iniziativa-paesaggio-in-arrivo-il-controprogetto
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
32 min

Sommaruga in viaggio per festeggiare i 175 anni delle Ffs

La consigliera federale è partita da Baden su un treno a vapore storico. Cerimonia ufficiale in corso alla stazione principale di Zurigo
Svizzera
45 min

Al Ps dell’Inselspital il dolore si calma con la realtà virtuale

Un’équipe dell’ospedale bernese ha testato degli occhiali che portano virtualmente il paziente in ambienti rilassanti. I risultati sono incoraggianti
Svizzera
1 ora

Le Ffs si preparano alla Street Parade con vari treni aggiuntivi

Un orario speciale verrà inoltre adottato sulla rete notturna della Comunità dei trasporti di Zurigo
Svizzera
2 ore

Pollini, il 2022 anno eccezionale per precocità e abbondanza

In Ticino quelli del nocciolo sono presenti dalla fine di dicembre 2021. Vari i record in tutta la Svizzera
Svizzera
4 ore

Dopo l’incendio, il Kunsthaus abbassa il prezzo d’ingresso

Questo per compensare l’offerta ridotta durante i lavori, che dureranno alcuni mesi. La causa del rogo: l’autocombustione di un dispositivo a batteria
Svizzera
7 ore

Due morti in un incidente stradale sul Bernina

Durante un sorpasso un’auto si è scontrata con una moto. La polizia cerca testimoni
Svizzera
22 ore

Zurigo, viaggiatori infastiditi dalla puzza in stazione centrale

Gli odori sono causati dai bioreattori delle toilette dei nuovi treni Dosto, oltre che dal gran caldo. Le Ffs assicurano che il problema verrà risolto
Svizzera
22 ore

Tra cinque anni l’area alpina europea troppo piccola per il lupo

Dopodiché ci sarà un’autoregolazione. Secondo il Gruppo lupo svizzero una maggiore regolamentazione della specie non riuscirà a bloccarne la crescita
Svizzera
1 gior

Scoperto un altro scheletro su un ghiacciaio in Vallese

I resti sono stati ritrovati nei giorni scorsi nella regione di Saas Fee. Gli esperti di medicina legale sono al lavoro
18.12.2020 - 12:17
Aggiornamento: 19:45

Iniziativa Paesaggio, in arrivo il controprogetto

Il Consiglio federale respinge l'iniziativa «Contro la cementificazione del nostro paesaggio», ma condivide le principali richieste dei promotori

Condividendo l'idea che i comprensori edificabili vadano meglio divisi da quelli non edificabili, il Consiglio federale intende affiancare un controprogetto indiretto all'iniziativa "Contro la cementificazione del nostro paesaggio", testo che raccomanda però di respingere.

L'iniziativa popolare depositata l'8 settembre scorso dalle associazioni promotrici riunire sotto l'etichetta "Sì alla natura, al paesaggio e alla cultura della costruzione" chiede che il principio fondamentale della pianificazione del territorio concernente la separazione dei comprensori edificabili da quelli non edificabili venga ora sancito nella Costituzione federale.

Inoltre, la Confederazione e i Cantoni devono provvedere affinché nei comprensori non edificabili il numero degli edifici e la superficie da essi occupata non aumentino. Il testo dell'iniziativa contiene pure diverse disposizioni e principi in relazione alle costruzioni al di fuori delle zone edificabili.

Stando a una nota governativa odierna, però, con la limitazione del numero degli edifici e della superficie da essi occupata al di fuori delle zone edificabili restano tuttavia da chiarire questioni importanti.

In caso di un "sì" alle urne, per un lungo periodo non sarebbe chiaro se la limitazione possa essere applicata direttamente ed entro quale termine debba essere soddisfatta. Inoltre, la questione se la limitazione sia da considerare come una prescrizione fissa in termini numerici o un obiettivo flessibile potrebbe provocare accesi dibattiti.

Poiché il Consiglio federale vuole evitare simili incertezze, ha deciso di respingere l'iniziativa, opponendole però un controprogetto a livello legislativo e non costituzionale che riprenda la principale richiesta dei sostenitori dell'iniziativa ossia il rafforzamento del principio di separazione dei comprensori edificabili da quelli non edificabili.

I punti cardine del controprogetto

I punti cardine del controprogetto prevedono nuovi approcci a livello legislativo per poter recuperare terreni agricoli e l'idea che utilizzazioni più estese al di fuori delle zone edificabili verrebbero concesse solo se compensate significativamente;l'obiettivo è quello di ottenere un risultato complessivo migliore per il paesaggio.

Oltre a ciò, non verrebbero create ulteriori eccezioni per le costruzioni al di fuori delle zone edificabili e le attuali eccezioni non verrebbero più applicate sistematicamente su tutto il territorio nazionale, ma solo in quei Cantoni che recepiscono le eccezioni nel diritto cantonale.

La procedura

Attualmente, sottolinea l'esecutivo nella nota, la Commissione dell'ambiente, della pianificazione del territorio e dell'energia del Consiglio degli Stati (CAPTE-S) sta discutendo la seconda fase della revisione parziale della legge sulla pianificazione del territorio (LPT 2).

Non appena verrà presentato il progetto preliminare della CAPTE-S, il Consiglio federale rivaluterà il dossier e deciderà se rinunciare o meno a porre in consultazione un proprio controprogetto indiretto.

Se i lavori della CAPTE-S vanno in un'altra direzione oppure se i dibattiti sulla LPT 2 non sono ancora conclusi la prossima primavera, sulla base dei punti cardine summenzionati il Consiglio federale avvierà una consultazione, al più tardi entro maggio 2021, su un proprio controprogetto indiretto. Ciò si rende necessario al fine di poter trattare le iniziative popolari nel rispetto dei termini vigenti.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cementificazione consiglio federale iniziativa cementificazione paesaggio
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved