biodiversita-e-paesaggio-consegnate-le-due-iniziative-sorelle
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
10 ore

Lotta alla siccità: mano tesa agli argicoltori vodesi

Il Governo locale vara una decina di provvedimenti eccezionali e urgenti. Che avranno la durata di un anno
Svizzera
10 ore

Auto finisce nell’Aare. Ma degli occupanti nessuna traccia

La vettura è stata rinvenuta, dopo una segnalazione di incidente, attorno alla mezzanotte a Bannwil. Recuperata con un’autogrù
Svizzera
10 ore

Il Consiglio federale sbarca su Instagram

Da ottobre il Governo avrà un account tutto suo. Obiettivo: ammiccare ai giovani tra i 16 e i 35 anni
Svizzera
13 ore

Minacce a Dick Marty, ‘bruciato’ un informatore

Grave errore di procedura dell’Ufficio federale di polizia nella gestione della vicenda concernente l’ex magistrato e consigliere agli Stati
Svizzera
15 ore

Riforma Ocse: applicazione iniqua per il Ps

Necessario livellare la ripartizione fra Cantoni. Wermuth: ‘Deve adempiere il suo obiettivo iniziale: non incoraggiare la concorrenza’
Svizzera
16 ore

Abbattuto il lupo problematico del canton Glarona

L’animale si era reso protagonista degli attacchi a 13 pecore e 2 capre nella regione della Krauchtal, del Kerenzerberg e della Mürtschental
Svizzera
17 ore

Incidente ferroviario a Wanzwil, perturbazioni fino alle 10.30

A causa dei danni subiti nell’impatto con il capriolo, il convoglio è stato evacuato. Treni da e per Olten deviati via Burgdrof
Svizzera
17 ore

‘Segnale positivo in favore della piazza finanziaria’

In vista delle votazioni federali del 25 settembre, Ueli Maurer lancia la campagna e difende la riforma dell’imposta preventiva
08.09.2020 - 16:44

Biodiversità e paesaggio, consegnate le due iniziative ‘sorelle’

Oltre 100mila firme sono state depositate oggi alla Cancelleria federale. I promotori: politici non determinati a proteggere le ricchezze naturali del paese..

Berna – Le due iniziative popolari federali "sorelle" per la biodiversità e il paesaggio sono state depositate oggi alla Cancelleria federale. Stando all'associazione promotrice "Sì alla natura, al paesaggio e alla cultura della costruzione", per i due testi sono state raccolte rispettivamente 108'112 e 105'234 firme. Per la riuscita di un'iniziativa ne bastano 100'000.

L'iniziativa ''Per il futuro della nostra natura e del nostro paesaggio (Iniziativa biodiversità)" esige una quantità sufficiente di superfici e di finanziamenti a favore della natura e intende fissare la tutela del paesaggio e dei beni culturali nella Costituzione federale.

Dal canto suo, l'iniziativa "Contro la cementificazione del nostro paesaggio (Iniziativa paesaggio)" intende porre un chiaro freno alla cementificazione delle superfici naturali e dei terreni coltivati all'esterno delle zone edificabili.

Tra i promotori riuniti in associazione, oltre a Patrimonio svizzero figurano tre altri grandi attori privati della protezione dell'ambiente e del paesaggio nella Confederazione, ossia Pro Natura, BirdLife Svizzera e la Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio. Questi sono inoltre sostenuti da altre organizzazioni attive nell'ambito dei trasporti, dell'agricoltura, dell'architettura e della protezione delle Alpi.

I cartoni con le oltre 213'000 firme complessive raccolte sono stati disposti simbolicamente sulla terrazza di Palazzo federale in una sorta di puzzle simbolico che rappresenta la "Svizzera di domani" colorata e diversificata.

La presidente di Pro Natura, la consigliera nazionale Ursula Schneider Schüttel (PS/FR), citata nella nota, ha dichiarato che "la natura e il paesaggio sono purtroppo sotto pressione a Palazzo federale. Che si tratti di politica agricola, pianificazione del territorio, politica dei trasporti o finanze federali, numerosi politici sembrano non voler proteggere con determinazione le ricchezze naturali del nostro Paese".

A suo avviso, il Consiglio federale si è sì impegnato in accordi internazionali e in documenti strategici in favore della protezione delle superfici naturali e delle terre fertili, nonché per la promozione della biodiversità e la lotta contro il cambiamento climatico. Ma le due proposte di modifica costituzionale "servono a sottolineare ciò che dovrebbe essere ovvio da tempo".

Nel 2019, oltre 2000 nuove costruzioni hanno visto la luce al di fuori delle zone edificabili, di queste 400 erano alloggi. La seconda tappa della revisione della legge sulla pianificazione del territorio presentata dal Consiglio federale non va abbastanza lontano, hanno sottolineato gli iniziativisti. Servono prescrizioni chiare sulle costruzioni fuori dalle zone edificabili.

Quanto all'altra iniziativa, le associazioni chiedono a Confederazione e Cantoni di assicurare e rafforzare la biodiversità in Svizzera. L'obiettivo è quello di garantire i fondi e le superfici necessari a raggiungere lo scopo. Il piano d'azione del governo, secondo gli iniziativisti, contiene infatti gravi lacune.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved