ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
1 ora

Piscina coperta regionale, ‘il Cantone dia delle certezze’

Tre deputati momò del Centro tornano alla carica. Sul progetto il Distretto attende ‘risposte chiare e inequivocabili’
Ticino
1 ora

Imposta di circolazione, dalla confusione al circo

Il pessimo spettacolo della politica: incapace di trovare un’intesa, ma capace di alimentare confusione. E poi chissà perché le urne vengono disertate...
Locarnese
1 ora

Via Stazione: dall’autosilo in giù tutto il fronte sarà demolito

Da ieri all’albo comunale di Muralto il progetto da 50 milioni per due nuove costruzioni a contenuti misti e un diverso “rapporto” con il Grand Hotel
Luganese
7 ore

Fra i 17 e i 27 milioni per la nuova piscina di Trevano

La notizia è trapelata a margine dell’assemblea dell’Ente regionale di sviluppo del Luganese. Passi in avanti per il Parco regionale del Camoghè.
Mendrisiotto
9 ore

Un territorio raccontato attraverso tredici storie di vita

Le conversazioni del poeta Massimo Daviddi e i ritratti del fotografo Aldo Balmelli in un libro che restituisce lo sguardo dei protagonisti
Ticino
10 ore

Tetto ai premi di cassa malati, Carobbio: ‘Grave non parlarne’

Per la consigliera agli Stati il ‘no’ all’entrata in materia è ‘un brutto segnale’. Chiesa: ‘rifiutiamo il principio, e per il Ticino cambierebbe poco’
Luganese
10 ore

Le oasi di Vezia, idee per un paese più visibile

Dai luoghi di aggregazione a piccole aree di ristoro, molte le proposte pervenute dalla cittadinanza
Luganese
11 ore

Lugano, il futuro del fiume Cassarate passa dal Liceo 1

Per la riqualifica un’inedita collaborazione fra Dipartimento del territorio e ragazzi dell’istituto scolastico, fra nuovi accessi e un percorso didattico
Ticino
11 ore

Vigilanza sulla Procura federale, proposta Fiorenza Bergomi

La Commissione giudiziaria sottopone le proprie indicazioni all’Assemblea federale in vista delle nomine in programma per il 14 dicembre
Ticino
12 ore

Targhe, Dadò: ‘Colpa del governo’. Gobbi: ‘Sei in malafede’

Caos imposta di circolazione, dopo il ritiro dei decreti da parte del Consiglio di Stato è botta e risposta al fulmicotone, tra accuse e puntualizzazioni
Luganese
12 ore

Lugano, assegnate le tre residenze musicali allo Studio Foce

Ai vincitori, tutti della Svizzera italiana, viene dato per cinque giorni un supporto per preparare un tour di almeno cinque date
Bellinzonese
12 ore

Altro appuntamento a Bellinzona con ‘Una volpe in Città’

Domenica 4 dicembre alle 17.30 a Castel Grande Andrea Fazioli svelerà il secondo capitolo del racconto. Venerdì 2 dicembre aprirà la pista di ghiaccio
Bellinzonese
12 ore

L’inverno porta 13 nuovi percorsi per gli amanti delle ciaspole

L’Organizzazione turistica regionale Bellinzonese a Alto Ticino lancia la stagione fredda, ancora una volta segnata dall’attenzione per le passeggiate
Mendrisiotto
13 ore

Concerto inaugurale per l’organo Serassi-Bernasconi

Una serie di momenti musicali e liturgici sottolineano la riapertura della chiesa di Sant’Eusebio a Castel San Pietro
Luganese
13 ore

Umberto Bottazzini ospite alla biblioteca del Liceo Lugano 2

L’esperto di storia e fondamenti della matematica farà il suo intervento martedì 13 dicembre alle 18.15
08.10.2020 - 10:34
Aggiornamento: 17:59

Da sabato mascherine obbligatorie nei negozi

Aumenti dei casi Covid-19 in Ticino, le decisioni del governo: discoteche e club chiusi fino alla fine di ottobre da domani sera

da-sabato-mascherine-obbligatorie-nei-negozi
Il direttore del Dss Raffaele De Rosa e il medico cantonale Giorgio Merlani (Ti-Press/Archivio)

Il Consiglio di Stato chiude discoteche, sale da ballo e club. Giro di vite nella movida, a seguito dell'aumento dei contagi in quel contesto. Lo ha appena comunicato il presidente del Consiglio di Stato Norman Gobbi. Inoltre, verrà introdotto l'obbligo della mascherina nelle strutture commerciali anche per la clientela. Le misure entreranno in vigore da domani sera per quanto riguarda le discoteche, mentre da sabato per i negozi. Per quanto concerne l'obbligo d'indossare le mascherine nei negozi, conferma Gobbi, sono previste delle sanzioni «definite nell'ambito della Legge federale sull'epidemie», in caso di mancato rispetto della disposizione adottata dal governo. 

Si mangerà solo ai tavoli

In tutte le strutture della ristorazione è ammessa solo la consumazione al tavolo. I gerenti dovranno provvedere alla raccolta dei dati di almeno una persona per tavolo, per garantire il contact tracing. Le liste dovranno essere messe a disposizione 7 giorni su 7.

Gobbi: Il lockdown resta l'ultima ratio

Il personale dovrà indossare mascherine chirurgiche, e non più le visiere. Gobbi: «In parallelo alle odierne, il Cds ha già immaginate altre misure future: c’è un piano d’azione. L’obiettivo è stringere, non chiudere. Il lockdown resta l’ultima ratio, richiamiamo quindi alla responsabilità individuale». Aumenteranno anche i controlli.

De Rosa: 'Situazione seria e preoccupante'

Raffaele De Rosa: «Stiamo vivendo una situazione che è diventata seria e preoccupante. Abbiamo una crescita dei positivi a un livello elevato. Ci preoccupa anche l’accelerazione degli ultimi tre giorni. Ed è cresciuto anche il tasso di positività, che è oggi fra il 5 e il 7%, mentre a livello nazionale siamo attorno al 10%. Deve far riflettere anche l’aumento dei casi ‘sconosciuti’, quelli dove l’origine della malattia non si riesce a decifrare: indica quanto la diffusione sia aumentata. Aumentano anche i contagi tra le persone sopra i 60 e i 70 anni, categorie particolarmente a rischio di complicazioni in caso di contagio».

Merlani: 'Per più della metà dei casi non conosciamo l'origine'

Intervenuto anche il medico cantonale Giorgio Merlani: «Siamo di fronte a un raddoppio dei positivi ogni tre giorni, un aumento inaspettato. Non si tratta di un focolaio, ma di casi diffusi, presenti su tutto il territorio cantonale e per buona parte di questi non siamo in grado di definire l’origine del contagio. Per più della metà dei casi non siamo in grado di dire l’origine del contagio. Bisogna evitare di passare a una diffusione comunitaria, senza controllo».

I motivi? Brutto tempo a fine settembre e vacanze autunnali in Svizzera interna

Ma quali le ragioni di questo repentino aumento di casi? Per Merlani, sarebbero fondamentalmente due: «Innanzitutto il clima. Negli ultimi giorni di settembre c’è stato un tempo brutto e freddo. Inoltre, ci sono state le vacanze autunnali in vari cantoni svizzeri, che hanno portato a una mobilità interna». 

________

In sei giorni 117 casi, 79 dei quali negli ultimi due giorni. La pandemia del Covid-19 torna ad allarmare in Ticino, seppur ancora lontano dai numeri a livello nazionale, dove ieri è stata superata la soglia dei 1'000 contagi giornalieri. In tal modo in Svizzera è stata superata la soglia dei 60 casi per 100'000 abitanti, fissata dall'Ufficio federale di sanità pubblica per definire i Paesi o le zone a rischio. Soglia alla quale si sta avvicinando anche il Ticino, dato che dopo i dati diffusi oggi l'indice è arrivato a 48 casi per 100'000 persone su 14 giorni: mai così tanti dal 5 maggio.

Un trend preoccupante viste anche alcune quarantene 'di massa' disposte in questi giorni, fra le quali: ai frequentatori del discobar La Clava di Bellinzona, alla prima squadra dell'As Monteceneri, a una classe del Csia di Lugano e ai frequenatori del Seven Club di Lugano.

Fra le misure attese, il governo potrebbe introdurre l'obbligo dell'utilizzo della mascherina negli spazi pubblici al chiuso. Misura adottata per altro negli ultimi giorni anche dai Cantoni Berna e Zugo.

Leggi anche:

Covid: 40 nuovi contagi in Ticino, 2 i ricoveri in più

Quarantena per cento frequentatori del discobar La Clava

Monteceneri, la quarantena diventa effettiva

Due allievi della Csia positivi al Covid, classe in quarantena

Coronavirus, in Ticino oltre 150 persone in quarantena

A Berna, mascherina obbligatoria in tutti gli spazi chiusi

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved