Alla ricerca di refrigerio (Ti-Press)
Svizzera
23.06.2019 - 12:330
Aggiornamento : 15:00

Canicola, allerta di livello 3

Attese temperature fino a 39 gradi. L'Ufficio federale della sanità pubblica mette in guardia e dà consigli

Sta per iniziare una settimana particolarmente calda: l’Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera ha emesso un’allerta per canicola di livello 3. Alle basse quote di tutta la Svizzera sono attese – probabilmente fino a domenica – temperature massime tra 33 e 37 gradi, localmente fino a 39, con un’umidità relativa compresa tra il 25 e il 40 per cento. L’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp) avvisa che, per alcune categorie di persone, le alte temperature potrebbero causare rischi per la salute.

L'ondata di caldo avrà punte di 40 gradi anche in Italia e in particolare al Centro-Nord. Secondo i meteorologi di 3Bmeteo e Meteo Expert, l'ultima settimana di giugno si prospetta rovente, con possibili temperature record in alcune capitali europee. La poderosa ondata di caldo dovrebbe raggiungere l'apice tra il 27 e il 29 giugno: sono attesi picchi di 37-40 gradi in città come Torino, Milano, Bologna, Roma, Frosinone, Rieti, Sassari.

 

Situazione meteorologica attuale e previsioni

Una zona di alta pressione si estende gradualmente dal Mediterraneo occidentale all'Europa centrale provocando un marcato riscaldamento della massa d'aria presente nella regione alpina. Nei prossimi giorni l'alta pressione sull'Europa centrale e meridionale si rafforzerà ulteriormente, mantenendo l'afflusso di aria calda di origine nordafricana. Di conseguenza sull'Europa centro-occidentale è attesa una forte ondata di caldo della durata di più giorni che coinvolgerà anche la Svizzera. Lunedì a basse quote le temperature massime supereranno diffusamente i 30 gradi e l'indice di calore oltrepasserà il valore di 90 in molte località. Tra martedì e giovedì le temperature massime raggiungeranno 33-37 gradi, con punte al nord localmente fino a 39; l'umidità relativa sarà generalmente compresa tra il 25 e il 40 per cento. In questo periodo l'indice di calore supererà diffusamente il valore 93. Inizialmente le temperature notturne scenderanno ancora al di sotto dei 20 gradi, mentre a partire dalla notte su mercoledì esse rimarranno generalmente sopra i 20 gradi. Si verificheranno quindi notti tropicali. Inoltre, nelle zone urbane le temperature minime saranno di alcuni gradi più elevate a causa del raffreddamento notturno più lento e meno marcato rispetto alle regioni di campagna.  

Sulla base delle informazioni tuttora disponibili, l'ondata di caldo durerà almeno fino a domenica 30 giugno.

Come comportarsi in caso di ondate di caldo

Le alte temperature possono influire sulla salute e sulle prestazioni fisiche e mentali. La categoria di persone a rischio comprende principalmente gli anziani, i malati (cronici), le donne incinte e i bambini piccoli. Questi necessitano di un'attenzione particolare ed eventualmente di cure.

Queste le raccomandazioni più importanti per proteggersi dal caldo:

Evitare lo sforzo fisico durante le ore più calde della giornata
Mantenere la casa e il corpo il più freschi possibile
Bere molta acqua (almeno 1.5 litri al giorno)
Assumere cibo leggero e rinfrescante
Compensare la perdita di sale durante e dopo l'attività sportiva
In caso di primi sintomi come aumento della frequenza cardiaca, debolezza, nausea o diarrea, mal di testa, confusione, vertigini, far coricare la persona e raffreddarne il corpo. Se è cosciente, darle dell'acqua fresca da bere. Se queste misure non portano a miglioramenti, rivolgersi a un medico.

Prudenza nei fiumi

A causa delle elevate portate dei fiumi svizzeri sono attese anche forti correnti. I fiumi ingrossati possono assumere un colore torbido rendendo meno visibili gli ostacoli sommersi. Inoltre, la temperatura dei corsi d’acqua è al momento ancora relativamente bassa per la stagione. E necessaria quindi la massima prudenza.

Potrebbe interessarti anche
Tags
temperature
caldo
gradi
ondata
ondata caldo
canicola
ufficio federale
ufficio
acqua
giugno
© Regiopress, All rights reserved