DETROIT RED WINGS
4
COB Jackets
1
fine
(0-0 : 0-0 : 4-1)
CHI Blackhawks
1
NY Islanders
4
fine
(0-0 : 0-1 : 1-3)
NAS Predators
2
LA Kings
1
fine
(0-0 : 0-1 : 2-0)
MIN Wild
6
WIN Jets
5
fine
(2-2 : 1-1 : 2-2 : 1-0)
EDM Oilers
3
ANA Ducks
4
2. tempo
(3-2 : 0-2)
grandi-eventi-organizzatori-chiedono-accesso-solo-ai-vaccinati
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
9 ore

Covid, ‘mea culpa’ del Cf sul turismo degli acquisti

Berna ammette degli errori di valutazione sulle multe inflitte all’inizio della pandemia per arginare gli acquisti fuori confine
Svizzera
11 ore

Berna, alpinista muore in un crepaccio

La caduta fatale è avvenuta domenica sullo Jungfraufirn. Il cadavere dell’escursionista recuperato solamente ieri
Svizzera
12 ore

Vaud, clima ostile al parco eolico di Sainte-Croix

L’avvio del cantiere preceduto da attacchi polemici e vandalismi ai danni di promotori e appaltatori dell’opera
Svizzera
13 ore

Verso l’abolizione del divieto per la cannabis

Via libera dalla Commissione sanità degli Stati per l’elaborazione di un progetto ad hoc
Svizzera
13 ore

‘Situazione sfavorevole, sgomberare il campo da false notizie’

Gli esperti evidenziano la ripresa dei contagi soprattutto nei cantoni con bassi tassi di vaccinazione. Occorre convincere gli indecisi e vigilare
Svizzera
14 ore

Gli ospedali fatturano prezzi eccessivi alle complementari

Secondo Mister Prezzi i nosocomi fanno pagare degli extra ai pazienti assicurati in reparto semi-privato o privato
Svizzera
15 ore

In Svizzera 1’240 contagi, cala l’occupazione in cure intense

Il tasso di positività sale al 5,32%. Le terapie intensive sono ora occupate da pazienti Covid al 13,30% e complessivamente al 68,50%
Svizzera
15 ore

In Svizzera si andrà a sciare senza certificato Covid

Lo comunica oggi l’associazione Funivie Svizzere. Gli sciatori dovranno indossare la mascherina nelle cabine e nei locali al chiuso. Ma l’Ufsp frena
Svizzera
17 ore

I ghiacciai svizzeri si riducono nonostante neve ed estate fresca

Perso l’1% del volume nel 2021 a causa del cambiamento climatico. Il ritiro progressivo non rallenta nonostante la perdita sia contenuta
Svizzera
27.12.2020 - 12:140
Aggiornamento : 17:13

Grandi eventi? Organizzatori chiedono accesso solo ai vaccinati

Questo obbligo permetterebbe una pianificazione più certa nei prossimi mesi, e sarebbe una misura legalmente ammissibile

Concerti, open air, festival, partite di calcio e hockey potrebbero essere accessibili solo per le persone vaccinate contro il coronavirus. È quanto ventilano gli organizzatori di grandi eventi, secondo cui un obbligo di vaccinazione per presenziare agli eventi permetterebbe di poter pianificare con maggiori certezze le manifestazioni nei prossimi mesi. Si tratta di una misura che potrebbe anche essere legalmente ammissibile.

Con questi presupposti sarebbe infatti possibile abolire tutte le altre misure di protezione, riporta oggi il domenicale svizzerotedesco SonntagsBlick. Gli organizzatori vogliono tornare al lavoro, ma il presupposto fondamentale è che possano avere la certezza di poter pianificare eventi nel corso dei prossimi mesi e dei prossimi anni. Una sicurezza che al momento non c'è e molti appuntamenti in agenda nel 2021, che richiedono mesi di preparazione e di organizzazione, rimangono incerti.

"La vaccinazione potrebbe un giorno essere una delle tante misure per partecipare a un evento", sostiene il direttore dell'Associazione svizzera dei promotori musicali (Smpa) - l'organizzazione professionale elvetica che raggruppa gli organizzatori di concerti, spettacoli e festival musicali nella Confederazione - Stefan Breitenmoser, citato dal domenicale.

Tuttavia, una tale misura comporta anche forti resistenze: da chi è assolutamente contrario ai vaccini, fino a coloro che per il momento sono scettici, tale obbligo rappresenta forse una forzatura e pure il pubblico medio non ne sarebbe entusiasta. Sono infatti ancora molte le questioni da chiarire per l'obbligo di vaccinazione e secondo Breitenmoser ciò dipenderà molto anche dall'accettazione di questa misura in altri settori.

Swiss Football League

A prendere posizione sulle colonne del SonntagsBlick è pure la Swiss Football League (Sfl). "È un ambito molto delicato che solleva rapidamente questioni etiche", afferma Philippe Guggisberg, responsabile della comunicazione della SFL, precisando che la Lega attualmente sta cercando di chiarire cosa potrebbe rappresentare il vaccino per il calcio, per i giocatori stessi e per la presenza di pubblico negli stadi.

Nessuno, al momento, si vuole esporre particolarmente e anche la Federazione svizzera di hockey su ghiaccio (Sihf) per il momento rimane sulle sue. In particolare, rimane da stabilire se l'obbligo di vaccinazione per partecipare agli eventi sia legalmente ammissibile.

L'obbligo potrebbe essere valido a livello giuridico

"In linea di principio, non è escluso che persone vaccinate e non vaccinate possano essere trattate in modo diverso a livello giuridico", indica al domenicale l'avvocato Ingrid Ryser, a nome dell'Ufficio federale di giustizia (Ufg) e dell'Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp).

In ambito privato, "ognuno è libero di decidere con chi vuole concludere un contratto". Ciò si applica anche alle condizioni stipulate tra gli organizzatori di eventi e il pubblico, spiega Ryser, precisando che è ancora troppo presto per dare risposte generali se e in quale contesto potrebbe essere consentito un trattamento differenziato delle persone vaccinate e non vaccinate.

Al momento infatti ci sono ancora domande irrisolte in merito alla vaccinazione - ad esempio la sua efficacia - che potrebbero anche cambiare la valutazione legale, aggiunge Ryser. La questione terrà dunque banco ancora nelle prossime settimane e nei prossimi mesi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved