laRegione
Nuovo abbonamento
la-svizzera-ha-bisogno-dei-caccia-per-proteggere-la-popolazione
(foto: Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
4 min

Gli allievi ginevrini si ribellano alle regole sull'abbigliamento

Protesta contro l 'maglietta della vergogna' imposta chi viola il dress code dell'istituto Pinchat
Svizzera
41 min

Al via la campagna sulle imprese responsabili

I comitati pro e contro l'iniziativa hanno presentato i rispettivi argomenti, al voto il 29 novembre
Svizzera
51 min

Un caso di coronavirus in una scuola elementare grigionese

Una persona adulta si trova in isolamento, mentre 17 allievi e cinque insegnanti sono in quarantena. Nei prossimi giorni le lezioni verranno svolte a distanza
Svizzera
1 ora

Troppo lenta la risposta alle richieste di assistenza giudiziaria

La Commissione federale delle finanze rileva lo scarto tra il numero delle richieste dall'estero e le risorse della giustizia
Svizzera
5 ore

Vaccino Moderna, buona risposta negli anziani

Il vaccino anti-covid dell'azienda statunitense produce una buona risposta immunitaria negli adulti sopra i 56 anni e gli effetti collaterali sono 'lievi'
Svizzera
5 ore

Task force: ridurre la quarantena da dieci a sette giorni

La condizione per una quarantena abbreviata per coloro che rientrano da Paesi considerati a rischio sarebbe un test del coronavirus negativo
Svizzera
5 ore

Coronavirus, in Svizzera 411 nuovi casi e un decesso

Dall'inizio della pandemia il totale delle persone infette sale a 53'282, mentre il bilancio delle vittime raggiunge i 1'783 morti
Svizzera
7 ore

Abb vuole raddoppiare le donne fra i dirigenti

Entro il 2030 l'azienda vuole portare al 25% la quota di donne fra i dirigenti tramite formazione manageriale e programmi di sviluppo
Svizzera
23 ore

Indaga sui complottisti, sommerso dagli insulti

Un giornalista ginevrino oggetto dell'odio razzista per l'inchiesta mascherata pubblicata da heidi.news
Svizzera
23 ore

Uccise la moglie col calzascarpe, pena di sei anni e mezzo

Oltre alla reclusione l'espulsione dalla Svizzera per sette anni è la pena inflitta oggi dal tribunale distrettuale di San Gallo al 67enne kosovaro
Svizzera
1 gior

Le dipendenze costano oltre sette miliardi alla Svizzera

L'Ufficio federale di salute pubblica conferma che il tabacco genera ancora la spesa maggiore
Svizzera
1 gior

La tratta degli schiavi arricchì Zurigo

Lo studio di Frank Schubert documenta la partecipazione delle grandi famiglie al mercato di 'merce umana'
Svizzera
11.08.2020 - 16:290

'La Svizzera ha bisogno dei caccia per proteggere la popolazione'

È quanto sostiene il comitato interpartitico 'Sì all'acquisto di nuovi aerei da combattimento', in vista della votazione del prossimo 27 settembre

La Svizzera ha bisogno di nuovi caccia da combattimento per proteggere la sua popolazione da minacce provenienti dallo spazio aereo. Lo ha sostenuto oggi il comitato interpartitico svizzerotedesco "Sì all'acquisto di nuovi aerei da combattimento". La popolazione elvetica dovrà esprimersi in merito il prossimo 27 settembre.

Il comitato, sotto la guida dell'Associazione per una Svizzera sicura, è formato da rappresentanti di UDC, PLR, PPD, nonché di altri partiti di centro e di diverse organizzazioni. A loro avviso, i nuovi aerei di protezione dello spazio aereo aumenteranno la sicurezza della Svizzera e della sua popolazione.

Proteggersi da minacce oggi impensabili

Non occorre solo esaminare la situazione attuale in termini di sicurezza, ma anche se la Svizzera sarà in grado di effettuare controlli aerei e proteggersi da attacchi aerei nei prossimi 30-40 anni in periodi di crisi o minacce oggi ancora impensabili, ha detto il consigliere agli Stati Thierry Burkart (PLR/AG), presidente della campagna.

La nostra sicurezza deve basarsi su un sistema completo e abbiamo bisogno della giusta protezione per ogni situazione, ha affermato Burkart, aggiungendo che nei conflitti avvengono parallelamente e contemporaneamente attacchi informatici, a terra e in aria. Come il ciberspazio, anche lo spazio aereo è di importanza strategica e deve poter essere protetto in ogni momento.

Aerei obsoleti e con la data di scadenza

Gli F-5E Tiger, acquistati nel 1978, sono già oggi obsoleti e vengono utilizzati solo per voli di addestramento. Possono servire soltanto alla formazione e volare unicamente in giornate di bel tempo, ha spiegato dal canto suo il consigliere nazionale e pilota di aerei militari Thomas Hurter (UDC/SH). Gli F/A-18 Hornet - acquistati nel 1996 - raggiungeranno invece la fine della loro vita utile nel 2030.

La protezione dei cieli è una parte importante della nostra sicurezza, anche in tempo di pace, ha sostenuto Hurter, facendo l'esempio del Forum economico mondiale (WEF) di Davos (GR) e delle conferenze dell'ONU a Ginevra, nonché delle possibili violazioni dello spazio aereo e del servizio di polizia aerea.

L'idea degli oppositori di affidarsi a soluzioni esterne è stata criticata da Hurter, secondo cui tale approccio minerebbe la neutralità della Svizzera. Inoltre, il problema dell'approvvigionamento di mascherine durante la crisi degli scorsi mesi ha dimostrato che ogni Paese pensa prima di tutto a sé stesso.

"Garantire la giusta protezione"

Secondo la "senatrice" Brigitte Häberli-Koller (PPD/TG), è necessario essere preparati per eventuali situazioni di crisi: "La giusta protezione è necessaria in ogni situazione. Anche le minacce che oggi sembrano meno probabili devono essere prese in considerazione", ha precisato, sottolineando che nessun Paese rinuncia alla sua flotta aerea per concentrarsi unicamente sulla ciberdifesa.

In conferenza stampa si è espressa anche l'ex consigliera nazionale di Winterthur (ZH) Chantal Galladé, che nel febbraio 2019 ha lasciato il PS per unirsi ai Verdi liberali. La zurighese, che nel 2014 era in prima linea per opporsi all'acquisto dei jet Gripen, questa volta si è schierata a fianco dei favorevoli: "Questo voto non riguarda una seconda flotta o una versione di lusso", ha detto, aggiungendo che una politica di sicurezza intelligente e completa ha bisogno anche delle forze aeree.

Principio dell'acquisto

Il prossimo 27 settembre, gli svizzeri non saranno chiamati a esprimersi sul modello o sul numero di aerei, ma unicamente sul principio dell'acquisto. Il Consiglio federale si pronuncerà sul tipo di caccia soltanto dopo la votazione federale.

L'obiettivo è di sostituire gli attuali aerei da combattimento con nuovi velivoli per un costo massimo di 6 miliardi di franchi. Tuttavia, la cultura, la formazione o il settore sociale non dovranno subire tagli in seguito a questi acquisti.

L'acquisto di nuovi aerei da combattimento e i relativi costi d'esercizio saranno finanziati esclusivamente dal bilancio ordinario dell'esercito, ha sostenuto Burkart, mentre Hurter ha aggiunto che spese simili, anche se sembrano onerose, sono attuate anche negli altri dipartimenti federali.

© Regiopress, All rights reserved