ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
7 ore

Soldato impiegato al Wef indagato per un reato sessuale

Un portavoce della giustizia militare ha confermato un’informazione della ‘Weltwoche’. Avviata un’inchiesta.
Svizzera
10 ore

Circa 900 scosse sismiche in Svizzera e dintorni nel 2022

La terra ha tremato un po’ meno rispetto agli ultimi anni. Gli eventi più significativi percepiti nella Confederazione, hanno avuto epicentro all’estero.
Svizzera
12 ore

USS annuncia un referendum contro la riforma del 2º pilastro

I sindacati interrompono contestualmente la raccolta firma per l’iniziativa ‘Utili della Banca nazionale per un’AVS forte’
Svizzera
12 ore

Ginevra, Uber può continuare a operare

L’azienda ha ottenuto misure superprovvisionali. Lo Stato di recente aveva vietato le sue attività.
Svizzera
13 ore

Maurizio Dattrino al comando della Divisione territoriale 3

Il brigadiere ticinese, attinente di Arbedo, sostituirà il divisionario Lucas Caduff che va in pensione
Svizzera
13 ore

Penuria di farmaci, al lavoro una task force

Su incarico del Consiglio federale, avrà il compito di valutare le misure a breve termine per far fronte a questo fenomeno ‘problematico’
Svizzera
14 ore

Indonesiani contro Holcim, fallita la trattativa di risarcimento

Si tratta del secondo capitolo a livello giudiziario della vertenza, dopo che una conciliazione per stabilire un risarcimento è fallita lo scorso ottobre
Svizzera
17 ore

1° febbraio: è il giorno della prova sirene

Le sirene suoneranno in tutta la Svizzera. In Ticino alle 13.30, 13.35, 13.45 e 13.55 sarà diffuso un suono continuo e modulato, della durata di un minuto
Svizzera
19 ore

Esportare le procedure d’asilo è ‘un’idea balzana’

L’Udc vuole una Svizzera senza richiedenti e si ispira all’accordo tra Regno Unito e Ruanda. Il professor Achermann: vecchia idea, destinata a morire.
Svizzera
1 gior

Sulle etichette dei prodotti freschi anche il mezzo di trasporto

Lo chiede un’iniziativa parlamentare approvata dalla Commissione scienza, educazione e cultura degli Stati, in particolare per il trasporto via aereo
04.12.2020 - 14:17
Aggiornamento: 20:52

Un controprogetto all’Iniziativa biodiversità

Il Consiglio federale vuole garantire aree protette sufficienti per arrestare la perdita di specie animali e vegetali

un-controprogetto-all-iniziativa-biodiversita
Keystone

Berna – Il Consiglio federale condivide gli obiettivi dell'iniziativa popolare "Per il futuro della nostra natura e del nostro paesaggio (Iniziativa biodiversità)", ma la ritiene estrema. Per questo motivo ha deciso di elaborare un controprogetto che mira a "garantire che in tutta la Svizzera vengano create aree protette sufficienti per arrestare la perdita di specie animali e vegetali". La controproposta verrà elaborata entro la prossima primavera e assumerà la forma di una modifica della legge sulla protezione della natura e del paesaggio (Lpn).

In una nota, l'esecutivo afferma che il calo di biodiversità continua nonostante le misure finora adottate. Quasi la metà dei tipi di ambienti naturali e circa un terzo di tutte le specie vegetali, animali e fungine conosciute sono minacciate. Insomma, la biodiversità in Svizzera è in cattivo stato.

Il 17% del territorio ‘area protetta’

Per l'esecutivo, la diversità biologica e paesaggistica deve essere quindi tutelata e promossa in modo più incisivo, ma non con gli strumenti proposti dall'iniziativa che limiterebbero in modo eccessivo il margine d'azione dei Cantoni. La maggiore protezione richiesta dagli autori della proposta di modifica costituzionale, inoltre, nel caso delle aree protette più piccole, "sarebbe troppo restrittiva per l'economia e per altri ambiti politici come la politica energetica".

Il controprogetto dell'esecutivo mira da parte sua a definire il 17% del territorio nazionale "come area protetta per la biodiversità". Attualmente tale quota è del 13,4%.

Agire su biotopi, riserve forestali, corsi d’acqua, aree urbane e agglomerati

Nella nota, l'esecutivo precisa di essersi già orientato a questo obiettivo nel 2012 nella sua Strategia Biodiversità Svizzera. Ora tale dato sarà sancito nella legge. Questo obiettivo può essere raggiunto, ad esempio, integrando e ampliando i biotopi regionali e locali, estendendo le riserve forestali o rivitalizzando corpi idrici.

Il controprogetto contiene anche altri punti importanti, come il rafforzamento della protezione delle specie nelle aree urbane e negli agglomerati. Ciò può essere realizzato attraverso la creazione di zone seminaturali come aree verdi e spazi riservati alle acque, boschi urbani o tetti verdi.

L'esecutivo prevede poi il risanamento dei biotopi d'importanza nazionale esistenti. Ciò include, ad esempio, la rivitalizzazione di zone golenali volta a prevenirne l'erosione.

Il controprogetto dovrà anche prevedere un sostegno finanziario per meglio proteggere e collegare tra loro gli habitat della fauna selvatica e le riserve di uccelli acquatici e migratori. Queste misure erano già previste dalla revisione della legge sulla caccia respinta in votazione popolare lo scorso 27 settembre.

L'iniziativa

Il testo dell'iniziativa mira da parte sua a obbligare Confederazione e Cantoni a proteggere la biodiversità e il paesaggio e a farne un uso parsimonioso. A tal fine, chiede che vengano messi a disposizione più fondi pubblici.

Tra i promotori riuniti in associazione figurano Patrimonio svizzero, Pro Natura, BirdLife Svizzera e Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio. Questi sono inoltre sostenuti da altre organizzazioni attive nell'ambito dei trasporti, dell'agricoltura, dell'architettura e della protezione delle Alpi.
 
 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved