covid-fioccano-le-misure-cantonali-per-contenere-i-contagi
foto keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
34 min

Lotta alla siccità: mano tesa agli argicoltori vodesi

Il Governo locale vara una decina di provvedimenti eccezionali e urgenti. Che avranno la durata di un anno
Svizzera
42 min

Auto finisce nell’Aare. Ma degli occupanti nessuna traccia

La vettura è stata rinvenuta, dopo una segnalazione di incidente, attorno alla mezzanotte a Bannwil. Recuperata con un’autogrù
Svizzera
1 ora

Il Consiglio federale sbarca su Instagram

Da ottobre il Governo avrà un account tutto suo. Obiettivo: ammiccare ai giovani tra i 16 e i 35 anni
Svizzera
4 ore

Minacce a Dick Marty, ‘bruciato’ un informatore

Grave errore di procedura dell’Ufficio federale di polizia nella gestione della vicenda concernente l’ex magistrato e consigliere agli Stati
Svizzera
5 ore

Riforma Ocse: applicazione iniqua per il Ps

Necessario livellare la ripartizione fra Cantoni. Wermuth: ‘Deve adempiere il suo obiettivo iniziale: non incoraggiare la concorrenza’
Svizzera
6 ore

Abbattuto il lupo problematico del canton Glarona

L’animale si era reso protagonista degli attacchi a 13 pecore e 2 capre nella regione della Krauchtal, del Kerenzerberg e della Mürtschental
Svizzera
7 ore

Incidente ferroviario a Wanzwil, perturbazioni fino alle 10.30

A causa dei danni subiti nell’impatto con il capriolo, il convoglio è stato evacuato. Treni da e per Olten deviati via Burgdrof
Svizzera
7 ore

‘Segnale positivo in favore della piazza finanziaria’

In vista delle votazioni federali del 25 settembre, Ueli Maurer lancia la campagna e difende la riforma dell’imposta preventiva
Svizzera
8 ore

Treno urta un capriolo: grossi disagi sulla linea Berna-Olten

La collisione è avvenuta stamane alle 7.25 nei pressi di Wanzwil (Be). Danneggiato il sistema di aerazione
Svizzera
1 gior

Caduta fatale per un’alpinista sul Pilatus

Una donna di 36 anni è morta dopo esser precipitata per centinaia di metri nel settore di Gsäss
Svizzera
1 gior

Gli imprenditori: non ci sarà un aumento astronomico dei salari

Il presidente dell‘Unione svizzera degli imprenditori (USI) Valentin Vogt ritiene irrealistiche le richieste dei sindacati: ’gettano fumo negli occhi’
Svizzera
1 gior

Paura di un inverno al freddo, occhio alle truffe

In Vallese segnalati annunci online fasulli di legna da ardere e pellet a basso costo. Si chiede di pagare in anticipo, ma la merce non viene consegnata.
Svizzera
2 gior

Incidente mortale ieri sera a Schlatt

Forse un malore all’origine del sinistro costato la vita a un novantenne, andato a cozzare contro una scalinata e il muro di un cimitero
Svizzera
2 gior

Ventisettenne annega nel lago di Zurigo

È accaduto attorno alle 13.30, mentre nella città iniziava la Streetparade: ancora da chiarire se il fatto sia collegato all’evento
Svizzera
2 gior

HotellerieSuisse, competitività intatta malgrado il franco forte

Lo sosteniene il presidente Andreas Züllig, secondo cui la competitività della Svizzera ‘è cresciuta globalmente’
Svizzera
2 gior

Un morto e tre feriti in un incidente sulla A9

A seguito del sinistro, avvenuto ieri attorno alle 17.30 nel tunnel di Chauderon, l’autostrada è rimasta chiusa per una decina di ore
Svizzera
2 gior

Riflessione e tolleranza. È l’inno della 29esima Streetparade

Iniziato nel pomeriggio sulle rive della Limmat il mega raduno a ritmo di musica elettronica dalle ‘love mobile’
Svizzera
2 gior

Derubato di telefono e portafoglio da ignoti

Aggressione a scopo di furto ieri sera a nel canton Basilea. La polizia è alla ricerca di quattro uomini calvi
Svizzera
2 gior

Smart contro un camion: una 22enne ferita in modo grave

L’incidente stradale si è verificato ieri pomeriggio a Hunzenschwil (Ag). I due veicoli si sono scontrati frontalmente
Svizzera
2 gior

Crisi energetica: la legna per riscaldarsi non è la soluzione

Lo afferma il meteorologo Jörg Kachelmann, secondo cui il pellet è dannoso per il clima tanto quanto il carbone, il gas o il petrolio
Svizzera
2 gior

Ritrovato il corpo dell’87enne sparito nelle acque del Lemano

L’uomo, un tedesco, era scomparso martedì pomeriggio nei pressi di Montreux. È stato rinvenuto a 100 m di profondità
Svizzera
3 gior

In Svizzera moria di pesci di ‘proporzioni storiche’

La federazione dei pescatori teme che un numero ancora maggiore di specie autoctone possa scomparire per sempre
Svizzera
3 gior

Unia: ‘Divario salariale aumenta, occorre intervenire’

Il sindacato denuncia la stagnazione degli stipendi più bassi e l’aumento di quelli dei dirigenti
Svizzera
3 gior

Aumentano i posti vacanti fra le imprese svizzere

Sui siti internet delle 50 imprese più grandi si contano 12’400 annunci: il 34% in più rispetto a un mese fa
Svizzera
3 gior

Peste suina: Turgovia addestra cani per individuarla

La malattia è mortale per cinghiali e maiali, non per l’uomo. C’è un rischio elevato che arrivi presto in Svizzera, ritiene l’Ufficio federale competente
Svizzera
3 gior

Poca acqua nel Reno, il costo della benzina resta alto

Le navi possono trasportare un quarto delle merci rispetto a un anno fa. I costi di trasporto sono dunque fortemente aumentati.
Svizzera
3 gior

La carenza di maestri è arrivata anche nei Grigioni

La parte italofona è riuscita a trovare delle soluzioni grazie a insegnanti provenienti da Ticino e Italia
23.10.2020 - 15:39
Aggiornamento: 20:15

Covid, fioccano le misure cantonali per contenere i contagi

Cantone per Cantone ecco i giri di vite decisi oggi da diversi Esecutivi cantonali. I Grigioni riattivano lo Stato maggiore di condotta

I nuovi casi, le ospedalizzazioni ed i morti sono raddoppiati in una settimana, se non si arresta questo trend, la pressione sugli ospedali sarà insopportabile. Se si continua così tra due o tre settimane i reparti di terapia intensiva rischiano la saturazione. Diversi cantoni oggi hanno deciso dei giri di vita per arginare questo vertiginoso trend. Ecco le principali decisioni odierne.  

Basilea limita gli orari di ristoranti e bar

Ristoranti, bar e altri locali pubblici chiusi dalle 23 alle 6 a Basilea Città: la misura, decisa dal dipartimento della sanità per cercare di limitare la diffusione dei contagi da Covid-19, entrerà in vigore domani e varrà fino a nuovo avviso.

Berna più severa di tutti

Sono drastiche le misure adottate dal Canton Berna: vietati eventi pubblici o privati con oltre 15 persone, mascherina obbligatoria anche in determinati luoghi all'aperto (mercati, sotto i portici e nelle aree coperte degli edifici pubblici), ristoranti chiusi dalle 23 alle 6, massimo 4 persone per tavolo (da lunedì),  e, soprattutto, stadi chiusi al pubblico. Le squadre di hockey di Berna, Bienne e Langnau, e lo Young Boys dovranno dovranno giocare senza spettatori. Le nuove disposizioni entrano in vigore dalla mezzanotte di oggi e varranno inizialmente per quattro settimane. Chiusi del tutto bar, club e discoteche, nonché strutture accessibili al pubblico come musei, cinema, biblioteche e centri sportivi e di fitness. Vietate anche le fiere e le esposizioni.

Soletta ferma i grandi eventi

Soletta ha deciso di vietare da subito, e fino alla fine di gennaio, le grandi manifestazioni con più di 1’000 persone. Lo ha deciso il Governo cantonale.

 Zurigo non cambia nulla

Il canton Zurigo non intende per ora adottare misure supplementari contro la pandemia, oltre a quelle già disposte dal Consiglio federale. L’Esecutivo zurighese vuole verificare i risultati di tali misure e attende le decisioni di Berna previste per mercoledì prossimo.

Ginevra: assembramenti al massimo di 5 persone

Il canton Ginevra ferma tutte le grandi manifestazioni e vieta gli eventi privati con piùdi  5 persone (dal computo sono esclusi i bambini di 12 anni, che tuttavia non possono essere più degli adulti). La regola vale  per ogni festa o raduno privato. Stesso limite (5) per gli assembramenti in luogo pubblico Ristorantie bar dovranno chiudere alle 23, mentre sarà obbligatorio il porto della mascherina anche in auto qualora le persone a bordo non siano conviventi.

Grigioni riattivano lo Stato maggiore di condotta 

Il Cantone dei Grigioni ha annunciato oggi il potenziamento dell'organizzazione per la gestione della seconda crisi da Covid-19. Lo Stato maggiore di condotta è guidato dalla polizia cantonale, dal militare e dalla protezione civile. Dopo il forte aumento del numero dei casi rilevato nel Cantone dei Grigioni, è stato riattivato lo Stato maggiore di condotta cantonale (SMCC). Intanto il carico per gli ospedali è ancora basso e lo SMCC resta a disposizione dell'Ufficio dell'igiene pubblica con funzione di supporto.

L'Ufficio dell'igiene pubblica comunica che il numero di persone in quarantena o in isolamento è in forte aumento. Nei Grigioni il 30% delle persone messe in isolamento provengono dalla quarantena. Ciò dimostra l'importanza del tracciamento dei contatti, curato dall'amministrazione cantonale con l'aiuto del militare e della protezione civile.

Le nuove direttive emanate dalla Confederazione hanno inoltre costretto l'Ufficio cantonale dell'igiene pubblica a potenziare la comunicazione nei confronti della popolazione, delle aziende e dei comuni. Le informazioni dettagliate sono fruibili sul sito web www.gr.ch/coronavirus.

Lucerna impone le mascherine e chiude i postriboli

Anche il canton Lucerna rafforza le misure anti-pandemia, passando dalle raccomandazioni alle imposizioni: obbligo di mascherina sul posto di lavoro e in auto (se si è insieme a persone che non appartengono alla propria economia domestica), divieto di visite in ospedali e case anziani, cessazione dell'attività alle 23 per ristoranti e altri locali pubblici, chiusura totale dei postriboli.

I provvedimenti entreranno in vigore domani, ha spiegato nel pomeriggio di oggi il governo in un comunicato. Il nuovo approccio viene giustificato con una situazione epidemiologica che il responsabile del dipartimento della sanità Guido Graf non esita a definire drammatica. Il cantone prevede inoltre di aumentare la sua capacità di effettuare test, con la creazione di nuovi appositi centri.

Neuchâtel, Friburgo e Vaud impediscono raduni di oltre 10 persone   

Neuchâtel ha deciso oggi il divieto di raduni di oltre 10 persone su suolo pubblico e privato, la chiusura dei ristoranti alle 23.00, nonché le partite di calcio e hockey su ghiaccio professionistico senza pubblico. Queste misure, ha spiegato oggi il consiglio di Stato neocastellano, sono necessarie in quanto Neuchâtel è attualmente uno dei cantoni svizzeri più colpiti dalla pandemia. Sei pazienti sono ricoverati nelle cure intensive, quattro dei quali sono intubati. Complessivamente il cantone romando registra attualmente 55 malati di Covid-19 in ospedale. Le decisioni prese oggi entreranno in vigore domani alle 23.00.

Nei locali pubblici (bar e ristoranti) il numero di persone è limitato a 4 persone al massimo, sedute allo stesso tavolo, tranne se della stessa famiglia. I centri fitness e benessere, le piscine e i locali per il bowling saranno vietati, precisa il Consiglio di Stato. Le autorità hanno anche decretato il divieto di raduni e manifestazioni di oltre di dieci persone negli spazi pubblici e nelle aree private, ad eccezione dei funerali.

Anche le attività musicali collettive (corali e fanfare) sono proibite. L'unica eccezione pronunciata dal governo neocastellanno riguarda la pratica musicale professionistica o nell'ambito di istituzioni di formazione musicale a tempo pieno, per le quali si applica un piano di protezione. Cinema, teatri, commerci, musei restano aperti ma con limitazioni di accesso. 

Gli sport di contatto amatoriali (calcio, hockey, pallavolo, sport di combattimento, balli da sala) sono vietati. I club professionistici potranno continuare a disputare partite, ma senza pubblico, e gli allenamenti si faranno individualmente. Si segnala inoltre l'obbligo di indossare la mascherina nelle fiere e nei mercati.

 "Gli insegnanti della scuola dell'obbligo dovranno portare la mascherina in classe. Una decisione concernente un eventuale insegnamento a distanza per il grado post obbligatorio e le università sarà presa a livello romando domenica sera", ha precisato la consigliera di Stato Monika Maire-Hefti.

Friburgo chiude discoteche, casinò, al ristorante in 4 per tavolo e si chiude alle 23

Anche a Friburgo, vietati gli assembramenti di oltre 10 persone nello spazio pubblico e privato; tale divieto non si applica ad eventi come quelli politici, culturali e della società civile. Discoteche e cabaret, così come i locali per il tempo libero (casinò, sale da gioco, biliardo, bowling, ecc.) saranno invece chiusi. Tutti gli altri locali dovranno terminare la loro attività alle 23.00 e potranno ospitare solo gruppi di quattro persone per tavolo, a meno che gli ospiti interessati non vivano nella stessa abitazione. La situazione epidemiologica nel cantone di Friburgo è molto preoccupante, indicano le autorità. Da lunedì vi sono stati 1043 nuovi casi positivi di coronavirus. Ieri 60 persone erano ricoverate in ospedale, di cui cinque in terapia intensiva.

Sarà inoltre vietata la pratica di sport e di attività che prevedono il contatto fisico, ad eccezione dell'allenamento individuale. Le competizioni sportive a livello professionale possono svolgersi davanti ad un massimo di 1000 spettatori. Gli allenamenti per gli sportivi professionisti devono avvenire a porte chiuse. Il canto corale sarà permesso solo se si indossano le mascherine. L'uso di queste ultime sarà obbligatorio anche nei mercati e nelle fiere all'aperto e al chiuso. Le visite a strutture sanitarie saranno strettamente limitate. Infine, le alte scuole hanno il mandato di organizzare l'apprendimento a distanza durante lezioni magistrali o seminari di gruppo. Tuttavia, alcune situazioni particolari possono rappresentare un'eccezione.

Vaud vieta le manifestazioni con più di 1000 persone 

 Vaud proibisce le manifestazioni di oltre 1000 persone e i raduni privati con più di 10 partecipanti. Le nuove disposizioni entrano in vigore dalla mezzanotte di domenica. L'esecutivo cantonale - si legge in un comunicato odierno - ritiene che si debbano applicare al più presto misure forti, altrimenti, l'impatto sanitario ed economico sarà "maggiore e irrimediabile".

Vaud rinuncia a misure che si avvicinano a un confinamento, ma limita il più possibile le relazioni sociali là dove è più probabile che queste portino al mancato rispetto delle regole della distanza e dell'igiene. Le manifestazioni con oltre 1000 persone sono vietate. Dalle 15 persone vige l'obbligo della mascherina e gli organizzatori devono disporre di una lista dei partecipanti. I comuni definiscono le zone e gli orari in cui si tengono i mercati e per i quali è obbligatoria la mascherina. A loro spetta anche il compito di definire le zone di grande affluenza in cui è imposta la protezione di naso e bocca.

Cinema e musei restano aperti

Per bar, caffè e ristoranti, la mascherina resta obbligatoria. Lo stesso vale per teatri, sale da concerto, musei, biblioteche e cinema. Tutte queste strutture chiudono al più tardi a mezzanotte.

La pratica degli sport di contatto (calcio, hockey, basket ma anche ballo liscio...) è vietata a livello amatoriale. Per le alte scuole, dal 2 novembre, i corsi con un gran numero di studenti si svolgono interamente a distanza.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved