a Frontex segna l’attaccamento a Schengen

Secondo la stampa elvetica il popolo temeva troppo di essere escluso dallo spazio europeo
Svizzera
17 ore

Il Canton Zurigo boccia il voto ai 16enni

Un fine settimana di votazioni in dodici cantoni d’Oltralpe, ecco i principali risultati
Svizzera
17 ore

Lex Netflix, nessun finale a sorpresa

Ci si attendeva un risultato risicato, invece la nuova legge sul cinema è stata accolta in modo chiaro. Nonostante il Röstigraben.
Svizzera
18 ore

Più di sette svizzeri su dieci per il potenziamento di Frontex

Prevale il timore di un’uscita da Schengen. I promotori del referendum: risultato vergognoso. I Verdi contano di attivarsi in Parlamento
Svizzera
19 ore

Trapianti, si passa al consenso presunto. La sfida: informare

Approvata con il 60,2% di voti favorevoli la revisione della legge. Sostegno piuttosto tiepido nella Svizzera tedesca. Berset: non è una rivoluzione
Svizzera
20 ore

Trenta gradi nel Vallese: è la prima canicola in Svizzera

A Visp non si era mai arrivati a una tale temperatura così presto nell’anno, ha twittato Srf Meteo
Votazioni federali
20 ore

Votazioni federali, ecco i risultati definitivi

Sostegno a Frontex oltre le previsioni, consenso presunto bocciato solo da Svitto e dai semicantoni di Appenzello. Sì alla Lex Netflix dal 58,4%
Svizzera
22 ore

Cade da una gru e muore in un cantiere a Zurigo

Ancora da chiarire le dinamiche di quanto accaduto verosimilmente nella notte ad Altstetten
Votazioni federali
1 gior

Votazioni federali, verso tre ‘sì’ comodi dalle urne

Frontex, ‘Lex Netflix’ e Legge trapianti verso l’accettazione popolare in modo abbastanza chiaro
Svizzera
1 gior

L’Udc vuole limitare l’accoglienza dei profughi ucraini

Per la consigliera nazionale Martina Bircher, lo statuto S dovrebbe essere accordato solo a chi è direttamente implicato in zone di guerra
Svizzera
1 gior

Elezioni, Pfister mette in discussione la formula magica

Per il presidente dell’Alleanza di Centro, nel governo dovrebbero essere rappresentate le potenziali forze dell’Assemblea federale
Svizzera
1 gior

Ancora fiamme nella notte nel Canton Soletta

Segnalati altri due incendi, a pochi metri di distanza l’uno dall’altro. La misteriosa serie sale così a 8-10 episodi da inizio aprile
Svizzera
1 gior

‘Lex Netflix’, trapianti e Frontex, ultime ore per esprimersi

Weekend di votazioni a livello federale e in diversi cantoni. Nei Grigioni appuntamento alle urne anche per il rinnovo di Gran Consiglio e governo
Svizzera
1 gior

‘Basta merci pericolose sulla dorsale del Sempione’

Lo chiede l’Iniziativa delle Alpi. Che punta il dito anche contro il Governo, vallesano reo di ‘mettere in pericolo l’intera regione
laR
 
25.05.2021 - 05:10
Aggiornamento : 14:53

Stop al voto sulle misure anti-terrorismo, ricorso a Losanna

L'ex giudice federale Raselli contesta una "lacuna" nella legge sui diritti politici, inutile il ricorso ai Cantoni perché non sono competenti

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

“Le autorità federali hanno trasmesso informazioni false sul soggetto in votazione”. Un nuovo ricorso è stato presentato domenica contro la votazione popolare del 13 giugno sulle misure di polizia per la lotta al terrorismo: a farlo un ex giudice che l'ha inviato direttamente al Tribunale federale (e pure al suo Governo cantonale) chiedendo la sospensione della procedura di voto. Niccolò Raselli, che è stato presidente del Tribunale d’appello e del Tribunale amministrativo del Canton Obvaldo, e giudice federale dal 1995 al 2012, ha cosi ribaltato i termini della questione, dando al Tribunale federale il tempo utile per decidere. Ecco il nocciolo della questione: per la legge federale sui diritti politici (art. 77 cpv. 1 lett. b), tali ricorsi devono essere presentati al governo cantonale (che risponde entro 10 giorni e di regola non entra nel merito trattandosi di una questione federale), ma si rischia di rendere spesso, se non regolarmente, impossibile al Tribunale federale trattare il ricorso in tempo utile. Una lacuna che impedisce agli elettori di potersi efficacemente lamentare d'irregolarità nel periodo che precede una votazione e, se il reclamo è fondato, di ottenere la sospensione del voto.
Una normativa, per l'ex giudice Raselli, che andrebbe cambiata: “Se l'irregolarità è causata dal Consiglio federale, il Cantone non puo correggere nulla, non è competente e non entra nemmeno in materia. Si deve così presentare un secondo ricorso al Tribunale federale. Sembra quasi una barzelletta. Abbiamo un grosso problema quando, come in questo caso, l'irregolarità viene scoperta molto tardi (la documentazione di voto è stata consegnata solo pochi giorni fa). Se si agisce seguendo la legge, il Tribunale federale non avrà tempo utile per decidere. Penso che la legge contiene una lacuna, sicuramente il legislatore quanto ha formulato l'art 77 cpv. 1 della legge federale sui diritti politici, non voleva questa situazione”, ci spiega l'ex giudice Niccolò Raselli


L'ex giudice Raselli chiede al Tf di sospendere la votazione sulle misure di polizia anti terrorismo. (Keystone)

La questione è molto delicata. “Questo ricorso è molto importante, offre al Tribunale federale quasi 20 giorni per potersi pronunciare sulla domanda di sospensione della votazione sulle misure di polizia. Infatti sarà molto interessante vedere che cosa risponderà il Tribunale federale, anche se non dovesse sospendere la procedura di voto, dovrà comunque esprimersi sulla correttezza o meno delle informazioni date all'elettorato”, commenta l'avv. Paolo Bernasconi

Stop al voto per 9 ex procuratori

Come l'ex giudice di Obvaldo, altri nove ex-magistrati ticinesi, tra cui anche l'avvocato Bernasconi, hanno presentato ricorso al Consiglio di Stato ticinese contro la votazione federale sulla nuova Legge federale sulle misure di polizia per la lotta contro il terrorismo (MPT). Il motivo è per tutti lo stesso: chiare e manifeste irregolarità riguardanti la procedura di votazione e l’informazione alla popolazione. Ricorsi simili sono stati inoltrati anche in altri cantoni. (Assieme all'avv. Bernasconi, hanno firmato il ricorso John Noseda, Bruno Balestra, Mario Branda, Luca Maghetti, Luigi Mattei, Marco Mona, Pietro Simona, Emanuele Stauffer). Alla base del ricorso, la convinzione che l’opuscolo informativo fornito dalle autorità, contenga false informazioni in merito all’oggetto in votazione, ciò che lederebbe il diritto costituzionale a tutela della libera formazione dell’opinione (art. 34 della Costituzione federale).

Informazioni palesemente fuorvianti

Per i ricorrenti, il testo che illustra l'oggetto in votazione è fuorviante e andrebbe ritirato: “Nel bollettino informativo, l'autorità federale ha trasmesso informazioni false sul soggetto in votazione, in violazione del diritto costituzionale a tutela della libera formazione dell'opinione dei cittadini”, spiega l'avv. Bernasconi, precisando che ad essere contestata è in particolare una frase, e cioè che oggi “la polizia può generalmente intervenire solo quando una persona ha commesso un reato”. Si tratta di “un'eresia totale, visto che il codice penale svizzero punisce già gli atti preparatori e che dal 2014 una legge condanna tutti i tentativi di crimini legati a gruppi terroristici Al Quaida, come dimostrano le 30 condanne già pronunciate dal Tribunale penale federale”, si legge nel ricorso.

Mancata trasparenza sulla violazione dei diritti individuali fondamentali

Anche le spiegazioni del Consiglio federale sulla conformità delle nuove norme alla protezione e salvaguardia dei diritti fondamentali come previsto dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’Uomo, dalla Convenzione dei diritti dell’Uomo delle Nazioni Unite nonché dalle norme della Costituzione federale sono sotto l’occhio dei ricorrenti, secondo i quali “viene sottaciuto che proprie queste affermazioni sulla salvaguardia dei diritti sono state smentite dal Dipartimento federale degli Affari Esteri, da oltre 60 professori di diritto di atenei svizzeri, da parte di agenzie internazionali delle Nazioni Unite e del Consiglio d’Europa, da parte di numerose organizzazioni internazionali per la protezione dei diritti fondamentali”, fra cui Amnesty International, e dal Prof. Nils Melzer, referente speciale per la Svizzera presso le Nazioni Unite sul tema della tortura. “Questa legge rappresenta una violazione massiccia dei diritti individuali delle cittadine e dei cittadini svizzeri!" denunciano gli ex-magistrati, concludendo che "l’associazione Uniti dal Diritto accoglie con favore questo ricorso contro una legge pericolosa per lo Stato di diritto svizzero. La Legge non solo è inutile, ma è anche stata propagandata in maniera fuorviante e scorretta da parte della autorità federali, le quali dovrebbero invece essere imparziali e informare in maniera trasparente la popolazione”. Infine, le misure di polizia previste per fanciulli dai 12 anni “sono contrarie alla convenzione internazionale sulla protezione dei diritti dell'infanzia e procedura penale federale per i minori. Informazioni sottaciute all'elettorato”, conclude Bernasconi.

Leggi anche:

Legge sul terrorismo, nove ex-magistrati ricorrono al CdS

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
legge ricorso terrorismo
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved